Comportamento dei gatti quando piove

· 25 luglio 2018

È risaputo che, alla maggior parte dei gatti, non piace bagnarsi. In effetti, è qualcosa che evitano il più possibile. Questo brutto rapporto è probabilmente frutto della natura dei primi felini, che abitavano zone aride in cui la presenza di acqua era molto scarsa. In questo articolo cercheremo di capirne di più, parlandovi del comportamento dei gatti quando piove.

I loro antenati, i grandi felini dell’Europa, dell’Africa e del Medio Oriente, vivevano in luoghi desertici. L’abitudine di cacciare e spostarsi in habitat così inospitali sicuramente influisce anche sul comportamento dei gatti quando piove. Vediamo di approfondire questo interessante argomento.

Comportamento dei gatti quando piove: perché temono l’acqua?

I gatti sono stati addomesticati dall’uomo circa 9.500 anni fa. Questo nuovo rapporto gli ha ulteriormente allontanati da un qualsivoglia contatto con l’acqua. Non a caso, iniziarono ad entrare nelle case specialmente durante le giornate di freddo o pioggia, occupando il loro posto magari in grembo al proprietario o vicino al focolare.

Inoltre, nel corso della storia hanno sempre inteso l’acqua come una fonte di grandi pericoli. E’ l’habitat di alcuni predatori del loro ambiente naturale, come serpenti o coccodrilli.

due gatti dormono su scrivania mentre piove

Sentimenti contraddittori

L’acqua provoca nei felini una sensazione di ammirazione, curiosità e sorpresa. Ma anche sfiducia e paura. Produce una miscela di attrazione e repulsione.

La buona notizia è che i gatti possono essere abituati all’acqua quando sono ancora piccoli. È importante eseguire questo processo poco a poco, con pazienza e se il vostro animale domestico non ha più di 6-8 mesi di vita.

Potreste, per esempio, allenare il micio al contatto con questo liquido. Bagnandolo dolcemente con acqua tiepida, poiché il calore lo conforterà. Anche senza dirigere il getto della doccia o del lavandino direttamente. Meglio usare un panno umido e pochissima acqua. Questo approccio progressivo e graduale lo aiuterà a prepararsi psicologicamente. Scegliete un momento opportuno, un ambiente favorevole e pacifico, in cui gli unici elementi presenti siano benessere e calma.

Come reagiscono i gatti alla pioggia?

È vero che la maggior parte dei mici si accovaccia in un luogo caldo e sicuro, al chiuso, quando piove. Succede anche che molti dei gattini preferiscano uscire fuori quando piove. In questo modo si abituano all’acqua velocemente.

Perché il vostro gatto esce quando piove?

  • La pioggia, forse, gli fa venire voglia di fare i suoi bisogni. In questi casi è meglio lasciarlo fare e sopportare il fatto che possa tornare bagnato e sporcare un po’ l’ingresso di casa.
  • Quando piove, le strade di solito sono molto più vuote e silenziose del solito. Questo scenario, con meno esseri umani o animali, gli permetterà di esplorare l’ambiente in maniera più tranquilla e con meno stress.
  • La pioggia elimina la sporcizia e i cattivi odori. I gatti possono essere interessati a vedere cosa c’è di nuovo fuori. Non dimenticate che questi animali sono molto sensibili agli odori e forse desiderano controllare cosa è cambiato nel loro ambiente abituale.
  • In relazione al punto precedente, la pioggia cancella anche le marcature territoriali dei gatti dominanti. Grazie al “lavaggio” offerto dalla natura, potranno ispezionare anche quei luoghi precedentemente vietati.
  • La pioggia può essere un grande alleato quando devono cacciare. I piccoli animali di solito escono per bere acqua dalle pozzanghere che si formano con l’acqua piovana.
  • Va ricordato che la pioggia attenua sia l’odore che il suono emessi dal vostro felino. Ciò facilita enormemente il compito di catturare una nuova preda.
Micio guarda fuori finestra durante pioggia

Comportamento dei gatti quando piove forte: che fare?

Generalmente, i gatti cercano un posto caldo e sicuro dentro casa, prima e durante una tempesta. Tra le altre cose, perché tendono ad essere irrequieti e hanno bisogno di rilassarsi.

Se sapete che il vostro gatto ha paura di lampi e fulmini, dovrete evitare che il temporale lo colga fuori casa: fatelo rientrare e aiutatelo a trovare un posto che lo tranquillizzi. Se il gatto ha già trovato riparo, è meglio non disturbarlo e rispettare la zona di protezione scelta.

In questi casi, quando il gatto può anche avere la fobia di una tempesta, voi proprietari dovrete rimanere i più calmi possibile, trasmettendo sentimenti positivi al vostro animale. In questo modo, eviterete di passare ulteriore ansia e stress al piccolo felino di casa.