Cos’è un centro di recupero della fauna selvatica?

28 Novembre 2019
In questo articolo, vi invitiamo a saperne di più sui centri di recupero della fauna selvatica. Ecco come funzionano, di cosa si occupano e perché sono importanti.

Un centro di recupero della fauna selvatica è uno stabilimento in cui la fauna ferita, malata o indebolita viene curata per la guarigione o la riabilitazione, al fine di riportarla nelle migliori condizioni al suo habitat naturale.

Quali altre attività vengono svolte in un centro di recupero della fauna selvatica?

  • Alcuni centri partecipano a programmi di riproduzione in cattività delle specie minacciate.
  • Altri sviluppano programmi di sponsorizzazione degli animali per aiutare a coprire i costi di cura per loro.
  • Alcuni analizzano campioni delle specie trattate.
  • Altri conducono censimenti, gestiscono inchieste, si impegnano nella cura degli spazi naturali, aiutano a preservare la conservazione dell’habitat, ecc.

Ma soprattutto, i centri di recupero sono dedicati alla formazione e alla sensibilizzazione della popolazione verso le specie animali che si trovano in “disaccordo” con l’essere umano, come il lupo, alla ricerca di modi per coniugare i loro interessi. Inoltre, si impegnano a promuovere l’educazione ambientale, l’approccio degli esseri umani alla natura e la gestione della fauna autoctona.

Lince in un centro di recupero di animali selvatici
Funzioni di un centro di recupero della fauna selvatica

Importanti anche:

  • Innanzitutto, il salvataggio degli animali e le loro successive cure veterinarie.
  • La successiva riabilitazione e rilascio in natura di questi animali.
  • Anche la reintroduzione e il monitoraggio di specie importanti.
  • L’allevamento e la cura degli orfani.
  • Sorveglianza epidemiologica delle malattie.
  • Collaborazione con progetti di conservazione, educazione e programmi di sensibilizzazione ambientale, ecc.
  • Infine, l’indagine sulle cause di mortalità nella fauna.
Piccoli uccelli in un centro di recupero della fauna selvatica

Il lavoro di tutte le persone presenti in un centro di recupero della fauna selvatica si sovrappone, quindi la comprensione e la collaborazione continua sono importanti. Pertanto, si dice spesso che i dipartimenti non sono separati, ma collaborativi.

Quali strutture sono necessarie in un centro di recupero della fauna selvatica?

Molti dei materiali, attrezzature e farmaci a disposizione provengono da sovvenzioni o donazioni da altri centri. Idealmente, ogni centro di recupero della fauna selvatica dovrebbe avere:

  • Una reception, in cui il responsabile del salvataggio lascia gli animali appena ammessi e dà un avviso al reparto infermieristico, che sarà incaricato di accoglierli per il trattamento, in ordine di priorità.
  • Una sala di cura, in cui l’assistenza veterinaria sarà fornita a tutti gli animali.

Oltre ai dati puramente medici, un centro di recupero della fauna selvatica è una fonte di informazioni quotidiane per tutti i tipi di studi relativi alle specie selvatiche.

Emergenza cinghiali
Sale ed attrezzature

  • In primo luogo, apparecchiature per radiografia e ultrasuoni.
  • Sala pre-operatoria, dove verranno conservati il ​​materiale chirurgico che verrà utilizzato durante gli interventi.
  • Sala operatoria, con attrezzatura per anestesia per inalazione, registrazione del battito, ecc.
  • Obitorio.
  • Laboratorio del centro o esterno.
  • Rettilario: sebbene gli animali che più comunemente entrano in un centro di recupero della fauna selvatica siano uccelli e mammiferi, devono essere disponibili strutture specializzate per altri possibili pazienti.
  • Magazzino. Va tenuto presente che parte dell’alimentazione della fauna selvatica in fase di recupero si presenta sotto forma di preda viva, e ciò richiede strutture molto specifiche.

Il resto del complesso sarà costituito dalle strutture in cui gli animali sono tenuti sotto osservazione. All’interno di questa area, alcune zone dovranno essere riservate alla riabilitazione una volta risolto il problema più grave. Ad esempio, nel caso degli uccelli rapaci, aree in cui possono recuperare la capacità di volo.

Aquila a rischio di estinzione

Vale la pena ricordare che in ogni regione o Paese ci saranno esigenze diverse. Ad esempio, in una zona costiera saranno fondamentali delle strutture per cetacei all’interno del centro di recupero.