Come addestrare un gatto a dormire la notte?

Addestrare un gatto a dormire la notte è quasi impossibile, ma ciò non significa che non possa essere addestrato a lasciarvi dormire in pace. Scoprite come farlo qui.
Come addestrare un gatto a dormire la notte?

Ultimo aggiornamento: 09 dicembre, 2021

I gatti domestici hanno abitudini notturne e crepuscolari. Molti di loro trascorrono la giornata facendo lunghi sonnellini e quando il sole tramonta e tutti dormono, si attivano e cercano i loro padroni. Pertanto, durante i periodi di insonnia molti si chiedono se sia possibile addestrare un gatto a dormire la notte.

Per quanto modificare la natura di questi felini sia impossibile, è invece possibile addestrarli a lasciare in pace i padroni mentre riposano. Se siete una di quelle persone che di notte non riescono a dormire tra miagolii e caccia ai piedi sotto le coperte, questo è l’articolo per voi.

Adattamenti dei gatti alla vita notturna

I gatti hanno un ritmo circadiano inverso a quello umano, ciò significa che la produzione di corticosteroidi avviene di notte. Al contrario, il rilascio di melatonina (responsabile della regolazione del sonno) è innescato dalla luce solare, provocando sonnolenza nell’animale. Questo meccanismo è qualcosa di impossibile da cambiare, poiché gestisce il normale funzionamento del corpo del gatto.

Questo ritmo sonno-veglia non è l’unica cosa che differisce dagli animali diurni, poiché il gatto si è adattato in altri modi per vivere al buio. Ecco i più importanti:

  • Visione crepuscolare: il gatto è in grado di vedere in condizioni di scarsa illuminazione. Ciò è dovuto al fatto che suoi occhi hanno un numero maggiore di bastoncelli (le cellule che raccolgono la luce dall’ambiente) e una membrana chiamata tapetum lucidum, che funge da specchio per “riciclare” la luce che fuoriesce dall’occhio.
  • Udito fino: quando si caccia al buio, il rilevamento della preda non può dipendere dal senso della vista. I gatti sono in grado di sentire anche il più piccolo rumore, poiché il loro sistema uditivo percepisce fino a 50.000 hertz di frequenza. Per darvi un’idea di quanto sia fino, quello umano raggiunge solo i 20.000 hertz.
  • Passo silenzioso: sicuramente non avrete mai sentito i passi di un gatto. Questo grazie ai cuscinetti che i gatti hanno sulle zampe e al modo in cui si muovono; infatti, quando si avvicinano alla loro preda, camminano piano per non fare rumore.

Come potete vedere, i felini non sono fatti per la vita diurna, poiché c’è troppa luce e troppo rumore nelle ore più trafficate della giornata. Tuttavia, nelle sezioni seguenti troverete informazioni utili per intrattenere il vostro gatto mentre dormite.

Un gatto che dorme la notte.

Come addestrare un gatto a dormire la notte?

La maggior parte delle richieste di attenzione notturne del vostro gatto domestico sono dovute alla noia e alla fame. Purtroppo non esiste una bacchetta magica o un interruttore che faccia sì che un gatto dorma la notte, ma potete seguire i passaggi seguenti.

Giocate con il vostro gatto durante il giorno

Il modo migliore per dormire un po’ di notte è stancarlo durante il giorno. Giocate con lui ogni volta che ne avete l’occasione, perché così farà esercizio, spenderà energie e il vostro legame si rafforzerà (e ovviamente, vi divertirete anche voi).

I giocattoli in stile canna da pesca sono l’ideale, in quanto consentono al gatto di saltare e cacciare con energia senza farsi male involontariamente.

Anche se vi divertite a giocare con il vostro gatto, ricordate di rispettare i suoi periodi di riposo. I gatti dormono dalle 12 alle 16 ore al giorno facendo pisolini intermittenti e privarli del sonno non è un metodo etico per farli restare attivi durante il giorno.

Condizionamento di base

Per poter dormire sonni tranquilli risulterà essenziale smettere di tenere nella vostra stanza i giochi e il cibo, poiché sono i 2 motivi principali per cui i gatti vanno dai loro padroni di notte. Per fare ciò, potete agire nei seguenti modi:

  • Chiudete la porta prima di andare a dormire: potreste dover sopportare diversi miagolii e manifestazioni d’ira prima che il gatto si abitui alla nuova situazione, ma siate pazienti.
  • Non rinforzate le loro richieste di attenzione: se rispondete ai giochi o alle sue richieste di cibo, continuerà a venire da voi la notte.
  • Non adattate la vostra stanza alle sue esigenze: portate fuori dalla stanza i giochi, le ciotole, le lettiere e tutto ciò che ha a che fare con il vostro gatto. Fino a quando non si sarà abituato alla nuova routine, non rispondete alle sue richieste di attenzione quando viene a cercarvi nella vostra stanza.

In questo modo, e poco a poco, il gatto imparerà che ci sono zone della casa in cui riposate e avete bisogno di tranquillità. È un condizionamento facile da ottenere se in casa si respira un clima di calma e rispetto reciproco.

Arricchimento notturno

Un altro modo per addestrare un gatto a non disturbarvi di notte è assicurarvi che non si annoi durante questo periodo. In questo modo, anche se non dorme, non avrà nemmeno bisogno di voi per mantenersi attivo. Ecco alcuni suggerimenti:

  • Installate una piattaforma sulla finestra: una mensola, un’amaca per gatti o qualsiasi superficie che gli permetta di guardare cosa c’è oltre il vetro andrà bene. La strada è una fonte inesauribile di stimoli che terrà occupato il vostro gatto.
  • Lasciate i giocattoli in giro per casa: se li ha a portata di mano, il tuo gatto potrà giocare quando vuole e non avrà bisogno di cercarvi per intrattenersi.
  • Se il vostro gatto riesce a regolarsi bene da solo con i pasti, mantenetegli la ciotola piena: se sta seguendo una dieta particolare, potete dargliela prima di andare a letto in modo che non abbia fame la sera.
  • Nascondete snack e cibo in casa: il foraggiamento è una delle attività che fa stancare di più gli animali.
Il letto del vostro gatto non è importante quanto il suo luogo di riposo.

Addestrare un gatto a dormire la notte, come potete vedere, non è la cosa migliore per lui e non è nemmeno qualcosa che si può cambiare naturalmente. Per questo facciamo un appello alla responsabilità e alla consapevolezza: è possibile accogliere in casa un animale e conviverci in modo etico anche se di giorno dorme e si attiva di notte.

This might interest you...
Orientale a pelo corto: tutto su questa razza
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Orientale a pelo corto: tutto su questa razza

L'Orientale a pelo corto si distingue per essere snello, con orecchie pronunciate e testa a forma di cuneo. Scoprite di più su questa incredibile r...



  • Sarah Zielinski, The Secret Lives of Feral Cats, Free-roaming, unowned kitties live differently from our beloved pets, SMITHSONIAN – Disponible en: https://www.smithsonianmag.com/science-nature/the-secret-lives-of-feral-cats-179790776/
  • Lesiuk, T. P., & Braekevelt, C. R. (1983). Fine structure of the canine tapetum lucidum. Journal of anatomy136(Pt 1), 157.
  • LEYVA, H., ADDIEGO, L., & STABENFELDT, G. (1984). The effect of different photoperiods on plasma concentrations of melatonin, prolactin, and cortisol in the domestic cat. Endocrinology115(5), 1729-1736.