I cani sono in grado di provare amore?

· 19 settembre 2017

Tutti coloro che possiedono o che hanno avuto un cane lo sanno: i cani provano amore. Inoltre, lo fanno in modo puro e disinteressato.

Tuttavia, molti affermano che si tratti solo di dicerie. Altri assicurano che sia una caratteristica che presenta l’animale dopo millenni di domesticazione. Nel migliore dei casi, è un comportamento appreso, che i cani si assicurano di conservare.

Molto più che amore

Una cosa certa è che, fino a poco tempo fa, molti dei buoni sentimenti dei cani, la loro buona volontà e la loro dedizione verso i padroni, venivano sopravvalutati.

Gli scienziati affermano che non esistono emozioni genuine relazionate al comportamento amoroso dei cani.

Cominciano gli studi e le ricerche

Tuttavia, con la nascita dell’etologia nel XX secolo (disciplina che studia il comportamento animale), l’argomento venne studiato a fondo.

I risultati però non vennero del tutto accettati. E’ stato dimostrato che i cani provano amore. E anche che esprimono sentimenti come la tristezza e l’allegria. Inoltre, sono perfettamente in grado di identificare queste emozioni nei loro simili. Logicamente, anche negli esseri umani.

L’attività celebrale di questi animali non si limita a semplici risposte di fronte a degli stimoli positivi o negativi.

Ciò che più sorprende è il fatto che il processo di elaborazione delle emozioni, in linea generale, è complesso come quello delle persone.

Ossitocina: “l’ormone dell’amore”

Una delle scoperte più importanti: i cani (e i gatti) producono ossitocina. Questo ormone si occupa di attivare una serie di circuiti neuronali associati a delle sensazioni gradevoli, tra le quali l’atto di amare.

L’incidenza di questa sostanza chimica nel cervello, sia quello delle persone che quello degli animali, è determinante anche per la creazione di un legame affettivo tra madre e figlio.

Nei cani domestici, questo ormone influisce decisamente sul carattere amabile e socievole che la maggior parte di questi animali possiede. E anche sulla fiducia che hanno verso i propri padroni.

I cani provano amore, ma solo per chi se lo merita

Altre scoperte fatte dagli etologi, dai neurobiologi e da altri specialisti, è che la capacità dei cani di provare amore è facoltativa.

Ovvero, esistono esemplari più affettuosi di altri. Ma ciò non significa che le dimostrazioni d’affetto valgano per tutti.

I padroni che usano la violenza per educare i propri animali, o quelli che li maltrattano, provocano in loro paura e terrore, di certo non amore.

Famiglia e branco: la stessa cosa

Sebbene esistano delle eccezioni, la maggior parte dei gruppi familiari che adottano un cane, lo considerano un membro della famiglia a tutti gli effetti. In alcuni casi, l’animale in questione ha più privilegi delle altre persone che ne fanno parte.

I cani venerano i loro padroni allo stesso modo. Si tratta del loro branco, della loro famiglia. Per questo, si creano dei legami affettivi.

Affermare che ci siano cani in grado di sacrificare la loro vita pur di proteggere quella dei propri cari, è molto più di una frase retorica.

I cani provano amore: ma anche allegria, tristezza e gelosia

Gli etologi tentano di determinare i sentimenti di questi animali da compagnia. Cosa c’è al di là dell’amore e delle dimostrazioni d’affetto?

Dopo anni di ricerche, si è scoperto che i cani sono capaci di rallegrarsi e di rattristarsi, in base agli stimoli che ricevono dall’ambiente che li circonda. Allo stesso modo, sono in grado di identificare questi stati d’animo nelle persone.

Quando qualcuno intorno a loro è visibilmente afflitto, il loro istinto naturale li porta a donare il proprio supporto e aiuto. E ciò vale anche per le persone a loro sconosciute.

L’effetto contrario può essere generato dalle risate. Se le persone che li circondano sono allegre, anche i cani sembrano sorridere.

E, come accade negli esseri umani, se c’è un sentimento che i cani non riescono a nascondere, è la gelosia.

In che modo i cani esprimono amore?

Molti cani sono davvero eloquenti nell’esprimere il proprio stato d’innamoramento. I segnali più evidenti sono i movimenti frenetici della coda quando salutano la persona amata. Altre tipiche dimostrazioni sono: leccare instancabilmente le mani e il viso, oltre ai costanti inviti a giocare con loro.

Se qualche membro della famiglia è malato, il cane non si allontanerà un attimo da lui.