I cani possano essere vegani?

9 Gennaio 2019
La differenza tra l'essere vegani e vegetariani sta nel fatto che i primi escludono totalmente tutti i prodotti relazionati agli animali, come il latte e le uova, mentre i secondi ammettono questi alimenti nella loro dieta.

Essere vegani è uno stile di vita che va di moda, poiché si crede che sia salutare per l’organismo e che possa allungare la vita.

Molte persone che hanno scelto di esserlo, hanno voluto trasmetterlo anche ai loro animali, quindi la domanda che ci poniamo è: i cani possono essere vegani? Per saperlo continuate a leggere.

Cosa significa essere vegani?

I vegani sono coloro che non mangiano alcun prodotto di origine animale. Si è sempre sentito parlare della corrente vegetariana, ma ora si è ridotta.

Il veganismo invece elimina dalla dieta non solo la carne o il pesce, ma anche le uova, il latte, i latticini, la gelatina e anche il miele.

I principali ingredienti di cui i vegani si alimentano sono: cereali, riso, verdura, frutta, legumi e frutta secca.

La domanda che in molti si pongono è se, attraverso questo tipo di alimentazione, si possano ottenere i nutrienti necessari per il buon funzionamento dell’organismo.

I legumi, la soia e qualche tipo di frutta secca non solo contengono un livello elevato di idrati, ma anche di proteine, quindi apportano tutto ciò di cui ha bisogno il corpo.

cane che mangia carota

Le verdure forniscono fibre e vitamine, così come la frutta, che dona un concentrato extra di zucchero non processato.

Pertanto, tutto sembra indicare che un essere umano possa vivere senza problemi seguendo una dieta vegana. Ma per i cani è lo stesso?

Scopriamo se i cani possono essere vegani

La differenza tra i vegetariani e i vegani è che i primi mangiano alimenti provenienti da animali sempre se per procurarli non sia stata provocata la morte di questi, come le uova, il burro, il latte e lo yogurt.

Però essere vegani è un’altra cosa, e molti sono contro questo tipo di alimentazione. Ma cosa si dice degli animali? I gatti, per esempio, sono carnivori, e hanno bisogno delle proteine animali per sopravvivere, però per i cani è un’altra storia. Che cosa dice la scienza?

Ci sono dei cibi elaborati dai quali si ottengono le proteine dai vegetali e dalle piante, e si afferma che rispettino tutti gli standard nutrizionali adatti a preservare la salute degli animali. Questi alimenti contengono soia, patate, piselli, minerali, vitamine e amminoacidi, raccomandabili per i cani.

Anche se i veterinari affermano che una dieta equilibrata sia essenziale per i cani, alcuni dubitano sul fatto che le verdure e le piante apportino a questi animali tutti i nutrienti di cui hanno bisogno.

cane nero con carota in bocca

Opinioni contrarie

Diversi veterinari, dottori e scienziati affermano che la carne è necessaria per l’organismo dei cani. Secondo uno di loro: “si sanno molte cose sull’alimentazione dei cani, ma ce ne sono molte altre che non sappiamo. Anche se vogliamo che abbiano una dieta equilibrata, non possiamo essere sicuri che acquisiscano tutti i nutrienti necessari attraverso un’alimentazione vegana. Già è difficile riuscirci tramite una normale”.

Degli studi dimostrano che di 24 cibi esaminati, la maggior parte non rispetta gli standard minimi richiesti e che, pertanto, si ha bisogno di carne per sopperire a queste mancanze. “Se le persone forniscono un’alimentazione di tipo vegana ai propri cani perché credono che sia più salutare si sbagliano”, ha affermato il dottor Freeman, che ha partecipato alla ricerca.

Opinioni favorevoli

Poi c’è l’altra faccia della medaglia, ovvero chi è favorevole ad una dieta vegana. E’ stato dimostrato che alcuni cani sono allergici a certi tipi di carne, così come ad alcuni latticini, e che questo tipo di dieta è la scelta migliore per risolvere questo problema.

Molti veterinari raccomandano di seguire questo tipo di alimentazione per circa 12 settimane per vedere se le allergie migliorano e se l’animale è in salute.

Il problema per il quale non si è arrivati ad una conclusione sul fatto che i cani possano essere o meno vegani, è perché non è stata controllata l’alimentazione di alcuni esemplari per un tempo prolungato da svolgere delle ricerche.

E’ noto il caso di due fratelli che morirono entrambi di cancro: uno seguiva una dieta vegana e l’altro convenzionale. Questo esempio almeno dimostra che non è nociva.

Sembra che possiate decidere se un cane possa diventare vegano o no, sempre stando attenti ai cambiamenti che il vostro animale possa sperimentare nell’organismo.