Come comunicare con un criceto: una guida

18 Novembre 2019
Fiducia, linguaggio del corpo e suoni sono i principali elementi di cui i criceti si servono per comunicare con le persone.

I criceti sono animali domestici ideali per chi vive in una casa di piccole dimensioni. Sono ideali anche per chi desidera la compagnia di un animale domestico, ma non ha l’opportunità di trascorrere molto tempo con lui. Per rendere felici questi animaletti, è essenziale che vi sia una buona comunicazione con loro. Vediamo allora come comunicare con un criceto.

I criceti vivono in media tra i 2 e i 4 anni. Le attenzioni di cui hanno bisogno sono molto poche rispetto a quelle richieste da un cane o un gatto. Infatti, farli uscire dalla gabbia e farli esercitare per circa cinque minuti sarà sufficiente.

Dato che sono così piccoli, i criceti non mangiano grandi quantità di cibo e bisogna stare anche attenti a quanto cibo si offre loro. Questi piccoli roditori sono piuttosto sensibili, quindi è essenziale che la comunicazione tra animale e padrone funzioni correttamente. Ecco in che modo possiamo comunicare con un criceto.

Comunicare con un criceto criceto con il cibo

Il modo migliore per addestrare un criceto è allevarlo fin dalla tenera età. In questo modo, potrete usare il cibo per educarlo, farlo calmare e comprendere i suoi comportamenti.

La corretta alimentazione del criceto consiste in una dieta ricca di sali minerali, fibre, povera di grassi e con molte vitamine. Tutto ciò sarà necessario per far sopravvivere a lungo il vostro amico roditore.

Queste proprietà possono trovarsi nei cereali e nei semi, che contengono le fibre necessarie per la dieta. Nel caso delle vitamine, esse aiutano a rendere il criceto pieno di energia. Inoltre, si raccomandano frutta e verdura.

Alimentazione del criceto

Tutti questi alimenti devono essere offerti al criceto in piccole quantità e con cautela. I resti di cibo che rimangono nella gabbia e vanno a male potrebbero causare danni alla salute del criceto. Pertanto, il cibo secco che potete facilmente trovare nei negozi di animali è altamente raccomandato, poiché non scade facilmente.

Ciò che è severamente vietato nella dieta di un criceto sono: sale, cioccolato, grassi e dolci in generale. È meglio anche evitare che mangi le verdure bagnate, il prezzemolo, l’uva, le carote, le barbabietole o le verdure congelate.

Comunicare con il criceto attraverso la fiducia

Oltre al cibo, c’è anche un altro modo per comunicare con il criceto ed è attraverso la voce e le mani. Infatti, in questo modo si può dimostrare al roditore che può fidarsi di voi.

Alle persone che hanno abbastanza tempo libero da dedicargli, si consiglia di prendere il loro piccolo amico tra le mani, senza stringerlo forte, ma con abbastanza forza per evitare che scappi. La prossima cosa da fare sarà osservare cosa fa il criceto.

Un altro modo in cui è possibile comunicare con un roditore è emettere suoni che vengono usati solo con lui o, occasionalmente, parlargli da lontano. In questo modo, il piccolo roditore inizierà a saltare verso le vostre mani per essere coccolato. Ecco in che modo i criceti comunicano con le persone.

Il linguaggio del corpo del criceto

Oltre a queste linee guida che abbiamo visto, ci sono anche altri elementi del linguaggio del corpo del criceto: possono essere osservati dal modo in cui si muove.

Criceto in una mano

Quando allunga lentamente il corpo, significa che il vostro piccolo amico è felice e rilassato. Tuttavia, se si muove in modo compulsivo, si contrae o giace sulla schiena, è perché sente una minaccia e ha paura.

I criceti affrontano la paura e il sentimento di minaccia piegando le orecchie o mantenendo la coda eretta.

Se il criceto salta, scava e trasporta oggetti da un posto all’altro della gabbietta, significa che è di buon umore. Nel caso in cui il criceto porti molto materiale nel suo nido, potrebbe prepararsi ad avere i suoi piccoli ed è un momento in cui dovreste lasciarlo da solo.

Quando il criceto non vuole farsi prendere, potrebbe essere solo stanco ed è tempo di lasciarlo riposare nella sua gabbia. Quando sbadiglia o dimostra di essere irritabile, è consigliabile lasciarlo riposare. Vediamo in che modo i criceti comunicano con le persone.

Il criceto comunica attraverso i suoni

Un altro modo in cui un criceto comunica con il suo padrone è attraverso i suoni. Quando un criceto sbuffa, grida o digrigna i denti significa che si sente minacciato.

Quando fa dei versi e ringhia, sta comunicando aggressività e la necessità di spazio e tranquillità. Alcune femmine emettono anche dei leggeri segnali acustici per chiamare i loro piccoli a mangiare o perché vogliono che le stiano vicino.

Tenete presente che i criceti sono molto territoriali e amano strofinare la pancia per segnare il territorio. Sono anche animali notturni, quindi è meglio non farli stare in luoghi della casa troppo illuminati.