Come prendersi cura di una tartaruga d’acqua

4 Agosto 2019
Per prima cosa, è essenziale fornirle un'alimentazione completa ed equilibrata, per evitare deficit nutrizionali che favoriscono lo sviluppo di numerose patologie

La tartaruga d’acqua è diventata un animale domestico molto popolare, soprattutto tra i bambini. Prendersi cura di una tartaruga d’acqua è abbastanza semplice, tuttavia questo rettile ha bisogno anche di alcuni accorgimenti di base che aiutano a preservare la sua salute. In questo articolo, vi daremo delle utili linee guida su come prendersi cura di una tartaruga d’acqua.

Come prendersi cura di una tartaruga d’acqua

1. Scegliere l’acquario ideale

Tenete presente che una tartaruga d’acqua domestica trascorrerà tutta la sua vita all’interno dell’acquario. Pertanto, per prendersi cura di una tartaruga d’acqua è essenziale scegliere l’acquario ideale, in cui il vostro animale domestico possa trovare le condizioni ottimali per il suo sviluppo.

In questo senso, è essenziale ricordare che le tartarughe d’acqua possono crescere molto dal loro arrivo nella nuova casa. In generale, gli allevatori e i negozi di animali mettono a disposizione degli esemplari che hanno solo poche settimane di vita e che possono arrivare a quadruplicare le loro dimensioni in età adulta.

Pertanto, per prendersi cura di una tartaruga d’acqua è importante conoscere le caratteristiche della sua specie e scegliere un acquario di dimensioni adeguate. Le tartarughe d’acqua sono attive e amano nuotare liberamente per esercitarsi ed esprimersi.

Tartarughe che nuotano

In pratica, il terrario di questi rettili dovrebbe essere abbastanza grande da permettergli di nuotare e muoversi comodamente. In generale, si raccomanda che le dimensioni dell’acquario siano tre o quattro volte più grandi della tartaruga.

2. Preparare l’acquario per la cura di una tartaruga d’acqua

Le tartarughe d’acqua sono “specie a sangue freddo”, cioè regolano la propria temperatura corporea in base alle condizioni ambientali. Questo meccanismo di termoregolazione – a partire da fattori esterni all’organismo – è chiamato pecilotermia e si può osservare in numerose specie di rettili.

Ciò significa che la tartaruga trascorrerà molte ore sott’acqua, ma avrà anche bisogno di uno spazio asciutto dove poter prendere il sole, asciugare il corpo e regolare la temperatura corporea. Per garantire la disponibilità di luce, soprattutto in inverno, si può installare una lampada in qualche angolo strategico dell’acquaterraio.

prendersi cura di una tartaruga d'acqua

La temperatura ottimale dell’acqua nel terrario della tartaruga dovrebbe essere compresa tra i 24 ºC e i 26 ºC. Per mantenere questa temperatura ideale durante tutto l’anno, è possibile utilizzare un sistema di riscaldamento specifico, frequentemente utilizzato per gli acquari e gli stagni.

3. Fornire una dieta bilanciata

Una corretta alimentazione è fondamentale per prendersi cura di una tartaruga d’acqua, poiché è essenziale per lo sviluppo delle sue capacità fisiche e cognitive. Il tipo di dieta dipenderà dall’età, dalla specie e dallo stato di salute.

In generale, le tartarughe devono consumare una gran quantità di proteine ​​durante il periodo di crescita, che si estende fino al terzo anno di vita. In questa prima fase di sviluppo, il rettile ha una crescita accelerata e la sua alimentazione deve contenere buone fonti di proteine ​​animali, come vermi, grilli, piccoli pesci e crostacei.

A partire dal terzo anno di vita, la tartaruga ridurrà gradualmente il consumo di proteine ​​animali fino a diventare per lo più erbivora. Si raccomanda di includere alghe, foglie verdi e lattuga commestibili nella dieta per prevenire i sintomi di costipazione che sono comuni in queste specie.

Dieta per la tartaruga

È possibile trovare il cibo adeguato per le tartarughe d’acqua nei negozi specializzati. Per prendersi cura di una tartaruga d’acqua, bisogna scegliere cibi che contengano le proporzioni equilibrate in base alle esigenze nutrizionali di ciascuna specie. Tuttavia, in generale, si consiglia vivamente di integrare anche cibi freschi e naturali per arricchire la dieta della vostra tartaruga.

4. Cibi vietati per le tartarughe d’acqua

Qui di seguito, elencheremo i cibi che non dovrebbero essere inclusi nella dieta di una tartaruga d’acqua, poiché possono essere tossici.

  • Verdure: evitare peperoni, fagioli, funghi, asparagi, patate dolci e zucche.
  • Carne: non è consigliabile dar da mangiare carni rosse o bianche ad alto contenuto di grassi alle tartarughe d’acqua. Le migliori fonti di proteine ​​animali per loro sono pesci, vermi, crostacei e piccoli insetti.
  • Frutta: la frutta indicata per la tartaruga d’acqua sono mele, pere, angurie e meloni. Si consiglia di non dare loro da mangiare agrumi o banane.

5. Medicina preventiva

Come altri animali domestici “tradizionali”, anche le tartarughe d’acqua possono ammalarsi facilmente se non ricevono un’adeguata medicina preventiva. La scarsa igiene dell’acquario è di solito la principale causa di malattie nelle tartarughe d’acqua, poiché favorisce la proliferazione di microrganismi e agenti patogeni.

Tra le azioni fondamentali per prendersi cura di una tartaruga d’acqua, è essenziale mantenere un’igiene ottimale dell’acquario e cambiare l’acqua almeno una volta alla settimana. Una pulizia profonda deve essere eseguita almeno una volta ogni due mesi, con sapone neutro e acqua calda.

Ultimo ma non meno importante, è necessario effettuare delle visite presso un veterinario specializzato ogni sei mesi per verificare lo stato di salute della vostra tartaruga d’acqua.

Prendersi cura di una tartaruga d’acqua non è difficile e se seguirete i nostri consigli, la vostra tartaruga vivrà a lungo e in ottima salute!

  • Tetra.net. Iniciación al cuidado de tortugas de agua. Extraído de: https://www.tetra.net/~/media/downloads/brochures_spain/t064747-turtle_es-brochure.pdf
  • petco.com. Tortuga acuática. Extraído de: https://www.petco.com.mx/pdf/Tortuga%20Acuatica%20ok.pdf