Cani della Generazione Bullenbeisser

I cani che sono stati creati a partire da una razza di origine tedesca (attualmente estinta) rientrano nella cosiddetta Generazione Bullenbeisser. Se volete saperne di più al riguardo, continuate a leggere questo articolo.

Cos’è la Generazione Bullenbeisser?

L’estinta razza Bullenbeisser è la procreatrice di diversi cani attuali (a eccezione del perro de pelea cordobés, anch’esso estinto). Tra le sue caratteristiche principali possiamo sottolineare le abilità da cacciatore, il corpo molossoide, il pelo corto e tigrato e la forte muscolatura. Vedendo una fotografia di un esemplare di questo cane dalla mandibola grande e forte, è facile accorgersi che presenta varie similitudini con alcune razze dei nostri giorni.

Quali razze appartengono alla Generazione Bullenbeisser?

Bravi cani da guardia e anche ideali compagni in famiglia, le razze che rientrano nella Generazione Bullenbeisser sono i seguenti (alcune riconosciute dalla Federazione Cinologica Internazionale e altre no):

1. Alano

È l’unico cane di grande taglia della Generazione Bullenbeisser. È anche conosciuto come Alano Tedesco, ha un’andatura elegante, è molto amichevole e dolce. È diventato “famoso” grazie al personaggio di Scooby Doo. L’alano è un cane sconsigliato a chi è alle prime armi, poiché richiede molte cure. Ad esempio, è propenso alla torsione gastrica e ha bisogno anche di nutristi molto durante la giornata.

Una delle sue qualità principali è la fedeltà, ha un temperamento unico che poche volte viene associato alle dimensioni del suo corpo. In quanto al pelo, può essere marrone, tigrato, blu, nero o arlecchino. In qualsiasi caso, ha il naso nero.

2. Boxer

Boxer sdraiato in un parco

Di origine tedesca e del tipo molossoide, comparve per la prima volta a Monaco nel 1895. Fu un cane da guerra e poi venne impiegato nella polizia. Dal muso schiacciato, rughe sul viso, orecchie erette e coda corta, il Boxer ha il pelo raso marrone e bianco oppure tigrato.

In quanto al suo temperamento, è molto attivo, vigile e fedele. Può essere addestrato senza problemi, poiché è molto ubbidiente. Bisogna fare attenzione perché può essere piuttosto territoriale e dominante con altri cani.

3. Dogo argentino

Questa razza venne sviluppata da un medico fanatico della caccia di grandi animali, come il cinghiale. Una delle sue caratteristiche principali è il pelo completamente bianco a eccezione del naso, che è nero. Ha la testa grande e il collo quadrato, di solito gli si tagliano le orecchie in modo che restino dritte.  

È considerato un cane potenzialmente pericoloso e, dunque, ne è vietato l’ingresso in diversi paesi. Tuttavia, quando viene fatto socializzare e addestrato correttamente, può essere un ottimo animale. Richiede molta attività fisica e, in seguito al colore del suo manto, non può restare molto tempo al sole.

4. Alano spagnolo

Un altro dei rappresentanti della Generazione Bullenbeisser, in questo caso si tratta di un molossoide leggero e un grande corridore. Veniva impiegato come cane da guardia e come conduttore di bestiame bovino nella penisola iberica, ma anche come cane da caccia di cervi e cinghiali. Il temperamento dell’Alano spagnolo è caratterizzato da tranquillità, nobiltà, fedeltà, sicurezza e coraggio.

5. American PitBull Terrier

Questa razza originaria degli Stati Uniti non è accettata dalla FCI, ma appartiene alla United Kennel Club del suo paese natale. Oltre a essere uno dei cani della Generazione Bullenbeisser, rientra anche nella categoria delle razze canine pericolose.

Ha un carattere forte, ma a differenza di quello che si crede, non è aggressivo per natura con gli esseri umani, bensì deve essere addestrato a tale scopo. Presenta la schiena un po’ inarcata nella zona lombare, occhi rotondi e scuri, rughe in faccia, muso quadrato e mandibola prominente.

American Pitbull Terrier cane generazione Bullenbeisser

6. Boerboel

Questo cane è oriundo del Sud Africa e i suoi antenati sono il Bullenbeisser, l’Alano e il Bullmastiff. È un tipico cane da guardia, impiegato per lavori pesanti e difesa personale. Può raggiungere i 90 kg di peso, è forte, muscoloso e grande. Ha la testa quadrata e il muso nero. Ha le orecchie a forma di “V” e il pelo corto e di colore marrone chiaro, tigrato, marrone, rossiccio, nero o grigio.

7. Dogo guatemalteco

È un eccellente cane da guardia e grazie a un veterinario locale ha ottenuto il riconoscimento internazionale della FCI. Il Dogo guatemalteco appartiene alla Generazione Bullenbeisser e deriva dall’incrocio di un Dalmata, un Boxer e un Bull Terrier Inglese.

Di taglia media, ha il pelo soprattutto bianco con qualche macchia scura e il naso nero. Possiede labbra che pendono verso il basso, mandibola forte, testa quadrata e orecchie a punta. È molto socievole con le persone, poco territoriale, anche se un po’ aggressivo con altri cani.

Categorie: Curiosità Tags:
Guarda anche