Consigli per portare il cane sulla neve

La neve può destare curiosità ed eccitazione nei cani, soprattutto se non l'hanno mai vista prima. Ovviamente, gli sbalzi di temperatura possono mettere a rischio la loro salute, quindi prima di portarli sulla neve sarà necessario prendere alcune precauzioni.
Consigli per portare il cane sulla neve

Ultimo aggiornamento: 14 maggio, 2022

La neve è una delle cose che più si apprezzano in inverno, in quanto permette di divertirsi in famiglia o con gli amici. Pertanto, magari avrete voglia di passare del tempo sulla neve proprio con tutti i membri della famiglia, compresi gli animali domestici. E’ necessario però fare attenzione per evitare che il vostro animale domestico stia male a causa del freddo invernale.

Alcuni cani hanno un’innata resistenza al freddo e gestiscono meglio l’esposizione alla neve, quindi in alcuni casi non è necessario prendere troppe precauzioni. Molti cani però hanno bisogno di una maggiore protezione per potersi divertire durante inverno. Se avete intenzione di portare il vostro cane a fare un’escursione sulla neve, continuate a leggere questo articolo per trovare alcuni consigli per la sua protezione.

Come proteggere il mio cane dalla neve?

Il pelo dei cani funge da isolante naturale che li protegge dal freddo e dalle intemperie. Tuttavia, le varie razze sono tra loro così diverse che alcune sono in grado di resistere a queste condizioni per un periodo più lungo rispetto ad altre. Le basse temperature possono costituire un rischio fatale per il vostro cane, quindi è bene prendere questo rischio seriamente e fare attenzione quando lo portate sulla neve.

Tutti i cani possono divertirsi sulla neve, dal momento che sono perfettamente in grado di vivere nelle zone innevate. Ovviamente, è bene tenere sempre a mente i seguenti suggerimenti per evitare un qualsiasi problema di salute.

Un cane in inverno.
Alcuni cani tollerano il freddo meglio di altri.

1. Riducete il tempo della passeggiata

La maggior parte delle persone si diverte a stare tra la neve, e se il vostro fedele animale domestico è con voi, sicuramente sarà facile perdere la cognizione del tempo. Tuttavia, assicuratevi di non tenere il vostro cane esposto al freddo per troppo tempo, dal momento che questo potrebbe provocargli problemi di salute.

Per quanto il vostro cane sia ben coperto e protetto dal freddo, le vie respiratorie sono comunque soggette all’ingresso di aria fredda. Ciò provoca un’irritazione costante che di per sé non è grave, ma che se persiste potrebbe provocare tosse, respiro sibilante o persino il raffreddore. E’ dunque consigliabile ridurre il tempo della passeggiata per evitare che la salute del cane possa risentirne senza che ve ne rendiate conto.

2. Tenetelo d’occhio

Quando portate il vostro cane sulla neve, probabilmente ne sarà molto felice. Sicuramente è una cosa carina da vedere, e sono i padroni stessi a incoraggiare il proprio cane a giocare con la neve. Tuttavia, state attenti affinché non finisca troppo lontano o fuori dal vostro campo visivo, poiché è facile che si perda.

I cani hanno un senso dell’olfatto molto sviluppato, che li aiuta ad orientarsi. Ciò significa che in genere non hanno problemi a tornare dai loro padroni se si allontanano; tuttavia, la neve interferisce con il loro olfatto. Per questo motivo, è molto probabile che un cane che viene portato sulla neve per la prima volta si perda. Tenetelo d’occhio o tenetelo al guinzaglio per proteggerlo.

3. Proteggetegli le zampe

La pelle degli animali domestici in genere resiste al freddo, ma può comunque risentire dell’esposizione a basse temperature. Pertanto, può seccarsi, perdere elasticità e screpolarsi. Anche se le intemperie del freddo condizionano la salute di tutto il corpo, le zampe, che sono a diretto contatto con la neve, sono la parte che ne risente di più.

Per evitare che le zampe del cane si feriscano, potete fargli indossare delle scarpe protettive che riducano l’impatto del freddo. Va notato che questo è solo un mezzo temporaneo di protezione della pelle, quindi è consigliabile non prolungare troppo la passeggiata per evitare lesioni o lacerazioni.

4. Fate attenzione all’idratazione

Il freddo intenso può far sì che il cane abbia meno voglia di bere acqua, quindi è importante evitare che si disidrati. Prima di partire e al ritorno dalla passeggiata è consigliabile dargli un po’ d’acqua, anche se è bene anche portarsela appresso in modo che da farlo bere anche mentre gioca.

5. Non fategli il bagno prima di portarlo a fare una passeggiata

Per quanto possibile, è sempre consigliabile evitare che i cani si bagnino se la temperatura è troppo bassa. Ricordate che se non lo asciugate bene e sul suo pelo è rimasta un po’ di umidità, il freddo provocherà maggiori ripercussioni. Pertanto, non fate il bagno al vostro cane se avete intenzione di portarlo sulla neve, poiché potrebbe essere controproducente per la sua salute.

6. Non fategli mangiare la neve

I cani che scoprono la neve per la prima volta saranno molto curiosi, e alcuni potrebbero provare a mangiarla. Il semplice fatto di provare a farlo non dovrebbe costituire un problema, ma è meglio impedirglielo. Questo non solo perché potrebbe influire sul suo organismo, ma perché la neve potrebbe contenere sostanze antigelo, che per loro sono tossiche.

7. Copritelo bene

Questo consiglio è forse il più ovvio di tutti, ma ricordarlo non fa mai male. Anche se il cane ha un bel pelo fitto, questo non garantisce che sia immune al freddo. Tenetelo al caldo e mettetegli tutti gli accessori che ritenete necessari. Ricordate che la salute del vostro animale domestico dipende da questo, quindi è meglio non prenderla alla leggera.

Uno Yorkshire terrier con il cappottino
È importante mantenere il vostro animale domestico al caldo in modo che il freddo non gli faccia male.

8. Tenete in considerazione la razza e la densità del pelo

La resistenza alle basse temperature dipende molto dalla razza del cane e dalla densità del suo pelo, quindi è bene tenerne conto prima di portarlo sulla neve. In generale, i cani di piccola taglia e quelli con poco pelo sono i più suscettibili al freddo. Questo non significa che dovreste privarli dell’esperienza, ma che dovreste fare più attenzione e coprirli meglio per evitare complicazioni.

9. Assicuratevi che la casa sia calda

Una volta terminata la passeggiata, assicuratevi che la casa sia rimasta calda, poiché in questo modo potrete rimuovere tutti gli accessori al cane senza preoccupazioni. Il calore permetterà al corpo dell’animale di mantenersi stabile e recuperare dopo aver affrontato il freddo. In questo modo potrete rilassarvi e riposare senza pensare ad altro.

10. Pulitelo e asciugatelo bene dopo la passeggiata

L’ultimo passo prima che il vostro cane si possa riposare da questa emozionante esperienza, è rimuovere tutta la neve in eccesso che potrebbe aderire ancora al suo pelo. Per farlo, usate un phon e controllate attentamente ogni parte del suo corpo. Questo non solo lo aiuterà a riscaldarsi, ma servirà anche per assicurarvi che non abbia subito lesioni.

I cuscinetti del vostro animale domestico potrebbero risultare un po’ più secchi o screpolati del solito, per via dello stress che provoca il freddo sulla pelle. Tuttavia, potete mettergli una crema idratante per cani, che lo aiuterà a riprendersi in fretta. Portare il vostro cane sulla neve sarà anche un po’ più complicato di quanto pensavate, ma sicuramente costituirà per il cane una nuova esperienza di cui vi sarà grato.

Potrebbe interessarti ...
Perché ai cani piace la neve?
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Perché ai cani piace la neve?

Sicuramente vi sarete sempre chiesti come mai ai cani piace la neve. Scopriamo assieme perché piace tanto al vostro cane giocare e correre su campi...



  • Hospital Veterinario Constitución. (2015). El cuidado de la piel en invierno. Recuperado el 14 de febrero de 2022, disponible en: https://www.valenciahospitalveterinario.com/wp-content/uploads/2017/03/clip_constitucion_pdf-19.pdf
  • Olivos-Oré LA, Barahona MV. (2019) Consideraciones farmacoterapéuticas en el manejo de las enfermedades respiratorias en pequeños animales. Panorama Actual Med, 43(421).
  • González, S. V. (2014). Práctica veterinaria en competiciones de perros de trineo en la modalidad de media distancia. Reduca, 6(1).
  • Giffin, J. & Carlson, L. (2002). Manual práctico de veterinaria canina. Editorial el Drac S. L.: Madrid.