Cosa bisogna fare se il gatto non mangia?

25 Settembre 2019
I cambiamenti improvvisi nell'alimentazione, il caldo estivo, la scarsa igiene o uno stato d'animo depressivo possono influenzare l'appetito dei gatti.

Nei casi in cui avete notato che il vostro gatto ha perso l’appetito, siamo sicuri che vi siete chiesti: “Cosa bisogna fare se il gatto non mangia?” In realtà, questo cambiamento nel suo comportamento richiede un’attenzione speciale da parte del padrone, poiché può essere sintomo di alcune patologie.

Tenete presente che ci sono anche altre possibili cause che provocano la perdita di appetito nei gatti. Cerchiamo dunque di capire cosa bisogna fare se il gatto non mangia.

Il gatto non mangia: possibili cause

La perdita di appetito e peso nei gatti è un sintomo comune di molte malattie. Pertanto, quando il vostro gatto si rifiuta di mangiare o ha improvvisamente perso peso, sarà essenziale portarlo immediatamente dal veterinario.

1. Quando il cibo non è di suo gradimento

I gatti sono animali selettivi e di routine, soprattutto in relazione alla loro dieta ed alle loro abitudini. Pertanto, dovrete fare attenzione nella scelta dei cibi adatti a loro, soprattutto nel caso in cui vogliate apportare delle modifiche alla sua dieta.

L’alimentazione di un felino deve soddisfare le sue esigenze nutrizionali, in base alla sua età, alle sue dimensioni e alle esigenze specifiche del suo organismo. Cambiare il cibo ad un gatto dovrebbe essere sempre un processo lento e graduale.

Se cambiate bruscamente il cibo al vostro gatto, è molto probabile che rifiuti il nuovo cibo. Ciò può anche causare alcuni disturbi digestivi come diarrea, vomito o accumulo di gas nel tratto gastrointestinale.

Gatto che mangia

D’altra parte, se volete avere un gatto con un palato meno selettivo, dovrete abituarlo fin da cucciolo a provare nuovi sapori, consistenze e aromi. Durante i loro primi sei mesi di vita, i cuccioli hanno un carattere più flessibile e formano i criteri e le preferenze del loro palato.

Se durante questa fase gli presentate una gran varietà di aromi, sapori e consistenze, ridurrete le possibilità di trasformarlo in un gatto capriccioso dal punto di vista del cibo. Ma se gli offrite sempre lo stesso cibo, probabilmente avrete problemi quando deciderete di cambiare la sua dieta in età adulta.

2. Il caldo

Nelle giornate estive più calde, il vostro gatto molto probabilmente non avrà così tanto appetito e mangerà di meno. Oltre alla sensazione di “pesantezza” generata dalle alte temperature, anche l’aumento delle ore di luce influenzeranno il suo appetito.

In inverno, al contrario, le giornate sono più brevi e c’è meno luce e quindi gli animali aumentano il consumo di cibo. Si pensa che il loro cervello associ la diminuzione della disponibilità di luce con l’arrivo dell’inverno e la conseguente carenza di cibo.

Al contrario, quando abbondano le ore di sole e il cibo è abbondante, il metabolismo ritorna a un ritmo più equilibrato. L’appetito del vostro animale domestico è ridotto e anche il suo comportamento è più calmo. Pertanto, è naturale che il vostro gatto mangi di meno con l’arrivo dell’estate.

3. La posizione della cuccia e della lettiera

Quando preparate la cuccia del gatto, dovete prestare particolare attenzione alla posizione delle loro aree di cibo, igiene e bisogni fisiologici. Se la ciotola del gatto si trova vicino alla lettiera o non ha abitudini igieniche regolari, il gatto potrebbe rifiutarsi di mangiare.

Gatto e lettiera
4. Il gatto non mangia a causa dei boli intestinali

Come sapete, i gatti sono animali molto puliti che di solito dedicano ore ed ore alla toletta. Sappiamo anche che durante la loro igiene, i felini sono soliti ingerire peli morti, che passano nel tratto digestivo e possono insediarsi nell’intestino.

Tutti i gatti possono soffrire di boli di pelo, tuttavia questi tipi di problemi sono generalmente più frequenti nelle specie a pelo lungo o semi-lungo.

In natura, i felini riescono ad eliminare naturalmente i boli di pelo per evitare disturbi digestivi. Tuttavia, i gatti domestici avranno bisogno del nostro aiuto per eliminare i peli ingeriti. Ecco cosa bisogna fare se il gatto non mangia.

Se il vostro gatto non è in grado di defecare i boli di pelo, l’eccessivo accumulo di questi nell’apparato digerente può portare a costipazione, perdita di appetito, nausea, debolezza, apatia, ecc.

Altre cause della perdita di appetito nei gatti

Oltre alle cause sopra menzionate, la perdita di appetito nei gatti può anche essere dovuta a intossicazione o ad una depressione causata da stress e ansia.

Come avete avuto modo di constatare, ci sono molte possibili spiegazioni del perché un gatto non mangia e può essere difficile identificare la causa esatta. Pertanto, se volete sapere cosa fare se il gatto perde appetito, è meglio consultare il veterinario.