Gatti zoppicanti: cause comuni e trattamento

19 Novembre 2019
Quando osservate dei gatti zoppicanti vi domandate di che cosa dovete tenere conto e in che modo potete aiutarli. È bene sapere che determinate condizioni richiedono un intervento medico immediato, perché, se trascurate un problema serio e doloroso, la situazione è destinata a peggiorare rapidamente.

Molti dolori che colpiscono le articolazioni, i muscoli, le ossa, i nervi o la pelle possono costituire la causa che si trova si trova dietro ai gatti zoppicanti. Nell’elenco dei possibili problemi, alcuni sono più gravi di altri; quindi, fate molta attenzione.

È chiaro che se il vostro gatto è stato investito da un veicolo in movimento, oppure è caduto da una finestra, non ci sarà nulla di strano nel fatto che non possa camminare normalmente. Tuttavia, a volte la causa della zoppia non è così ovvia né così drammatica.

Di conseguenza, vi sarà utile sapere qualcosa di più sulle cause della zoppia nei gatti, quali sono i sintomi di cui tenere conto e in che modo potete aiutare il vostro gattino.

La zoppia in quanto tale non è una malattia, ma può indicare la presenza di un disturbo al sistema muscoloscheletrico o a quello nervoso.

La zoppia come sintomo

Un gato che non può camminare, correre o saltare normalmente può essere considerato zoppicante. È possibile, però, che anche se il gatto soffre di un dolore evidente, l’estremità colpita possa presentare un aspetto anormale.

È importante ricordare che la zoppia è un segnale clinico di un’altra malattia e non costituisce, in sé, una diagnosi. Quindi, molte malattie possono provocare zoppia e i gatti che ne sono colpiti possono manifestare una varietà di sintomi, oltre alla zoppia stressa.

Per questa ragione, è importante osservare un’eventuale perdita di appetito, un aumento della vocalizzazione, torpore, vomito, perdita di peso, aumento del consumo di acqua o maggior volume di urina.

Cause comunemente associate ai casi di gatti zoppicanti

Generalmente, la zoppia nei gatti deriva da una lesione o da una malattia che colpisce il sistema muscoloscheletrico oppure quello nervoso. I cambiamenti che interessano le ossa, i muscoli, i tendini, i legamenti e i nervi possono causare la zoppia.

Inoltre, la zoppia si manifesta anche a causa di altre malattie sistemiche, come patologie che colpiscono il sistema immunitario. Naturalmente, anche alcune malattie infettive, malnutrizione, cancro o diabete possono provocare la zoppia.

a volte la diagnosi dei gatti zoppicanti può richiedere l'impiego di una radiografia

Nelle righe che seguono, vi forniamo un elenco delle cause più comuni di zoppia nei gatti:

1. Trauma o lesione

  • Slogatura o distensione muscolare.
  • Contusione.
  • Tendinite.
  • Miosite.
  • Morso di serpente o di un altro animale.
  • Frattura.
  • Unghia rotta.
  • Lacerazione del cuscinetto della zampa.
  • Presenza di un corpo estraneo nel cuscinetto della zampa (spine, aculei, schegge di vetro, ecc.).
  • Congelamento o bruciatura del cuscinetto della zampa.

2. Disturbi nervosi

  • Paralisi del nervo radiale.
  • Discospondilite.
  • Evento cerebrovascolare lieve.

3. Patologia articolare

  • Displasia dell’anca.
  • Patologia articolare degenerativa o osteoartrite.
  • Lussazione articolare.

4. Patologie sistemiche

  • Malattia autoimmune, compresa la poliartrite progressiva.
  • Tumore alle ossa.
  • Infezioni virali, come il calicivirus.
  • Diabete.
  • Patologie dello sviluppo o congenite.

Gatti zoppicanti e procedimenti diagnostici

È necessario sottolineare l’importanza di ottenere una diagnosi corretta, per evitare che il gatto possa sviluppare disturbi muscolari o nervosi permanenti. Il vostro veterinario eseguirà un esame fisico completo del vostro gatto, allo scopo di determinare l’esatta origine del problema.

L’età del vostro gatto, gli eventuali precedenti costituiti da un qualunque trauma, l’inizio del problema (acuto o cronico), la gravità della zoppia e il numero di zampe coinvolte sono degli indicatori della possibile fonte del problema.

La diagnosi di gatti zoppicanti può richiedere esami specifici. Accade spesso che tra questi siano comprese una o più delle seguenti analisi:

  • Radiografie.
  • Biopsie.
  • Analisi del sangue per malattie infettive o associate al sistema immunitario.
  • Raccolta e analisi di liquido sinoviale.
  • Le diagnosi più accurate possono richiedere l’impiego di ultrasuoni, tomografia computerizzata o immagini prodotte da risonanza magnetica.

Cura dei gatti zoppicanti: trattamento

Oltre a trattare la causa che provoca la zoppia di un gatto, i veterinari desiderano anche controllare il dolore sofferto dall’animale. Generalmente, iniziano con un trattamento poco invasivo, per poi passare a un trattamento per il dolore più invasivo, nel caso in cui il primo non dia i risultati sperati.

i farmaci contro il dolore sono il primo trattamento che ricevono i gatti zoppicanti

La prima scelta è quella costituita dai farmaci per il dolore. In primo luogo, verranno impiegati farmaci antinfiammatori non steroidei, che riducono l’infiammazione delle articolazioni o dei legamenti.

Mentre il gatto riceve questo trattamento, viene monitorato da vicino da parte del veterinario. Lo scopo è quello di assicurarsi che non si sviluppi un danno renale, epatico o gastrointestinale. Insieme a questa forma di trattamento, il veterinario può prescrivere il riposo all’interno della gabbia.

Se i FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei) non funzionano, il veterinario prescriverà degli analgesici oppioidi, come il tramadolo, la buprenorfina o il butorfanolo. Questi farmaci vengono impiegati solo per il dolore più acuto.

In caso di osteoartrite, possono risultare utili i medicinali che proteggono la cartilagine che circonda l’articolazione. Vengono usati per ritardare il deterioramento della cartilagine nell’estremità interessata.

In aggiunta, possono essere utili dei trattamenti che contribuiscano a controllare il dolore. Tra questi sono compresi trattamenti chiropratici, agopuntura e fisioterapia, così come la terapia con il laser.

Infine, altri trattamenti possono prevedere massaggi e cambiamenti nella dieta. Se il gatto soffre di una patologia congenita che limita l’uso dell’estremità o provoca un dolore significativo, il veterinario può suggerire il ricorso a un intervento chirurgico.

Il vostro veterinario prescriverà il trattamento più idoneo per migliorare la condizioni del vostro gatto zoppicante. Di conseguenza, è molto importante che seguiate tutte le sue istruzioni, esattamente secondo quanto viene prescritto.

  • Garosi, L. (2012). Neurological lameness in the cat: Common causes and clinical approach. Journal of feline medicine and surgery, 14(1), 85-93.
  • Langley-Hobbs, S. (2017, April). Lame cats: if it’s not a fracture, then what could it be?. In BSAVA Congress Proceedings 2017 (pp. 224-225). BSAVA Library.
  • Perry, K. L. (2015). The lame cat: alternative causes of non-traumatic lameness. Companion Animal, 20(4), 196-201.