Il vostro cane è cacciatore? Ecco come scoprirlo

A tutti piacciono le foto di cani e cuccioli di cui Internet è strapieno. Se possedete un cagnolino, sicuramente sarà per voi un amico di giochi e di vita davvero inseparabile, docile e fedele. Pertanto, vi sarà parecchio difficile pensare che nel suo bagaglio genetico si annidano le tracce di uno dei più grandi predatori di sempre.

È stato dimostrato che il più forte istinto dei cani, nonostante migliaia di anni di domesticazione, è quello di cacciare le prede. Proprio per questa ragione sarà utile sapere se il vostro cane è cacciatore o, almeno, capire come si posizione rispetto ad altri tipi di cane.

Questa caratteristica, infatti, è comune a tutti gli esemplari. Ad ogni modo, ci sono razze particolarmente inclini alla caccia e le cui caratteristiche sono state allenate e stimolate dall’uomo, durante secoli. Per un fatto di sicurezza e per garantire il massimo benessere al vostro miglior amico, è indispensabile scoprire come e quanto questa caratteristica sia radicata nel temperamento dell’animale che avete.

La vena cacciatrice del vostro cane può causarvi delle difficoltà, specialmente se non siete appassionati di caccia. Questo potente istinto può rappresentare un rischio per l’animale stesso oltre che per i componenti della famiglia. Se il vostro cane è cacciatore, potrebbe trovare interesse nell’inseguire un bimbo in bicicletta o un altro che sta giocando con una palla, per esempio.

Come sapere se il vostro cane è cacciatore?

A priori, un buon indicatore è l’appartenenza ad una determinata razza. Anche se la caccia è un istinto innato, ci sono tipi di cani che lo presentano in maniera preponderante, quindi è conveniente assicurarsi di conoscere a fondo la natura del vostro amico a quattro zampe.

Tra le principali razze da caccia troviamo: beagles, terrier, pointer, setter, retriever, bracchi, bassotti, dalmata, tra gli altri. Se il vostro cane appartiene a uno di questi gruppi, ebbene sappiate che possiede indubbiamente un DNA da cacciatore formidabile.

beagle che annusa una pista

Ci sono comunque altre caratteristiche che possono aiutarvi a capire se il vostro cane è cacciatore. Anche se annusare è una pratica comune a tutti i cani, evidentemente gli esemplari più propensi alla caccia, mostreranno un maggior uso di questa attività. Se il vostro amico a quattro zampe annusa costantemente e ama seguire tracce e odori, la risposta alla domanda è ben evidente.

I cani di queste razze, quando escono in strada o al parco, si comporteranno come se vi stessero accompagnando in una normala battuta. Questa caratteristica li rende talvolta difficili da gestire durante le passeggiate. Per esempio, vi risulterà molto complicato fargli staccare il muso da terra.

Segnali da non sottovalutare

Se il vostro amico a quattro zampe appare eccessivamente eccitato in presenza di altri animali e inevitabilmente li insegue, la sua indole di cacciatore verrà fuori in modo veemente. Nessun cane domestico dovrebbe mai sentire il bisogno di azzannare, graffiare e uccidere una preda, sia che si tratti di un essere vivo che di un oggetto.

Dovrete essere bravi e attenti nel comprendere questa pericolosa deriva. Ci sono casi in cui, anche se cuccioli, i cani portano al proprio padrone delle piccole prede. Lucertole, uccelli di ridotte dimensioni… Ma si tratta di una situazione pericolosa e da correggere, in quanto il vostro amico potrebbe causare danni, mordere e ferire qualcuno.

È essenziale rilevare questi segnali per sapere se il vostro è un cane da caccia. Se non siete sicuri ma desiderate prevenire ed evitare inconvenienti, rivolgetevi subito ad un veterinario o ad un addestratore professionista.

cane con coniglio in bocca

Cosa fare se il vostro cane è cacciatore?

Se già avete verificato che quello che credevate essere un normale cagnolino, è invece un infallibile cacciatore, è conveniente adottare alcune misure per la sua sicurezza e quella di chi vi circonda. Vediamo di seguito una serie di suggerimenti e indicazioni da tenere sempre ben presenti:

  • Camminare in un parco o passeggiare è il momento più delicato. In questo frangente il vostro amico a quattro zampe sa che può annusare, correre e cacciare prede. Per evitare problemi, scegliete zone appartate e poco frequentate, in modo da non causare danni né a persone né ad altri animali.
  • Un buon addestramento è fondamentale. Insegnate al vostro cane ad obbedire a un ordine particolare come per esempio “fermo” o “molla”.
  • Assicuratevi di prendere precauzioni in modo che l’animale non riesca a scappare da casa. Aprite la porta con attenzione, dato che anche questa potrebbe essere l’occasione buona per fuggire via. Starà sempre all’erta, pronto a liberare il suo istinto di ricerca e caccia.
  • È bene evitare segnali che favoriscano un comportamento aggressivo nei confronti di possibili prede. Per il vostro cane anche un gatto, un topo e persino un cane più piccolo possono diventare un obiettivo da cacciare. Un suono o uno spruzzo d’acqua possono forse servire per insegnargli a non inseguire nessuno. Meglio comunque risolvere il problema recandovi in un centro di addestramento.
  • Un cane da caccia ha bisogno di molto esercizio. Nei limiti del possibile, cercate di soddisfare al meglio questa esigenza dettata dal suo DNA. Così facendo, potrete aiutarlo a scaricare l’accumulo di energie in eccesso e lo stress, limitando gli atteggiamenti aggressivi.
  • Anche se a nessuno piacciono gli elementi restrittivi, ci saranno casi in cui sarà necessario usare museruola e guinzaglio.

Chiunque possiede un animale domestico, ha la responsabilità di informarsi e conoscere in profondità le caratteristiche psicologiche, fisiche e della razza a cui appartiene. Se avete un cane è scoprite che possiede l’indole del cacciatore, agite di conseguenza. E’ l’unico modo per prevenire qualsiasi problema e garantire la sicurezza dell’animale, vostra e di chi vi circonda.

Categorie: Addestramento Tags:
Guarda anche