Cosa mangiano le vespe?

Le vespe sono note per la loro puntura fastidiosa, ma la loro biologia e il loro ciclo vitale sono molto più sorprendenti. Volete sapere di cosa si nutrono?
Cosa mangiano le vespe?

Ultimo aggiornamento: 21 settembre, 2021

Questi imenotteri sono tanto temuti per alcuni quanto affascinanti per altri. Distinguerli dagli altri invertebrati volanti, come le api, può essere difficile ad occhio nudo (o quando sono in volo), ma una delle grandi differenze riguarda ciò che mangiano le vespe rispetto ad altre specie.

In questo articolo potrete trovare le caratteristiche e i tipi più noti di vespe, anche se daremo particolare enfasi alla loro dieta. Come spesso accade con insetti come loro, conoscerli meglio significa temerli di meno. Se siete di quelle persone a cui piace guardare le vespe gironzolare sul cibo, ecco altri motivi per apprezzarle.

Caratteristiche delle vespe

Le vespe sono insetti appartenenti all’ordine Hymenoptera e sottordine Apocrita. Il suo corpo è diviso in 3 sezioni: testa, torace e addome. Alla fine di quest’ultimo tagma hanno un pungiglione che inocula veleno neurotossico e provoca una rapida risposta immunitaria.

Questi insetti possono pungere più di una volta e il loro veleno contiene un feromone che attira altre vespe. Il suo meccanismo quando si tratta di pungere è diverso rispetto alle api, poiché queste perdono parte del loro corpo con la puntura e muoiono dopo l’attacco. Invece, le vespe possono tornare in sicurezza al loro nido.

Gli insetti della famiglia Vespidae si trovano in quasi tutto il mondo, sia nelle aree naturali che nelle città. Tendono a preferire ambienti caldi e temperati, perché con l’arrivo della stagione fredda muoiono o vanno in letargo.

Molte delle specie di vespe sono eusociali, cioè vivono in nidi in cui i compiti vengono divisi e una regina si occupa della riproduzione. Altre sono solitarie e le popolazioni disgregate sono costituite da femmine fertili che possono riprodursi senza creare colonie, come la vespa cartonaia (Polistes dominula).

I nidi delle vespe gialle sono fatti di cellulosa, a differenza di quelli delle api, che sono fatti di cera. Questo è il motivo per cui non è corretto chiamarli “alveari di vespe”.

Una vespa su uno sfondo bianco.

Tipi di vespe

Ci sono molte specie di vespe in tutto il mondo. Tuttavia, i più numerosi e facili da vedere negli ambienti occupati dall’uomo sono i seguenti:

  • Vespa comune (Vespula vulgaris): Questa specie si distingue facilmente per il suo corpo nero con macchie gialle. Vive negli alberi e negli arbusti, ma negli ambienti urbani predilige i muri e gli angoli delle case. È eusociale e crea nidi.
  • Vespa asiatica (Vespa velutina): è grande, può raggiungere i 3,5 centimetri di lunghezza. Il suo corpo è nero sull’addome, ma le zampe sono gialle. È stata introdotta in diversi paesi europei come specie invasiva e la sua puntura è pericolosa a causa della grande quantità di veleno che inietta.
  • Vespa cartonaia (Polistes dominula): è facilmente riconoscibile per le lunghe zampe posteriori, che pendono quando vola. È solitaria e costruisce nidi di cellulosa in cui depone le uova, da cui il nome.
  • Vespa tedesca (Vespula germanica) : nonostante il nome, è una specie originaria dell’Africa che si è diffusa nel resto del mondo. È totalmente nera ad eccezione dell’addome e delle zampe, che sono gialle.
  • Calabrone (Vespa crabro): è una specie di grandi dimensioni, in quanto le operaie possono raggiungere i 25 millimetri di lunghezza. Sono vespe di un colore più arancione e le loro ali sono rossastre. Nonostante il loro aspetto intimidatorio, sono più pacifiche delle specie più piccole e attaccano solo per difendere il nido o se stesse.

Ora che le conoscete più a fondo, potete proseguire e scoprire cosa mangiano le vespe. Anche se è facile vederle aggirarsi intorno alla frutta caduta dagli alberi e ai cesti del picnic, si tratta di una questione più complessa di quanto sembri. Di seguito i dettagli.

Cosa mangiano le vespe?

Per sapere cosa mangiano le vespe, è necessario tenere in considerazione la specie e lo stadio vitale. Gli esemplari adulti sono generalmente onnivori e si nutrono di frutti caduti, altri insetti e persino carcasse. Le vespe solitarie che devono nutrire le larve tendono ad avere un comportamento più simile a quello dei predatori, poiché cacciano piccoli insetti per la loro prole.

In altre parole, le larve di vespa richiedono materiale proteico per crescere e svilupparsi, poiché in futuro hanno bisogno di impuparsi e diventare adulti in grado di sopravvivere. Per questo motivo è normale vedere esemplari alati che tagliano pezzi di carne o insetti morti e li portano al nido. A causa della loro natura predatoria, sono ottimi disinfestatori.

Esistono invece specie di vespe parassitoidi che depongono le uova all’interno di altri insetti, in modo che le larve possano nutrirsene quando si schiudono. Un caso curioso di questo stile di riproduzione è la vespa smeraldo (Ampulex compressa), che “zombifica” gli scarafaggi attraverso l’uso del veleno per guidarli in un luogo sicuro dove le larve possano nutrirsi quando si schiudono.

Molte specie del genere Vespula hanno un valore inestimabile per l’ecosistema, poiché si nutrono anche di nettare. Quando si posano sui fiori per nutrirsi, svolgono una funzione di impollinazione. In ogni caso, il loro lavoro è meno significativo di quello delle api, poiché avere un corpo meno “peloso” rende più difficile l’adesione del polline alla sua superficie.

Le vespe parassitoidi sono considerate un modo sofisticato per controllare le infestazioni di vermi e altri insetti folivori sulle colture.

Una vespa in un bicchiere di cristallo.

Le punture di vespa sono fastidiose e dolorose nella migliore delle ipotesi. Pertanto, il modo migliore per evitare fastidi senza doverle uccidere (dato il loro ruolo nell’ambiente) è proteggersi con repellenti e controllare la casa in modo che non possano nidificare. Fortunatamente, per conoscere le affascinanti caratteristiche di questi imenotteri, non è necessario stargli vicino.

Potrebbe interessarti ...
10 curiosità sulle vespe che ve le faranno odiare di meno
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
10 curiosità sulle vespe che ve le faranno odiare di meno

Questi insetti si sono guadagnati la reputazione di pericolosi, ma ci sono 10 curiosità sulle vespe che vi faranno cambiare idea.



  • Hunt, J. H., Brown, P. A., Sago, K. M., & Kerker, J. A. (1991). Vespid wasps eat pollen (Hymenoptera: Vespidae). Journal of the Kansas Entomological Society, 127-130.
  • Pérez-Lachaud, G., Batchelor, T. P., & Hardy, I. C. (2004). Wasp eat wasp: facultative hyperparasitism and intra-guild predation by bethylid wasps. Biological Control, 30(2), 149-155.
  • Wasp, Y. J. Do Wasps Make Honey? 5 Interesting Ways Wasps Eat.
  • Piek, T., Visser, J. H., & Veenendaal, R. L. (1984). Change in behaviour of the cockroach, Periplaneta americana, after being stung by the sphecid wasp Ampulex compressa. Entomologia Experimentalis et Applicata35(2), 195-203.
  • Castro, L. (1997). Familia Vespidae: subfamilia Eumeninae. Catalogus de la entomofauna aragonesa, (16), 3-8.