Consigli del veterinario per un'adozione responsabile di cani e gatti

L'adozione è una delle migliori decisioni che potrete prendere nella vostra vita. Tuttavia, è qualcosa da fare in modo responsabile per garantire il benessere dell'animale.
Consigli del veterinario per un'adozione responsabile di cani e gatti
Sara González Juárez

Scritto e verificato da lo psicologo Sara González Juárez.

Ultimo aggiornamento: 07 gennaio, 2023

È facile entrare in sintonia con lo sguardo di un animale, soprattutto con quelle specie che sono state al nostro fianco per milioni di anni, imparando a comunicare con noi. Questo spesso suscita in noi la voglia di portarceli a casa, ma proprio per questo siamo qui: per parlare di adozione responsabile di cani e gatti.

La propaganda si è concentrata principalmente sul mettere fine alla vendita di animali, com’è giusto che sia. Anche se sempre più persone stanno optando per l’adozione piuttosto che per l’industria che li “produce”, è necessario parlare di responsabilità anche quando vengono portati via da un rifugio. Pertanto, ecco alcuni suggerimenti per prendere questa decisione in modo ponderato.

Adozione e abbandono

Sicuramente vi siete imbattuti in campagne che cercano di scoraggiare le persone dall’acquistare animali, e ancora di più in periodi specifici, come il Natale. Questo perché l’atto di comprare una vita fa concepire l’animale come un oggetto, compromettendone il benessere. A sua volta, questa concezione (sempre inconscia) aumenta le possibilità che quell’animale finisca per strada.

Solo parlando di cani e gatti, la cifra relativa agli abbandoni in Italia sale a quasi 101.309 casi. Questo numero è salito alle stelle a partire dalla pandemia, periodo durante il quale molte persone hanno acquistato o adottato animali per far fronte alla quarantena COVID-19. Tuttavia, tornando alla loro vita quotidiana, non volevano più assumersi la responsabilità della loro decisione.

Sebbene si registri un aumento delle adozioni, questo picco di abbandono è stato un duro colpo per gli animali e per i rifugi che li accolgono.

Consigli del veterinario per l’adozione responsabile di cani e gatti

Di fronte a queste cifre, è urgente insistere sull’importanza della responsabilità nell’adozione. Portare via un animale da un rifugio aiuta sempre due individui, chi ne esce e chi invece entra in quel luogo, ma è assolutamente inutile se il giorno dopo l’animale viene riportato al canile. Vediamo una serie di principi da seguire per adottare con criterio.

Un gatto calico con pelo maculato.

1. Riflettete sui motivi per cui volete adottare

Volere un animale nella vostra vita perché vi piacciono e vi piace la loro compagnia non è sbagliato. Tuttavia, quando si adotta è necessario fare un ulteriore passo avanti in questo aspetto psicologico: e l’animale? Uno dei motivi più forti per volerli portare via da lì deve essere il desiderio di dare loro una vita dignitosa e felice, lasciando in secondo piano (anche se non sono meno importanti) i benefici che apporteranno alla vostra vita.

2. Se è di una razza particolare, informatevi sui problemi di salute ad essa associati

Di solito è raro trovare razze purerazze pure nei rifugi (ad eccezione dei levrieri e altre razze sfruttate per lavoro), ma se finite per scegliere un cane di razza, ricordate che ognuna di queste di solito presenta dei problemi di salute inerenti alla sua genetica. Inoltre, se è finito in un rifugio, non avrà passato dei bei momenti, quindi tenete presente che sarà più probabile la comparsa di complicazioni veterinarie.

3. Cose di cui tenere conto se raccogliete un cane dalla strada

Dare una casa a un cane o gatto che vive per strada è un atto di gentilezza e affetto incommensurabile. Tuttavia, non è un’azione priva di rischi, quindi tenete presente quanto segue:

  • È possibile che si tratti di un animale fuggito e che lo stiano cercando. Portatelo da un veterinario perché possa leggerne il chip e contattare il suo umano. Se nessuno risponde, potrete assumervi la responsabilità di tenerlo.
  • Anche la visita dal veterinario è importante in modo che venga sottoposto a una visita sanitaria e venga curato se necessario.
  • Non dimenticate di fare una quarantena a casa se avete altri animali. È bene evitare che l’ingresso di un nuovo membro della famiglia metta a rischio la loro salute.

4. Pianificate tempo e denaro

Per un’adozione responsabile di cani e gatti (e di qualsiasi specie, in realtà), è necessario un lavoro di pianificazione preventiva. Cioè fare una serie di conti per stimare quanti soldi al mese comporterà l’adozione, ma anche quanto tempo abbiamo a disposizione per prenderci cura di loro senza problemi. Se vi mancano queste due risorse, è meglio aspettare prima di assumersi la responsabilità di un essere senziente.

5. Siate consapevoli degli imprevisti

Ricordate che, come per ogni decisione che prendete nella vita, l’adozione di un animale non è priva di rischi. Malattie croniche, problemi comportamentali o gli stessi eventi della vostra vita sono esempi di come possa essere complicata un’adozione responsabile di cani e gatti. Dovrete mentalizzarvi in modo che le insidie che incontrerete nella vita non colpiscano l’animale che vive con voi.

6. Sterilizzate il vostro animale

Lo studio afferma che la convivenza con i cani consente ai bambini di svilupparsi in modo diverso.

In molte occasioni sono gli stessi rifugi a sterilizzare gli animali prima di darli in adozione. In caso contrario, ricordate che la sterilizzazione non solo previene futuri problemi di salute, ma aggiunge anche un tassello alla lotta contro l’allevamento indiscriminato di animali.

Molti rifugi si assicurano così che i loro animali non vengano adottati per farli riprodurre in seguito o venderli.

Come vedete, l’adozione è un atto di amore e libertà, ma anche un’azione che richiede di liberarsi dell’impulsività nella propria vita. Tuttavia, se lo fate nel modo giusto, potrete godere di uno dei doni più belli della vita, ritrovandovi ogni giorno davanti degli occhi che riflettono tutto il bene che c’è in voi.

Potrebbe interessarti ...
Il cane di Madonna e altri cani di cantanti famosi
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Il cane di Madonna e altri cani di cantanti famosi

Il cane di Madonna, Olga, è conosciuto per la sua vita sfarzosa, ma non è l'unico. Ecco altri esempi di cani famosi.




I contenuti de I miei animali sono redatti a scopo informativo. Non sostituiscono la diagnosi, la consulenza o il trattamento professionale. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.