Consigli per addestrare il vostro gatto

· 29 Marzo 2019
I gatti sono molto indipendenti e forse per questo motivo molti padroni non ci provano nemmeno ad addestrali. Eppure, con un po' di pazienza e qualche trucco, addestrare il vostro gatto è possibile

Addestrare il vostro gatto non è impossibile, anche se a volte lo sembra. Il segreto del successo quando si addestra un felino è trovare un modo per convincerlo a collaborare. Insomma, dovrà capire che c’è un patto fra di voi.

Quando si parla di “fare un patto”, i metodi disciplinari devono essere completamente esclusi. I gatti non imparano attraverso le punizioni o la disciplina. Inoltre, punire un gatto può causargli stress e di conseguenza problemi di salute e comportamentali.

Se state cercando di addestrare il vostro gatto, la pazienza e il rinforzo positivo sono essenziali. Non dimenticatelo.

 3 trucchi per addestrare il vostro gatto

Come abbiamo detto all’inizio, il trucco principale per addestrare il vostro gatto è motivarlo a vincere un premio.

Quindi, bisogna convincerlo che per lui valga la pena avvicinarsi quando lo chiamate, stare lontano dalla porta o scendere da un posto alto, per esempio.

Può sembrare strano, ma l’allenamento basato sulla ricompensa funziona anche per i gatti. L’aspetto più complicato è trovare ciò che realmente motiva il vostro gatto a obbedire. Cioè, qual è quella ricompensa per la quale è disposto a sacrificare la sua testardaggine.

Trovate ciò che realmente motiva il vostro gatto

Tutti i gatti sono sensibili a quel “qualcosa” che li motiva ad ubbidire. Di solito quel “qualcosa” è il cibo: formaggio, salsiccia, prosciutto, tonno, pollo, paté, fegato, un dolcetto speciale.

Il vostro gatto vi ubbidirà più facilmente se sa di ricevere qualcosa da mangiare in cambio.

Snack come premio per addestrare il vostro gatto

Ma non finisce qui: non dovete solo trovare ciò che fa impazzire il vostro gatto, dovete anche darglielo solo quando fa ciò che gli chiedete, in pratica quando “rispetta il patto”.

Inoltre, dovrete darglielo in piccole quantità, abbastanza per fargli venire l’acquolina in bocca e farglielo desiderare. Se è sazio, perderà la motivazione. Ma se è affamato, cercherà di ottenerlo in tutti i modi.

Se non sapete cosa fa impazzire il vostro gatto, scopritelo. Basterà offrirgli pezzi di cibi diversi fino a trovare ciò che più gli piace.

Usate un clicker per addestrare il vostro gatto

Un clicker è un piccolo dispositivo di plastica che emette un suono, appunto un “click”. L’idea è di portare il gatto a collegare il suono con il premio. Questo allenamento si basa sul riflesso condizionato.

Usare il clicker è molto semplice: lasciate il premio sul pavimento e, mentre il gatto lo mangia, premete il clicker.

Ripetete più volte. Con il passare del tempo, quando premerete il pulsante del clicker, il gatto comincerà a guardarsi intorno. Una volta ottenuto questo tipo di attenzione da parte sua, il vostro gatto sarà pronto per essere addestrato.

Tuttavia, è importante sottolineare che senza il clicker il gatto potrebbe sentirsi confuso sul motivo per cui viene ricompensato: se obbedisce ad un ordine, ascolta il ‘click’ e poi riceve un premio, è più probabile che pensi che il patto avvenga in modo naturale.

Gattino solleva la zampa

Tempo e pazienza per addestrare il vostro gatto

Ogni gatto ha i propri tempi per imparare. Ciò significa che l’esercizio deve essere ripetuto per diversi giorni o settimane, più volte al giorno, per brevi periodi. Coerenza e ripetizione sono fondamentali.

Se lasciate perdere l’addestramento per alcuni giorni, il gatto dimenticherà ciò che ha imparato. Allo stesso modo, se le sessioni di allenamento sono troppo lunghe, il gatto si annoierà e perderà interesse.

Quando il gatto è pronto

Quando il vostro gatto avrà imparato a rispondere al segnale del clicker, sarà pronto anche ad imparare a obbedire. Proprio così, i gatti possono imparare a rispondere ai segnali vocali.

Durante questo step nell’addestramento del vostro gatto dovrete produrre un rumore diverso prima di dargli da mangiare: aprite una borsa o una lattina, chiamatelo o fate schioccare la lingua. Il felino imparerà ad associare quel rumore con qualcosa di positivo (il cibo) e si rivolgerà a voi quando lo sentirà.

Una volta constatato che il gatto ha capito, il passo successivo è incoraggiare questo comportamento al di fuori dei normali tempi di alimentazione. Iniziate dalle brevi distanze.

Fate rumore, usate il clicker quando arriva il gatto e ricompensatelo con il premio. Quando questo meccanismo inizia a funzionare, chiamate il gatto da lunghe distanze e iniziate l’allenamento un po’ alla volta, in modo che obbedisca agli altri ordini.