Come respirano i gatti? In 9 modi differenti

16 Ottobre 2017

I gatti sono creature misteriose e affascinanti, animali di cui ancora sappiamo molto poco. Una delle domande classiche che spesso sentiamo fare, è: come respirano i gatti? Una questione apparentemente banale ma che richiede un certo approfondimento. La biologia, infatti, indica che esistono almeno 9 modi differenti, e principali, in cui i felini domestici respirano.

I 9 modi in cui respirano i gatti

Ciò che stupisce, oltre al numero, sono le differenze evidenti tra questi 9 modi di respirare del gatto. In alcuni casi, come vedremo, il singolare modo di respirare indica un determinato stato d’animo o anche la presenza di determinate patologie. Iniziamo allora il nostro curioso viaggio alla scoperta di come respirano i gatti.

Respirazione rapida

Questo tipo di azione respiratoria è un indicatore del fatto che sta succedendo qualcosa di anomalo. Se il vostro gatto respira in modo particolarmente rapido, ciò può essere sintomatico della presenza di un disturbo. Stress, febbre, dolore diffuso, un colpo di calore o uno stato d’animo di eccessiva eccitazione.

Se tale comportamento perdura, è buona norma rivolgersi al veterinario. Il medico potrà aiutarvi a scartare ipotesi gravi, come nel caso di una malattia ai polmoni o al cuore, fino al diabete. Conoscere e rilevare la cause della respirazione rapida è fondamentale per apportare una soluzione efficace.

Respirazione Lenta

Come respirano i gatti? In 9 modi differenti

In questo caso le probabilità si riducono a una casistica ben documentata. Se il vostro gatto respira in modo lento, ciò potrebbe essere causato da avvelenamento o encefalite. Spesso si tratta anche di conseguenze relative ad un forte shock. State molto attenti ai repentini cambiamenti nel ritmo della respirazione: intervenire in modo rapido è di vitale importanza per la salute dell’animale.

Sussulti

Questo tipo di respirazione è normale se si presenta immediatamente dopo un ciclo di attività fisica. Correndo, saltando o giocano, un cambiamento lieve nella respirazione è piuttosto normale. Si tratta di un sistema automatico che i gatti sfruttano per abbassare la temperatura corporale. Il sudore, inteso come vapore acqueo, viene esalato dalla bocca dell’animale, realizzando uno scambio con l’aria fresca esterna.

Respirazione Rumorosa

Fate molta attenzione se percepite un rumore distinto prodotto a livello delle vie respiratorie. Potrebbe trattarsi di una malattia o anche di una pericolosa occlusione. Portate immediatamente il gatto dal veterinario in modo da realizzare gli adeguati accertamenti e risolvere l’incidenza.

Respirazione Ruvida

Questa sensazione si produce nel momento in cui l’aria attraversa un condotto più stretto del previsto. Se il vostro gatto inizia ad avere, all’improvviso, una respirazione ruvida, è possibile che si tratti di uno restringimento delle corde vocali. La causa? Probabilmente la presenza di un oggetto che sta ostruendo quella zona.

Respirazione Sibilante

Con questo termine ci riferiamo a un rumore, simile a quello emesso dalle persone asmatiche, prodotto durante l’inalazione o l’esalazione. Le cause vanno ricercate in un restringimento della trachea o dei vasi bronchiali.

Questo rumore, apparentemente inoffensivo, è la prova della presenza di asma, patologie batteriche, problemi cardiaci o accumulo di peli. Anche in questo caso, meglio non indugiare e recarsi subito dal veterinario.

Respirazione Superficiale

Che si tratti di umani o di animali, in generale, i mammiferi respirano in maniera profonda. Se il vostro gatto, al contrario, non riesce a compiere l’azione respiratoria in modo completo, dovete cercare le cause in una possibile frattura o lesione delle costole. Insomma, l’animale non riesce a sfruttare pienamente tutta la capacità polmonare.

In casi meno gravi, potrebbe trattarsi semplicemente di eccesso di muco nel petto. Cercate di capire se il gatto prova dolore nel coricarsi, muoversi e se preferisce mantenere una certa immobilità.

Miagolio

Come respirano i gatti? In 9 modi differenti

Cosa c’entra il miagolio con la respirazione? Ebbene, se il vostro gatto miagola in modo eccessivo e continuato, ciò può essere sintomo di un malessere anche grave. Attraverso questo singolare tipo di respirazione, infatti, il gatto cerca di comunicare il dolore.

Non appena riscontrate un comportamento di questo tipo, rivolgersi al veterinario è sicuramente la migliore scelta.

Le Fusa

Questo suono, o brontolio, tipico dei felini è il risultato di uno sforzo respiratorio. Per comunicare piacere o appagamento, il gatto è in grado di gestire il flusso di aria in entrata ed uscita, provocando il tipico rumore delle fusa.

Attenzione però: non sempre questo atteggiamento ha connotazioni positive. In alcuni casi, se il gatto fa le fusa, magari in modo eccessivamente pronunciato o in momenti poco opportuni, potrebbe voler comunicare un disagio. Se notate qualcosa di strano, chiedete consiglio al vostro veterinario che vi ragguaglierà circa il da farsi.