Come allontanare i gatti randagi senza fargli del male

Per allontanare i gatti randagi senza far loro del male, è meglio adattare la casa e usare repellenti naturali. Qui vi raccontiamo tutti i trucchi sull'argomento.
Come allontanare i gatti randagi senza fargli del male

Ultimo aggiornamento: 10 dicembre, 2021

Allontanare i gatti randagi può essere una necessità per le persone con allergie, fobie o che si prendono cura di specie che potrebbero essere danneggiate dalla presenza di questi felini. Un cane che scappa di casa inseguendo un gatto randagio, una colombaia in un cortile o anche un altro felino in pericolo di contrarre malattie virali: sono tutti validi esempi di potenziali disavventure.

Naturalmente, anche i felini dovrebbero essere tenuti lontani dalla strada senza causare loro alcun danno. Allora come si fa? Esiste un metodo tanto efficace quanto etico? Questo articolo risponde a queste e altre domande, quindi non perdetevi nulla.

Cosa attrae i gatti randagi nelle case?

La prima cosa che dobbiamo sapere è perché i gatti si presentano a casa vostra e non altrove. Potremmo non scoprirlo mai, poiché si tratta di animali che percorrono lunghe distanze di notte in cerca di cibo. Forse la nostra casa è solo un’altra tappa del loro percorso.

Tuttavia, ci sono sempre alcuni fattori che devono essere controllati quando si tratta di relazione con gatti randagi. Per evitare che si avvicinino a casa nostra, la prima cosa a cui dobbiamo pensare è se la casa ha uno dei seguenti attrattivi:

  • C’è della spazzatura accessibile, quindi vanno a rovistarci dentro per nutrirsi.
  • Nella nostra casa o in giardino ci sono popolazioni di piccoli mammiferi e uccelli, come topi, passeri o uccelli domestici.
  • La casa ha angoli e fessure in cui i gatti possono ripararsi dal freddo o riprodursi.
  • Accogliamo nella nostra casa animali che li attraggono, come prede (roditori e uccelli) o altri gatti.
  • La casa fa parte del loro territorio e si avvicinano per effettuare la marcatura e cercare cibo.

Ci sono più ragioni per cui un gatto randagio potrebbe avvicinarsi a casa nostra, ma dipende dal nostro caso particolare. I consigli che troverete di seguito sono generali e validi per tutte le situazioni. Inoltre, vi consigliamo di aggiungere le vostre personali soluzioni alla formula di cui sopra.

I gatti selvatici possono essere attratti dalla nostra casa per molte ragioni. La presenza di animali da preda è una delle più ricorrenti.

Un piccolo gatto randagio.

Come allontanare i gatti randagi da casa o dal giardino

Esistono molti modi per tenere i gatti di strada fuori casa, dalle misure di base ai rimedi casalinghi. Il più efficace è utilizzare una combinazione di tutto ciò che è possibile eseguire, poiché alcune misure non sono efficaci da sole.

Misure di base

La prima cosa che dobbiamo fare è eliminare i motivi per cui i gatti di strada si avvicinano a casa nostra. Per farlo, eseguiamo queste misure di base:

  • Non lasciamo la spazzatura fuori e alla portata dei gatti.
  • Se diamo da mangiare agli uccelli selvatici della zona, usiamo mangiatoie per gatti alte e inaccessibili. Anche spostare il punto di alimentazione fuori casa è una buona misura, ma sempre a distanza di sicurezza da terra, alberi, recinzioni e altri punti alti.
  • Copriamo gli angoli e le fessure che potrebbero usare come riparo (ovviamente, senza lasciare rinchiuso nessuno dei gatti adulti o dei gattini).
  • Usiamo prodotti enzimatici per pulire la casa e l’esterno, specialmente nelle aree in cui i gatti fanno i propri bisogni.
  • Allontaniamo tutti gli animali che sono preda del gatto, come topi, ratti o uccelli. Naturalmente, non poniamo mai fine alla vita di un animale per questo scopo.

Rimedi casalinghi per allontanare i gatti randagi

Questi metodi si basano principalmente sull’uso di odori che i gatti detestano per tenerli lontani. I più efficaci sono i seguenti:

  • Agrumi: approfittiamo delle bucce di questi frutti (limoni, arance, pompelmi, ecc.) e mettiamoli in vasi e sui muri dove ci sono segni del passaggio di questi animali. Odiano l’acido citrico, quindi non impiegheranno molto a stare lontano dalla nostra casa.
  • Piante aromatiche: lavanda, timo, basilico ed eucalipto sono alcuni esempi di piante che respingono i gatti a causa del loro forte odore quando sono concentrate. Sono anche efficaci nel respingere alcuni insetti, come vespe o formiche.
  • Pepe: questa soluzione è un po’ più aggressiva delle altre. Spolverare il pepe in punti strategici del giardino o del patio provocherà prurito alle vie respiratorie del gatto, allontanandolo immediatamente. Fortunatamente, a lungo termine non farà danni misurabili all’animale.
  • Caffè: oltre ad essere un altro degli odori che i gatti odiano, è un ottimo fertilizzante per le piante. Certamente dobbiamo prenderci cura delle concentrazioni rilasciate.
  • Aceto bianco: spruzzare con aceto le aree in cui i gatti randagi urinano non solo li aiuta a stare alla larga, ma elimina efficacemente gli odori.

Barriere fisiche

Se riusciamo a costruire delle recinzioni o dei muri esterni con un’inclinazione verso l’esterno, impediremo ai gatti di arrampicarsi su di essi. Le reti protettive per felini sono anche una buona soluzione affinché gli animali non entrino in giardino o i nostri scappino.

Repellenti sintetici per allontanare i gatti randagi

Ci sono molti repellenti che vengono commercializzati per mandare questi animali fuori di casa, ma assicuriamoci che non causino loro alcun danno a lungo termine. Molti di essi sono realizzati con prodotti naturali e innocui per i gatti: nonostante ciò, cerchiamo di capire qual è il più adatto al nostro caso con l’aiuto del veterinario, poiché alcuni di essi potrebbero essere dannosi per altre specie della zona.

L’uso di repellenti sintetici dovrebbe essere sempre una delle ultime opzioni.

allontanare i gatti randagi

Va da sé che trappole, veleni e altre tecniche che danneggiano o spaventano questi animali non sono un metodo accettabile o efficace per sbarazzarsi della loro presenza. La fauna urbana ha lo stesso diritto alla vita di chiunque e deve essere rispettata, che ci piaccia o meno la sua attività nell’ambiente.

Infine, se queste soluzioni non dovessero funzionare, proviamo a contattare le associazioni e i tutori delle colonie feline della nostra zona. Queste persone hanno conoscenze e risorse molto utili per gestire la presenza di questi animali nel modo più etico possibile.

Potrebbe interessarti ...
Colonie feline: in cosa consistono?
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Colonie feline: in cosa consistono?

In quasi tutti i paesi del mondo ci sono colonie feline. Sapete cosa sono? Vi insegniamo a distinguerle e come contribuire al loro benessere.