Far bagnare il cane in piscina, una buona idea?

18 Giugno 2019
Far bagnare il cane in piscina può essere super divertente e rinfrescante per lui, ma bisogna adottare alcune precauzioni.

È una buona idea far bagnare il cane in piscina? Bisognerebbe innanzitutto far immergere in acqua solo cani che abbiano già ricevuto il primo ciclo di vaccini e il trattamento anti-parassitario.

Leggete l’articolo per saperne di più.

Far bagnare il cane in piscina, si può?

A molti cani piace passare ore in acqua divertendosi insieme ai padroni. Eppure, molti si domandano se far bagnare il cane in piscina sia una buona idea oppure no.

I rischi maggiori si corrono nei suoi primi mesi di vita, quando l’animale è di salute più fragile. In questo articolo scoprirete come far godere ai vostri cani la piscina assieme a voi e in modo salutare.

Tutti i cani possono fare il bagno in piscina?

In linea di massima, tutti i cani possono godersi un bel bagno in piscina in compagnia dei loro padroni. Ovviamente purché questa attività piaccia, sia a loro quanto ai padroni. È importante che il loro corpo e il loro stato di salute gli consentano di bagnarsi in tutta sicurezza.

Così come accade per le persone, i cani hanno diverse personalità, preferenze e abilità; un indicatore utile per capire le loro preferenze in tema di bagni è per esempio la razza.

Alcune razze, come il Labrador e il Golden Retriever, il Terranova o i cani acquatici, dimostrano una naturale attitudine ad immergersi. Questi cani sanno nuotare alla perfezione, dato che sono stati selezionati dall’uomo per adattarsi all’ambiente acquatico.

Al contrario, ad esempio nel caso delle razze brachicefale, il nuoto può rappresentare una vera e propria sfida a causa della loro costituzione fisica. Il loro muso è molto allungato e questo rende più difficile la respirazione e diminuisce, di conseguenza, la loro capacità polmonare. Per questo motivo, queste razze di cane devono fare molta fatica per riuscire a nuotare.

padrone nuota con cane

Ad ogni modo, ciò che fa davvero la differenza il più delle volte non è tanto la razza, la dimensione o l’età, ma la loro personalità, il loro stato di salute e la loro educazione. Tutti i cani possono divertirsi in piscina, sempre che siano fisicamente e mentalmente preparati per provare questa esperienza.

Anche i cuccioli possono fare il bagno?

Un cucciolo appena nato non è pronto a muoversi in modo autonomo, che sia a terra o nell’acqua. Con il tempo, il piccolo si svilupperà fisicamente, cognitivamente, emotivamente e socialmente, guadagnando via via sempre più indipendenza.

Bisogna evitare i bagni prima che un cucciolo abbia compiuto un ciclo di vaccinazione e di trattamento anti-parassitario. Potete però farlo avvicinare all’acqua e magari rinfrescarlo leggermente bagnandolo un po’, in modo da abituarlo. In questo modo, darete tempo al suo sistema immunitario di rafforzarsi abbastanza da permettergli questa nuova esperienza.

Inoltre, prima di far immergere il vostro cane è fondamentale consultare un veterinario di fiducia. In clinica, questi sarà in grado di constatare l’effettivo stato di salute del vostro animale e darvi dei suggerimenti sul processo di adattamento all’acqua da utilizzare.

Consigli per godervi la piscina con il vostro cane

Oltre che il consulto di un veterinario, è altrettanto importante adottare certe precauzioni e misure preventive per garantire la sicurezza del vostro animale. Di seguito vi diamo quindi qualche consiglio per aiutarvi a sfruttare al meglio i vostri giorni estivi in piscina con il vostro amico a quattro zampe.

cane si bagna in piscina

Non lasciate mai il vostro cane da solo in piscina

Anche se disponiamo di una piscina perfettamente attrezzata, non dovremmo mai lasciare il nostro cane da solo in acqua. I cani possono soffrire di spasmi o attacchi di sonno, che ne impediranno il corretto movimento e quindi la possibilità di uscire dalla piscina. Proprio per questi motivi il rischio di un incidente può essere molto elevato.

L’ideale è quindi che i cani abbiano sempre il collare mentre giocano in acqua. In questo modo il padrone potrà sempre trarlo in salvo in caso di una qualsiasi emergenza.

Idratazione e protezione contro i raggi solari

L’esposizione eccessiva ai raggi solari può causare bruciature o altre malattie anche molto serie come un cancro alla pelle. Nei negozi per animali possiamo trovare protezioni solari speciali per cani. È molto importante applicarle sulle parti esposte del vostro cane, facendo attenzione a non toccare occhi e naso.

È inoltre fondamentale rinforzare l’idratazione dell’animale facendolo stare all’ombra durante le ore più calde del giorno e facendolo bere molto. Il forte caldo può disidratare e provocare un colpo di calore.

Sciacquate e asciugate bene il cane dopo averlo bagnato

Dopo aver fatto bagnare il cane in piscina è importante sciacquarlo con acqua corrente per togliere il cloro. Asciugatelo poi con molta cura, facendo attenzione soprattutto alle orecchie. Un accumulo di umidità favorisce la proliferazione di funghi, acari e altri microorganismi che ne pregiudicano la salute.

Dategli un farmaco preventivo

Se vogliamo sfruttare la stagione estiva in piscina insieme al nostro cane è importante aumentare i trattamenti antiparassitari che solitamente gli somministriamo. I cani avrebbero sempre bisogno di un trattamento medicinale preventivo durante tutta la loro vita.

Rafforzate l’igiene

Se vogliamo condividere la piscina con il nostro cane, abbiamo bisogno di rinforzare l’igiene dell’acqua. Il consiglio è di pulire la piscina regolarmente, ogni due o tre giorni, per evitare l’accumulo di peli o impurità. Inoltre, dovete spazzolare la pelliccia dell’animale quotidianamente, per evitare che vi si accumuli della sporcizia.