Come trattare il naso secco nel cane

28 maggio, 2018

Il naso di un cane è molto particolare perché è sempre bagnato. Stiamo parlando dello strumento principale che questi animali domestici usano per conoscere e scoprire l’ambiente circostante. La sua umidità è un segno di benessere. Ecco perché, in caso di naso secco nel cane, è bene capire cosa sta succedendo al vostro amico a quattro zampe.

Uno strumento per conoscere il mondo

I cani dipendono molto dall’olfatto, il senso più sviluppato in assoluto. Lo usano per scoprire tutto ciò che li circonda, per muoversi, orientarsi e interagire con altri esseri viventi. In effetti, l’olfatto dei cani può essere fino a 5 volte più sviluppato rispetto a quello degli esseri umani. Capite bene che è essenziale che sia protetto e tutelato.

Il naso secco è un segnale di allarme per ogni proprietario, ma non dovete preoccuparvi. Spesso e volentieri si tratta di un disturbo passeggero, facile da trattare. Esistono molteplici fattori che possono innescare questa anomalia. Come, per esempio, la disidratazione o l’eccessiva esposizione al sole.

I problemi che si presentano con il naso secco nei cani sono vari. La conseguenza più diretta è la perdita dell’olfatto in una certa misura, dato che gli animali colpiti non possono più annusare in modo corretto. Possono presentarsi, poi, problemi di irritazione e in alcuni casi dolore moderato o grave, a seconda dei casi.

Ci sono diverse malattie che possono manifestarsi attraverso il sintomo del naso secco. Come il cimurro e l’ipercheratosi. Quest’ultimo individua una sintomatologia un po’ più seria, dato che la pelle del naso diventa squamosa e può sanguinare in abbondanza, se non trattata correttamente.

un cane dorme con la testa tra le coperte

Se notate le caratteristiche di quest’ultima problematica o sospettate la presenza di un’altra malattia, è meglio consultare immediatamente il veterinario per evitare un possibile aggravamento della situazione. Vediamo ora come affrontare il problema del naso secco del cane e come risolverlo.

Come trattare il naso secco nel cane?

Gestire questa situazione è più semplice di quanto molti credano, purché non si tratti di uno sintomo di una malattia più grave. Una volta sicuri che non è nulla di allarmante, è ora di prendersi cura del naso del vostro miglior amico.

Una delle azioni principali, per prevenire la secchezza nel naso del cane, è di mantenere l’animale ben idratato. Per riuscirci, avrete bisogno di fornirgli acqua fresca, diverse volte al giorno. Inoltre, è una buona idea non esagerare con l’esposizione al sole, specialmente in estate.

Se il problema non viene risolto, dovrete intervenire anche sui prodotti usati per il bagno. Può darsi che  i prodotti che state usando secchino eccessivamente la pelle del vostro cane. Scegliete shampoo e bagnoschiuma per animali, capaci di rispettare il loro pH. Ricordate di non usare mai prodotti per le persone.

Pulite il naso dell’animale con acqua e sapone per animali con questo problema. In tal modo, eliminerete i batteri presenti nell’area. Ciò darà molto sollievo al vostro amico. Cercate di non fargli inalare la schiuma, durante questa operazione di pulizia.

un cane mentre viene lavato con del sapone

Applicate vaselina o prodotti simili sul naso dell’animale. Queste creme grasse lo aiuteranno a idratare il naso, proteggendolo da agenti esterni, come il sole, il vento o il freddo. Ma non esagerate con la quantità. Il cane si lecca il naso in continuazione e potrebbe inghiottirne una quantità considerevole. Una volta terminato, aspettate l’evolversi della situazione, durante il giorno.

Un metodo alternativo

È simile a quello descritto nel paragrafo precedente. Stavolta, invece di usare un sapone speciale, è necessaria una lozione elaborata apposta per la pelle dei cani. La marca del prodotto non ha importanza,  ma vi raccomandiamo Dermozym visto che non presenta controindicazioni, nella maggior parte dei casi.

È sufficiente distribuirla sul naso due volte al giorno, evitando di esagerare con la quantità in modo che l’animale non ne ingerisca troppo, per via di leccarsi continuamente. Allo stesso modo, la sua evoluzione dovrebbe essere monitorata a distanza di uno o due giorni.

Prima di usare qualsiasi prodotto, lo ricordiamo, è sempre meglio consultare il veterinario, poiché può indicarvi una lozione o pomata più adatta, a seconda del caso specifico. Inoltre, grazia alla visita potrete avere la certezza di escludere qualcosa di più serio.