Le immersioni con gli squali sono pericolose?

9 Ottobre 2019
Mantenere la calma ed evitare movimenti improvvisi sono alcune delle raccomandazioni da seguire per evitare l'attacco di uno squalo.

A meno che non siate esperti in materia, le immersioni con gli squali non sono una scelta molto comune tra le persone. Tuttavia, durante le immersioni è possibile ritrovarsi faccia a faccia con questo temuto mammifero marino e bisogna sapere cosa fare. In questo articolo, vedremo se le immersioni con gli squali sono pericolose.

Le immersioni nell’oceano comportano il fatto di entrare nell’habitat di alcuni predatori, per cui è necessario conoscere il loro comportamento. Inutile dire che questi suggerimenti sono utili ma non infallibili, quindi è meglio sapere bene cosa fare quando c’è il rischio di incrociare uno di questi pesci. Vediamo insieme se le immersioni con gli squali sono pericolose.

Precauzioni per le immersioni con gli squali

Fare l’escursione con la guida adatta

Quando si viaggia in spiagge sconosciute, spesso vengono offerte delle immersioni ai turisti. Le agenzie che offrono questo servizio devono conoscere tutti i siti di immersione sicuri e il tipo di fauna del luogo.

Ricordate che la fauna cambia a seconda delle diverse stagioni dell’anno. Questa questione dovrebbe essere affrontata con una guida esperta durante la pianificazione dei percorsi.

Pianificare le immersioni con gli squali

Con o senza guida, ognuno di voi deve assumersi la responsabilità di studiare le specie che circolano nelle acque da esplorare. Esistono varietà più o meno aggressive di squali ed è importante imparare a distinguerli in caso di incrociarne uno.

Un’altra questione riguarda la pianificazione dell’immersione con gli squali in relazione alle condizioni di visibilità dell’acqua, alla corrente, alla profondità ed all’attrezzatura che si ha a disposizione.

Nuotare con gli squali
La prima reazione è importante

Sebbene gli squali tendano ad allontanarsi in presenza di umani, una delle premesse chiave per fare un’immersione con gli squali è mantenere la calma e non fare movimenti improvvisi.

Queste precauzioni valgono anche quando si entra in acqua. Un’immersione fragorosa attirerà l’attenzione di questi animali. Il miglior consiglio è di comportarsi come un ospite rispettoso in presenza degli squali.

Mantenere il contatto visivo

Vale la pena sapere che gli squali sentono l’arrivo dei visitatori ancor prima di averli visti. Ciò significa che se uno squalo si avvicina, sarà per incontrare i nuovi arrivati.

Se gli squali decidono di avvicinarsi, bisogna mantenere il contatto visivo e fargli capire che la loro presenza è stata scoperta. Se sono abituati ad attaccare di colpo, questo comportamento li confonderà. Non bisogna smettere di osservarli anche quando si stanno allontanando.

Durante le immersioni con gli squali bisogna è indispensabile sapersi controllare

Una delle cose più difficili durante l’immersione con gli squali è far fronte all’impatto della loro presenza. Tuttavia, molte volte la vita del sub dipende da un efficiente autocontrollo. Oltre al contatto visivo, l’estrema immobilità del corpo manterrà lo squalo lontano e calmo. Le gambe e le braccia devono rimanere attaccate al corpo.

Non provare mai a toccare o immobilizzare lo squalo

La forza e l’agilità degli squali è impossibile da padroneggiare corpo a corpo, con le corde o qualsiasi altro oggetto. Inoltre, tentare di impedirne i movimenti aumenterà solo lo stress e l’aggressività dell’animale. È importante sottolineare che una volta che lo squalo inizia a difendersi, non si fermerà fino a mettere fine alla minaccia.

Le immersioni con gli squali sono pericolose
Non incrociare il suo cammino

È possibile che, nello stupore di imbattersi in uno di questi predatori marini, nuotiate senza meta con la sola intenzione di fuggire. Tuttavia, una regola d’oro durante l’immersione con gli squali è che incrociare il cammino di uno squalo può essere molto pericoloso: vedrà il nuotatore come una minaccia.

Non dare mai da mangiare agli squali

Nelle acque dove passano gli squali, è spesso vietato utilizzare esche per pesci o carne cruda per la pesca, perché, come si sa, il cibo aumenta l’eccitazione degli squali. Questo divieto viene raddoppiato se ci sono sub nella zona.

Cosa fare se lo squalo attacca?

È tempo di menzionare che le immersioni con gli squali sono pericolose e ci si espone ad un rischio di morte. Nel caso in cui l’animale si avvicina troppo, bisogna agire con serenità e precisione.

Innanzitutto, fate attenzione alle gambe e cercate di allontanare il tubo dell’ossigeno. Quindi, salite lentamente sulla barca.

Se non c’è tempo per scappare e lo scontro è inevitabile, un modo per contrattaccare è mettere le mani nelle branchie. Un altro punto debole dello squalo sono gli occhi, quindi premerli con forza può far allontanare il pesce.

Altri suggerimenti in caso di immersioni con gli squali

Piuttosto che avere paura, il rispetto sarà più efficace: la paura vi rende una preda facile. I movimenti lenti daranno fiducia allo squalo, che per un po’ si dimenticherà del suo istinto di caccia. Se l’incontro riesce a svolgersi in modo pacifico, il momento sarà, senza dubbio, magico ed indimenticabile.