Caratteristiche e habitat dello squalo azzurro

12 Novembre 2019
Lo squalo azzurro è minacciato sia dalla pesca a fini sportivi che da quella a fini commerciali. Fortunatamente, per il momento non si trova a rischio di estinzione.

Nuotatore solitario e predatore formidabile, lo squalo azzurro è un animale davvero affascinante. Ma purtroppo è in pericolo a causa delle attività umane.

Lo squalo azzurro (Prionace glauca) fa parte della famiglia dei Carcharhinidae. È una specie di squalo la cui sopravvivenza oggi si trova in pericolo, minacciata dalla pesca. In passato questa era una delle specie di squalo più presenti negli oceani e nei mari.

Descrizione e caratteristiche dello squalo azzurro

Lo squalo azzurro ha la pelle di una particolare tonalità bluastra, da cui deriva il suo nome. Presenta il corpo piuttosto lungo: i maschi raggiungono gli 1,82-2,2 metri, mentre le femmine i 2,2-2,3 metri.

Inoltre, il corpo di questo squalo presenta due pinne pettorali lunghe e sottili, con cinque coppie di branchie, oltre a una pinna dorsale più piccola delle precedenti ed una coda.

Il corpo dello squalo azzurro è idrodinamico, poiché le sue pinne pettorali sono più lunghe di quelle della maggior parte delle altre specie di squalo. Ciò gli consente di nuotare molto velocemente. Per questo motivo, è considerata una delle specie di squali più veloci al mondo.

Può pesare tra 27 e 55 chili nel caso dei maschi e tra 93 e 182 chili nel caso delle femmine. Ha il muso conico, caratteristico della maggior parte delle specie di squalo, con denti triangolari ad uncino nella parte superiore e più stretti e dritti nella parte inferiore.

Gli squali azzurri hanno una fila di denti da 24 a 34 nella mascella superiore e da 25 a 34 nella mascella inferiore. I denti vengono generalmente sostituiti in periodi da 8 a 15 giorni. Caratteristiche e habitat dello squalo azzurro.

Cosa mangia lo squalo azzurro
Cosa mangia?

Lo squalo azzurro è un vorace predatore: si nutre di quasi tutto e caccia in piccoli gruppi, in coppia o addirittura in famiglia. È in grado di percorrere lunghe distanze in cerca di cibo e la sua dieta è di solito composta da un totale di 16 specie di pesci e 24 specie di cefalopodi.

Questi squali possono persino nutrirsi dei corpi dei mammiferi che arrivano in mare o persino degli ignari uccelli marini.

I pesci che mangia regolarmente sono: nasello bianco, nasello rosso, sgombro, calamaro, nasello d’argento, aringhe, cernia e merluzzo.

Lo squalo azzurro è un animale migratore, in grado di viaggiare per lunghezze fino a 5.500 chilometri. Può vivere in diverse regioni del mondo, dall’Oceano Atlantico, dall’Oceano Pacifico, dal Mar Mediterraneo all’Oceano Indiano.

È interessante notare che lo squalo azzurro è considerato un animale solitario, ma ha l’abitudine di viaggiare in gruppo quando percorre lunghe distanze. Questi gruppi sono generalmente distribuiti per dimensioni e sesso: usano un sistema che segue il modello in senso orario per guidare se stessi quando viaggiano attraverso l’Atlantico.

L’habitat ideale di questo squalo sono le profonde acque subtropicali, tropicali e temperate e possono raggiungere profondità fino a 350 metri. Anche così, possono essere trovati sulle rive, soprattutto di notte, poiché abitano abitualmente vicino alla costa. Caratteristiche e habitat dello squalo azzurro.

L'habitat dello squalo blu è il mare aperto

Gli squali blu sono animali vivipari e raggiungono la maturità sessuale tra i quattro ed i cinque anni nel caso dei maschi, mentre nelle femmine a cinque o sei anni.

Il rituale di accoppiamento di questa specie consiste in un morso da parte del maschio alla femmina, tra la prima e la seconda pinna dorsale. Le femmine hanno una pelle fino a tre volte più spessa di quella del maschio.

Se il rituale di accoppiamento ha successo, il maschio procederà ad usare le sue pinne pelviche per fertilizzare la femmina. Le femmine di squalo azzurro hanno due uteri e sono in grado di ospitare da 4 a 125 figli, la cui gestazione potrebbe richiedere da 9 a 12 mesi.

Le femmine incinte migrano verso nord, dove si preparano ad avere i loro piccoli, che di solito misurano 39 centimetri. Tuttavia, fin dalla nascita la prole si separa dalla madre, quindi non riceve alcun tipo di aiuto. Caratteristiche e habitat dello squalo azzurro.

Lo squalo azzurro è in pericolo!

Sebbene non si trovi ancora in pericolo di estinzione, lo squalo blu è a rischio. I principali fattori che ne minacciano la sopravvivenza sono la pesca a fini sportivi e commerciali, nonché la minaccia di altri predatori marini.

Gli squali azzurri vengono uccisi per produrre cibo per animali e esseri umani, cuoio e integratori alimentari con il loro fegato. Si stima che la loro popolazione sia stata ridotta tra il 50% e il 70% nell’Oceano Atlantico settentrionale e il 97% nel Mar Mediterraneo, e ciò principalmente a causa della pesca eccessiva.