Differenze tra criceto e cavia

Per alcune persone, distinguere un criceto da una cavia non è un compito facile. Pertanto, vi invitiamo a conoscerne tutte le caratteristiche in modo da poter distinguere un roditore dall'altro.
Differenze tra criceto e cavia

Ultimo aggiornamento: 20 settembre, 2021

Saper distinguere tra criceto e cavia non è solo una cosa positiva a livello informativo. Infatti, imparare a distinguerli è fondamentale per chi sta pensando di adottare un piccolo roditore come animale domestico, poiché entrambi hanno esigenze e comportamenti differenti.

Sempre più famiglie optano per un animale da compagnia diverso da un cane o un gatto e questi animali sono tra le alternative preferite. Conosciamoli un po’ meglio elencando che differenze ci sono tra i due piccoli mammiferi.

Introduzione al criceto e alla cavia

I porcellini d’India sono conosciuti con molti nomi in tutto il mondo: porcellino d’india, cavia domestica e guinea pig sono i più comuni. Ce n’è una grande varietà e il più delle volte sono classificati in base al loro mantello. Ce ne sono a pelo lungo (come lo sheltie o la cavia peruviana), a pelo corto (come la cavia americana) o senza pelo, come la skinny.

Da parte loro, i criceti appartengono a una sottofamiglia di roditori in cui sono presenti circa 19 specie diverse. Una particolarità comune a tutti loro è che hanno delle borse espandibili nelle guance dette tasche guanciali. Quest’ultime sono usate per immagazzinare o trasportare il cibo.

Differenze tra criceto e cavia

Per cominciare, esponiamo un fatto comune: entrambi gli animali sono considerati eccellenti animali domestici. Questo perché le loro ridotte dimensioni permettono loro di non aver bisogno di grandi spazi per vivere, quindi si adattano a qualsiasi tipo di casa.

Inoltre, in generale, occuparsi di loro non è eccessivamente costoso o complicato. Per questi motivi, sono una scelta ideale in caso di primo animale domestico per famiglie con bambini. Grazie alla presenza di un animale nella loro vita, i bambini impareranno la responsabilità di prendersi cura di un altro essere vivente.

Ora che abbiamo spiegato questo aspetto, di seguito verranno esposte le differenze tra criceto e cavia sulla base di varie considerazioni. Sono più numerose di quanto possa sembrare a prima vista.

Classificazione tassonomica

Quando si parla del criceto in termini di tassonomia, si determina quanto segue:

  • Regno: Animalia.
  • Phylum: Cordati.
  • Classe: Mammiferi.
  • Ordine: Rodentia.
  • Famiglia: Cricetidae.
  • Genere: Phodopus, Cricetus, Cricetulus, Cansumys e altri.
  • Specie: Esistono molte specie di criceti domestici che appartengono a generi diversi. Ovviamente appartengono tutti alla famiglia dei Cricetidae.
Le differenze tra criceto e cavia sono molte.

Per distinguerli dalla cavia, specifichiamo la sua tassonomia allo stesso modo:

  • Regno: Animalia.
  • Phylum: Cordati.
  • Classe: Mammiferi.
  • Ordine: Rodentia.
  • Famiglia: Caviidae.
  • Genere: Cavia.
  • Specie: Cavia porcellus. In questo caso, il termine comprende una singola specie.
Due cavie che si godono la loro compagnia.

Con questo si potrebbe dire che il primo fattore di distinzione (per quanto riguarda la sua tassonomia) consiste nella famiglia a cui appartiene ciascuno di questi animali. Inoltre, va notato che il termine “criceto” è applicato a diverse specie, mentre tutte le cavie appartengono alla stessa (Cavia porcellus).

Dimensioni: la differenza più evidente tra criceto e cavia

A prima vista, la dimensione è la differenza più evidente tra una cavia e un criceto. Mentre la cavia può raggiungere una lunghezza compresa tra 20-25 centimetri, il criceto adulto misura in media 15 centimetri o meno. Quest’ultimo roditore può essere anche molto più piccolo a seconda della specie, come nel caso del criceto russo (che raggiunge solo i 7 centimetri).

Il peso

Relazionato col punto precedente vi è un’altra delle differenze tra questi due roditori : il peso. Nel caso dei criceti, il più piccolo pesa solo 30 grammi, mentre il più grande pesa 180 grammi. Molto diverso dal porcellino d’India, che può pesare fino a un chilo.

Luogo di origine

Un’altra differenza tra criceto e cavia è il loro luogo di origine. I primi hanno avuto origine in Medio Oriente, negli Stati Uniti sudorientali o in Asia, a seconda della specie analizzata. Dal canto loro, i porcellini d’India sono originari delle Ande, in particolare Colombia, Perù, Ecuador e Bolivia.

Criceto e cavia come animali domestici

Entrambi i roditori sono buone scelte come animali domestici per i principianti, come evidenziato all’inizio dell’articolo. Tuttavia, ci sono alcune considerazioni che possono far pendere la scelta per l’uno o l’altro.

Ad esempio, i criceti sono piuttosto territoriali e si riproducono molto facilmente. Pertanto, non è consigliabile avere più di un esemplare per gabbia. Da parte loro, a questo proposito, molti dei tipi di cavie non hanno problemi a condividere lo spazio con un altro esemplare della loro specie. Anzi, lo apprezzano per il via del loro carattere socievole.

Per quanto riguarda la loro cura, va notato che alcuni di loro hanno un pelo lungo che richiederà una spazzolatura quotidiana, oltre a piccole accorciature quando necessario. Questo tipo di attenzione non è necessaria nei criceti.

D’altra parte, le cavie hanno bisogno di una gabbia molto più grande dei criceti a causa delle loro dimensioni.

Aspettativa di vita: un’altra differenza tra criceto e cavia

Anche l’aspettativa di vita è diversa tra i due roditori. Il criceto vive in media tra un anno e mezzo e 3 anni, mentre la cavia vive un po’ più a lungo: può vivere tra i 5 e gli 8 anni.

Criceto e porcellini d’India come animali non domestici

Un altro fatto da considerare quando si distingue tra questi animali è l’utilità che l’umanità ha assegnato loro al di là del loro status di animali domestici. I loro compiti nell’ecosistema sono molto diversi, così come il loro ruolo nella società umana.

In particolare, i criceti sono stati storicamente utilizzati nell’industria farmaceutica per i test di laboratorio. Questo è vero anche per i porcellini d’India, anche se, oltre a ciò, questi ultimi in molti luoghi sono considerati cibo e la loro pelle è molto apprezzata.

Alcune somiglianze tra criceto e cavia

Esposte le differenze, diamo un’occhiata ad alcune caratteristiche in cui questi piccoli mammiferi si assomigliano. Ad esempio, il principale è che fanno entrambi parte dello stesso ordine: Rodentia.

Un altro attributo comune tra i due è che i loro denti continuano a svilupparsi per tutta la vita, quindi è importante che li consumino attraverso il cibo in modo che non soffrano di problemi derivati dalla loro crescita eccessiva. È necessario fornire loro una dieta equilibrata con cibi duri per evitare problemi orali.

Infine, un’altra somiglianza è che i due animali diventano abbastanza attivi al tramonto, anche se nel caso dei criceti si può dire che sono più notturni delle cavie. In generale il criceto è un animale con picchi di attività più pronunciati (da qui la sua ridotta aspettativa di vita).

Una cavia himalayana bianca.

Le differenze tra criceto e cavia sono molte, ma entrambi sono ottimi animali domestici per i principianti. Tuttavia, è bene tenere presente che una cavia richiede una gabbia molto più grande (fino a 1 metro di lunghezza) e un impegno più a lungo termine, poiché la sua aspettativa di vita supera di gran lunga quella dei suoi piccoli parenti.

Potrebbe interessarti ...
Gabbie per criceti: tipi e consigli per roditori felici
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Gabbie per criceti: tipi e consigli per roditori felici

L'interno delle gabbie per criceti dovrebbe essere dotato di accessori essenziali, come bottiglie, una ruota e una buona posizione.



  • Montilva, J. (2014). Tu Primer Hámster: Manual Para Iniciarte En El Cuidado De Tu Mascota. Juan Manuel Montilva.
  • Mettler, M. (2002). El nuevo libro de los cobayas. Susaeta Ediciones.
  • Fritzsche, P. (2008). El hamster/ The Hamster (Ill Tra ed.). Hispano Europea Editorial.
  • Manual de crianza de cobayos. Recogido el 22 de agosto en https://repositorio.una.edu.ni/2472/1/RENL01V856.pdf