Medicina veterinaria naturale e olistica

In questo articolo vi parleremo della medicina veterinaria naturale e olistica. Si tratta di un tipo particolare di medicina veterinaria alternativa che considera la malattia come parte di un tutto e utilizza solamente cure di tipo naturale. L’animale malato non viene seguito solo da un punto di vista fisico, ma anche psicologico e nel suo rapporto con l’ambiente e gli altri. Vediamo di conoscere meglio questo tipo di medicina che, in molti paesi, sta prendendo sempre più piede.

Particolarità della medicina veterinaria naturale e olistica

Coloro che trattano gli animali con questo metodo, scelgono una medicina totalizzante basata sulla prevenzione. Come succede con gli esseri umani, quando si pensa di prevenire i disturbi della salute ci sono diverse possibilità.

La medicina tradizionale è ancora quella più diffusa in tutto il mondo. Ma possono essere ricercate anche metodologie di cura più naturali e integrali. In quest’ultimo caso, la medicina veterinaria naturale e olistica si concentra sugli animali nel loro complesso. E usa, per trattare eventuali patologie, esclusivamente quegli elementi che si trovano in natura.

Di cosa si tratta?

Questo tipo di medicina ritiene che l’origine di ogni malattia sia dovuta a diversi fattori. Tra questi, è possibile distinguere una matrice fisica, ma anche un’altra emotiva, persino energetica e ambientale.

L’obiettivo è partire dal “tutto” per poter rispondere alle esigenze concrete delle diverse problematiche, studiando ogni caso in particolare. E ha bisogno della collaborazione dell’organismo per attivare i processi di guarigione dentro di sé. Vale a dire che sfrutta le capacità di auto-guarigione dell’organismo, che devono essere stimolate e innescate.

Le sue modalità: quale scegliere

Quando si sceglie una medicina veterinaria naturale e olistica, è necessario considerare in quale stadio della malattia si trova il vostro animale domestico: fase iniziale di diagnosi e prevenzione, fase clinica e fase di convalescenza.

un husky marrone visitato da un veterinario con barba e occhiali

In questo caso, deve essere fatta una diagnosi completa. Si tratta di un momento molto importante che sarà fondamentale per il successo delle terapie. Sulla base di questa analisi, verrà infatti scelto il metodo di cura più appropriato, per garantire la guarigione. Ed è possibile che i diversi tipi di medicina possano talvolta intervenire assieme:

  • Medicina tradizionale cinese e agopuntura: ha più di 4000 anni. Si basa sull’attivazione del potere curativo dell’organismo stesso. Sfrutta le tecniche di agopuntura, digitopressione, erbe cinesi e anche massaggi.
  • Agopuntura: già usata nel 113 a.C., è particolarmente indicato come metodo di prevenzione. Si consiglia per trattare varie malattie funzionali, come paralisi, allergie o per trattare il dolore.
  • Omeopatia: è una disciplina in cui vengono somministrate all’animale sostanze che riproducono i segni clinici di animali sani. I trattamenti variano da esemplare a esemplare.
  • Fitoterapia veterinaria: basata sulla medicina popolare, utilizza piante e derivati ​​per curare le malattie.
  • Terapie floreali: si basa sulle scoperte di Edward Bach, utilizza essenze floreali per armonizzare l’organismo. Negli animali, è consigliato per disturbi fisici e psicologici.
  • Medicina nutraceutica: usa integratori nutrizionali, micro e macronutrienti per trattare i possibili disturbi.
  • Medicina fisica veterinaria: è consigliata per il trattamento delle lesioni. È un metodo di riabilitazione non invasivo che utilizza stretching, massaggi, raggi laser, fonti elettriche, idroterapia, ecc.

Perché scegliere la medicina naturale e olistica?

In primo luogo, per definire la modalità di cura, la diagnosi deve essere realizzata e presa in considerazione molto seriamente. Al pari dello stadio in cui si trova la malattia. Questo renderà possibile stabilire un trattamento preventivo o se, invece, è necessario curare subito la patologia in stato avanzato.

un golden retriever nel letto con i padroni

In secondo luogo, tenete presente che queste diverse tipologie di medicina alternativa non precludono altri interventi. Qualsiasi terapia naturale e olistica potrà sempre essere integrata, nel momento opportuno, dalle normali cure della medicina tradizionale.

Cosa sapere sulla medicina naturale e olistica?

Queste sono le basi fondamentali della medicina naturale:

  • La natura fornisce molteplici elementi, per prevenire e curare i disturbi.
  • Usa metodi non invasivi.
  • Considera la malattia, non un prodotto di un fattore, ma nella sua interezza. Ha radici nel fisico, nella sfera emotiva, energetica, tutti elementi che vanno trattati insieme.
  • Cure e diagnosi sono individuali. Ogni animale sperimenta e manifesta ogni disturbo in modo diverso.
  • Considera l’organismo come il principale fattore di guarigione e attiva i suoi meccanismi di auto-guarigione.
  • L’alimentazione naturale come stile di vita è un aspetto chiave nella prevenzione.
  • L’obiettivo è garantire il massimo benessere e qualità della vita all’animale.

Consigli per decidere

Conoscere le basi e le modalità della medicina olistica e naturale è il primo passo per conoscerla e avvicinarsi o meno ad essa. Se l’argomento vi incuriosisce, il primo consiglio è trovare un professionista specializzato in questo tipo di cure. Si tratta di una scelta importante, dal momento che questo veterinario dovrà sempre avere, come obiettivo, il benessere del vostro amico a quattro zampe.

Tenete presente che la prevenzione e la diagnosi sono fondamentali in questo tipo di trattamento. Pertanto, osservate il vostro animale in cerca di possibili sintomi, per poter riconoscere un’eventuale malattia quando è ancora nella sua fase iniziale e meno critica.

Insomma, è positivo aprirsi verso le possibilità offerte da questo tipo di medicina. Vale sicuramente la pena informarsi e cercare alternative, specialmente se le metodologie tradizionali non vi soddisfano. La premessa della medicina veterinaria naturale e olistica è di ripristinare l’equilibrio nell’organismo dell’animale e offrirgli una migliore qualità della vita.

Categorie: Salute Tags:
Guarda anche