11 curiosità sulla medusa immortale

La medusa immortale si è senz'altro guadagnata questo nome, e non si tratta né di una metafora né di un eufemismo. In questo articolo vi mostriamo perché.
11 curiosità sulla medusa immortale

Ultimo aggiornamento: 07 aprile, 2022

Si direbbe che la fenice, l’uccello in grado di rinascere dalle proprie ceneri, non abbia nulla a che fare con le meduse, tranne che per un dettaglio: la cosiddetta medusa immortale è in grado di fare qualcosa di simile. Infatti, è l’unico essere vivente sulla faccia della Terra in grado di invertire il suo ciclo vitale.

Ecco perché è conosciuta come la medusa immortale, e non si tratta di un eufemismo. Se volete conoscere meglio questo incredibile animale, in questo articolo troverete diversi dettagli a riguardo che vi sorprenderanno. Non perdetevelo.

11 curiosità sulla medusa immortale

Questo idrozoo idroide, il cui nome scientifico è Turritopsis Dohrnii, è stato per anni oggetto di meraviglia da parte degli scienziati e del pubblico in generale. L’immortalità, condizione tipica delle leggende, in questo animale marino diventa realtà. Continuate a leggere per saperne di più.

Medusa immortale

1. La medusa immortale torna a essere un polipo

Come è possibile rinascere? La medusa fenice lo fa in un modo molto specifico: a partire da qualsiasi fase della sua vita può ritornare al suo stato di polipo. La campana e i tentacoli si rompono per lasciare il posto al perisarco, gli stoloni e infine i polipi.

2. Una capacità unica nel regno animale

Sebbene esistano diverse sottospecie di Turritopsis Dohrnii, nessun altro animale è in grado di ritornare alle prime fasi del suo ciclo vitale. Riparte infatti anche il suo ciclo sessuale, e la trasformazione avviene solitamente se la medusa non è riuscita a riprodursi.

Le sottospecie più conosciute sono Turritopsis Nutricula, Turritopsis Rubra e Turritopsis Dohrnii.

3. Abita i mari di tutto il mondo

La più alta densità di questa medusa è stata riscontrata nel Mediterraneo e nelle acque del Giappone, catturata purtroppo per caso nelle reti da pesca. Tuttavia, può essere trovata nei mari di tutto il mondo, ma in gruppi molto meno compatti.

Altre sottospecie sono più abbondanti nelle aree tropicali, come il Mar dei Caraibi.

4. La trasformazione avviene a delle condizioni

Gli esperimenti effettuati su questa medusa indicano che il ritorno allo stato di polipo richiede la presenza di cellule differenziate dell’epidermide dell’esombrella e il mantenimento di parte del sistema gastrovascolare. In caso contrario, non sarà in grado di ringiovanire.

5. Il suo ciclo di vita può ripetersi fino a 60 volte

In un ambiente di laboratorio controllato, la medusa immortale ha invertito il suo ciclo di vita più di cinquanta volte. Tuttavia, questo processo non è stato ancora osservato in natura, resta ancora molto quindi da studiare.

6. Era già conosciuta a partire dal 1843

Questa specie è stata registrata fin dalla metà del XIX secolo, quando fu scoperta dallo zoologo René Primevère Lesson. Tuttavia, la sua immortalità non è stata confermata fino al 1996.

7. E’ anche in grado di rigenerarsi

Quando gli esemplari della medusa immortale venivano portati in laboratorio, spesso arrivavano danneggiati, soprattutto quando venivano rimossi dal loro ambiente da giovani. Tuttavia, fu così che venne scoperta la loro abilità. Di fronte a questo evento stressante, gli idrozoi si rigeneravano, ristrutturavano i tessuti e diventavano nuovamente polipi.

8. Le sue cellule si trasformano

È stato osservato che la capacità di ringiovanire è dovuta a una proprietà delle loro cellule chiamata transdifferenziazione. Grazie a questa proprietà, le cellule mature cambiano per adottare altre funzioni all’interno del corpo.

Ciò include le cellule staminali, che cambiano specializzazione per dare origine a diversi tessuti e cellule nel nuovo ciclo vitale.

9. Perché allora i mari non sono invasi dalla medusa immortale?

Trattandosi di una medusa immortale, verrebbe da pensare che gli oceani debbano esserne pieni, poiché non muoiono e continuano a riprodursi. Tuttavia, è necessario tenere conto di una cosa, ovvero che questo idrozoo misura appena mezzo centimetro di diametro. È praticamente zooplancton, suscettibile al pericolo dei predatori.

10. Circondata dal mistero

Sebbene tutti i dati ottenuti in laboratorio siano affascinanti, restano tanti interrogativi a cui rispondere. I riavvii biologici di questa specie sono davvero infiniti? Qual è il processo chimico che permette questa trasformazione? La medusa che ne emerge è una nuova versione di se stessa o un esemplare diverso? Le domande sono infinite, ma poco a poco si cercherà di ottenere le risposte.

Medusa immortale

11. Applicazione in medicina umana e veterinaria

Sebbene gli esseri umani abbiano sempre sognato di sfuggire alla morte, la maggior parte degli scienziati pensa a obiettivi molto più realistici, come riuscire a conoscere a fondo il processo biologico di rigenerazione, che potrebbe essere applicato alla medicina, soprattutto nel campo della rigenerazione dei tessuti o del cancro.

D’altra parte, queste stesse scoperte potrebbero essere applicate ad altre specie animali, aiutando gli animali domestici e quelli che risentono della nostra azione sul pianeta. In ogni caso, questa medusa detiene la chiave dell’immortalità, ma noi umani abbiamo la responsabilità di usarla a fin di bene, se mai riusciremo a padroneggiarla.


Tutte le fonti citate sono state esaminate a fondo dal nostro team per garantirne la qualità, l'affidabilità, l'attualità e la validità. La bibliografia di questo articolo è stata considerata affidabile e di precisione accademica o scientifica.


  • Piraino, S., Boero, F., Aeschbach, B., & Schmid, V. (1996). Reversing the life cycle: medusae transforming into polyps and cell transdifferentiation in Turritopsis nutricula (Cnidaria, Hydrozoa). The Biological Bulletin190(3), 302-312.
  • WoRMS. (s. f.). Turritopsis dohrnii (Weismann, 1883). WoRMS – World Register of Marine Species -. Recuperado 5 de abril de 2022, de https://www.marinespecies.org/aphia.php?p=taxdetails&id=151801

Questo testo è fornito solo a scopo informativo e non sostituisce la consultazione con un professionista. In caso di dubbi, consulta il tuo specialista.