Come evitare di essere punti dalle zanzare di notte

· 29 novembre 2018
Quando la luce del sole cala e si fa tardi, ecco che le zanzare cominciano a farsi notare, raggiungendo il loro picco nelle ore buie.

Al di là del fastidio che causa il ronzio di questi insetti quanto cerchiamo di dormire la notte, o del prurito dovuto alle loro punture, occorre segnalare che le zanzare sono anche portatrici di malattie.

Tutti conosciamo la sgradevole sensazione di non riuscire a dormire a causa della presenza di zanzare che svolazzano nella stanza.

Questi insetti, oltre che un fastidio, rappresentano in realtà un vero pericolo.

Le punture delle zanzare possono trasmettere numerose malattie. Per questo, è importante prendere alcune misure preventive per evitare che ci pizzichino di notte o durante il giorno.

Perché le zanzare cercano di pungerci di notte?

Anche se le zanzare possono pungerci in qualsiasi momento del giorno, le loro abitudini sono prettamente notturne.

Quando la luce del sole cala e si fa tardi, ecco che le zanzare cominciano a farsi notare, raggiungendo il loro picco nelle ore buie.

Ma le zanzare si sentono “attratte” da noi anche per una questione di respirazione. Quando respiriamo, sfruttiamo l’ossigeno disponibile nell’aria per nutrire tutti i tessuti del nostro organismo, e allo stesso tempo espelliamo grandi quantità di diossido di carbonio.

Quando andiamo a dormire, ci muoviamo di meno e permettiamo a questo componente di concentrarsi intorno a noi.

Naturalmente esaliamo diossido di carbonio per tutto il giorno, inconsapevolmente, mentre respiriamo. Ma è durante la notte che il composto si concentra e attrae con maggior intensità le zanzare.

Questi insetti percepiscono l’alta concentrazione di diossido di carbonio e si lasciano guidare per trovare alimento. Poiché esaliamo diossido dalla bocca e dal naso, tendono a concentrarsi intorno alla nostra testa.

Zanzara che succhia sangue

Per di più, il nostro calore corporeo le aiuta ad individuare la presenza di un essere vivo che può fornire loro sangue fresco.

Per questo, le persone con una temperatura corporea più elevata attraggono maggiormente questi insetti.

Nei giorni più caldi, l’acido lattico che liberiamo con la traspirazione attrae anch’esso le zanzare. Una buona ventilazione nelle notti d’estate può aiutare a combattere il problema delle zanzare.

Perché emettono un ronzio così fastidioso?

Adesso sappiamo perché le zanzare cercano di pungerci così intensamente di notte, intralciando il nostro sonno. Ma come mai producono un ronzio così forte e fastidioso quando volano intorno a noi?

In realtà, non è complicato spiegare come mai sia così facile sentirle quando svolazzano per la nostra stanza. Per volare e sostenersi in aria, le zanzare devono sbattere con forza le loro piccole ali. L’impatto costante con l’aria produce questo fastidioso ronzio.

Come evitare di essere punti dalle zanzare?

Sfortunatamente, le zanzare sono insetti tutt’altro che inoffensivi. Nonostante siano di minuscole dimensioni, possono infatti rappresentare un rischio per la nostra salute.

Questi insetti sono portatori di numerosi agenti patogeni come virus, batteri, vermi, protozoi e via dicendo.

Per questo fungono da vettori per svariate malattie, sia per noi che per i nostri animali domestici.

Zanzara che punge

Le punture di zanzara sono più frequenti in estate, in quanto questi insetti si riproducono più intensamente durante la stagione calda.

Per questo è importante prepararsi alla stagione e adottare abitudini preventive per evitare di essere punti.

5 trucchi per far scappare le zanzare da casa vostra

  1. Zanzariera: le tende contro gli insetti o zanzariere sono essenziali per evitarne l’ingresso nella casa. L’ideale è installarle su tutte le finestre e tutte le porte.
  2. Non accumulare acqua: molte specie di insetti che pungono l’uomo sfruttano i ristagni d’acqua per sviluppare le larve. Per combattere la sovrappopolazione di questi insetti in estate, è bene evitare accumuli d’acqua all’interno della casa.
  3. Evitare la vegetazione incolta nei pressi della casa: ciò non significa che non si possa avere un bel giardino. Semplicemente bisogna fare attenzione a non far crescere della vegetazione incolta nei dintorni della casa, onde evitare che si crei eccessiva umidità, che attrarrà le zanzare e ne favorirà la riproduzione.
  4. Repellenti: prima di uscire all’aria aperta in estate, ricordate di applicare sulla vostra pelle del repellente antizanzare. Esistono anche prodotti specifici per proteggere gli animali domestici.
  5. Citronella: questo è un eccellente alleato per combattere le zanzare. In commercio è possibile trovare candele, oli aromatici e altri repellenti naturali alla citronella.

La buona notizia è che evitare di essere punti dalle zanzare è possibile, anche in estate. Basta seguire questi consigli pratici.