Verdone: caratteristiche, comportamento e habitat

· 9 Marzo 2019
Il verdone è capace di imitare il canto degli altri uccelli e fa dei curiosi saltelli durante il corteggiamento

Il cardellino europeo o verdone è una delle specie più comuni di piccoli uccelli presenti in Europa.

Molte persone non conoscono le caratteristiche di questo piccolo fringuello, nonostante sia una delle specie maggiormente diffuse e comuni, tanto che spesso vivono nei giardini, grazie al forte legame instaurato nel corso dei secoli con l’uomo.

Il verdone fa parte del gruppo dei passeriformi. Nello specifico, i fringuelli sono uccelli delle foreste con un forte becco a forma di cono che volano per ondulazioni.

Caratteristiche del verdone

Il verdone europeo (nome scientifico: Chloris chloris) è un piccolo uccello di circa 15 centimetri di lunghezza, che prende il nome dal colore verdastro del suo piumaggio, particolarmente caratteristico nei maschi, che presentano inoltre delle macchie gialle sulle ali e sulla coda.

Nel caso della femmina, il colore è molto più opaco ed è per lo più marrone con macchie gialle sulle ali e sulla coda.

I colori sono molto meno accesi rispetto ai maschi della stessa specie. Questo dimorfismo sessuale è presente in molte razze di uccelli, ed è vitale importanza per comprendere i loro rituali di corteggiamento.

Questo uccello è molto comune in tutta Europa ed è anche una delle specie esotiche invasive presenti in Argentina, Uruguay, Australia e Nuova Zelanda. Le sue tre sottospecie sono distribuite in gran parte dell’Europa e dell’Asia occidentale.

Verdone e dispensatore di cibo

Comportamento del verdone

Questo uccello emette un gorgoglio piuttosto caratteristico e riesce a imitare il canto di altri uccelli.

Grazie al potente becco tipico dei fringuelli, riesce a spaccare i semi duri di cereali e pinoli, oltre a nutrirsi di rosa canina o rovi.

Nella sua dieta sono presenti anche alcuni invertebrati come scarafaggi, formiche o ragni. A volte, mangia le gemme degli alberi da frutto. Raramente mangia frutta matura, tranne in autunno, per cui non costituisce una minaccia per le coltivazioni.

Verso marzo, i maschi iniziano il corteggiamento, che consiste in piccoli saltelli sospesi in aria svolazzando mentre emettono il caratteristico cinguettio.

Il verdone tende a nidificare in gruppi, dove solo le femmine partecipano alla nidificazione. Alla fine della stagione riproduttiva si riuniscono in grandi stormi con altri uccelli migratori.

Verdone su ramo

Habitat del verdone

Questi volatili si riproducono nelle foreste, nei giardini e nei frutteti. Amano le grandi file di alberi e in particolare il cipresso, per cui è facile trovarli nei cimiteri.

In generale, il loro habitat è costituito da aree di vegetazione sparsa e foreste di pini. Normalmente, questi animali sono strettamente legati alle aree di coltivazione, quindi non è raro vederli nei frutteti o nei campi di grano e altri cereali.

Sebbene questo uccello non sia in pericolo di estinzione, recentemente il silvestrismo ne ha minacciato la sopravvivenza.

L’addomesticamento non è un grande pericolo per la conservazione di queste specie, ma di certo ne compromette il benessere.