5 consigli per gestire un cane aggressivo

10 maggio, 2018

Come sicuramente già sapete, non è affatto semplice gestire un cane aggressivo. In molti casi può essere una vera e propria sfida, soprattutto per chi non ha troppa esperienza con questi animali. Dunque, serve sapere come agire per poter calmare il vostro amico a quattro zampe, senza che né voi né lui si faccia male.

Ovviamente, le cause che finiscono per innescare un comportamento aggressivo possono essere diverse. Prima di tutto, quindi, sarà necessario comprendere cosa si nasconde dietro un atteggiamento così violento del vostro miglior amico. Saper interpretare il suo malessere, anche di natura psicologica, vi permetterà di risolvere il problema alla radice.

Aggressività nei cani: di cosa si tratta?

L’aggressività è una reazione istintiva dell’animale dinanzi a determinate situazioni o stimoli. Questi non sono sempre dovuti a un pericolo imminente o ad un attacco di un altro animale. In genere, vi troverete dinanzi a reazioni di panico e persino di dolore.

Un cane non è aggressivo perché vuole fare del male volontariamente. Al contrario, risponde al suo istinto di sopravvivenza. Se è ferito o sta male, è normale notare un atteggiamento violento. Questi animali non riescono a capire pienamente la ragione del loro malessere.

Ma l’aggressività non è sempre frutto di una condizione fisica. A volte, diventa un problema di comportamento, specialmente se non viene corretta in modo adeguato e tempestivo. Conoscere i sintomi dell’aggressività è un aspetto fondamentale per gestire l’aggressività del vostro cane e fare in modo che situazioni del genere, gradualmente, scompaiano.

labrador bianco mostra i denti

Le cause dell’aggressività nei cani

Un cane può diventare aggressivo per diversi motivi. Come abbiamo visto, molte di queste reazioni sono una risposta ai loro istinti primari, che conservano da quando erano ancora animali selvatici. Oltre che presentarsi come una risposta al dolore, l’aggressività può anche essere una reazione a una malattia.

Le dermatiti e le malattie del cavo orale sono i principali fattori scatenanti dell’aggressività nei cani. E’ la conseguenza di uno stato di forte irritazione e fastidio che il povero animale proprio non riesce a controllare. Non è in grado di assimilare cosa succede al suo corpo. Così, reagisce in modo violento sia per paura che per il dolore.

Ma, altre volte, l’aggressività diventa una forma di difesa. Come nel caso dell’istinto materno. Stiamo parlando di una grande forza che muove il mondo degli animali e i cani, certamente, non fanno eccezione. Una madre è pronta a lottare fino alla morte, pur di difendere i proprio cuccioli, anche se lo scontro è già perso in partenza.

Un altro motivo per cui un cane può essere aggressivo è relativo alla difesa del proprio territorio. Tutti siamo ben consapevoli di quanto possa essere convincente un cane da guardia ben addestrato. Percepisce la casa, l’azienda o un portone, come se fosse di sua proprietà. Per questo motivo, non bisogna mai essere troppo fiduciosi, quando si interagisce per la prima volta con un animale di questo tipo.

Un comportamento altrettanto aggressivo viene mostrato da quei cani che vengono disturbati mentre mangiano. Per loro, il momento di alimentarsi è il culmine della giornata. Anticamente erano soliti cacciare e l’atteggiamento che mostrano nei confronti del cibo è uguale a quello di un lupo con la sua preda. Anche il vostro cane teme che un altro predatore possa portargli via il bottino e ringhierà verso chiunque interrompa questo momento di immensa gratificazione.

Come avete visto, saper distinguere i diversi motivi che innescano l’aggressività del vostro amico a quattro zampe, vi permetterà di intervenire meglio sul problema.

un cane abbaia in modo aggressivo dietro una rete metallica

Come gestire l’aggressività del vostro cane?

Ci sono diversi modi per gestire l’aggressività di un cane. Gran parte dello sforzo richiede molta pazienza e fiducia in voi stessi. Prima di utilizzare uno qualsiasi dei metodi che troverete qui in basso, vi consigliamo di chiedere un parere al vostro veterinario. Il parere del medico vi permetterà di escludere la presenza di eventuali malattie che potrebbero indurre il cane ad essere aggressivo.

  • Evitate le punizioni dolorose. Il dolore è un fattore scatenante dell’aggressività, quindi è meglio evitare ferire il cane. Utilizzate punizioni più morbide o rimproveri verbali, anziché fisici.
  • Attenzione ai giochi di contatto fisico. Giocare con il vostro amico a quattro zampe è divertentissimo, ma se viene eccitato in modo eccessivo, potrebbe incautamente far uscire la sua vena selvaggia, con possibili conseguenze negative per la vostra incolumità.
  • Conoscete la personalità del vostro cane. Gli animali più dominanti tendono ad essere i più aggressivi, dato che vogliono imporsi sugli altri. Il vostro lavoro sarà quello di insegnargli a rispettare la vostra posizione di capobranco.
  • Rispettate i suoi spazi. Evitate di infastidire il vostro animale domestico, con comportamenti inopportuni, come togliergli la ciotola mentre gioca o strappargli via un giocattolo dalle fauci. Il rapporto dovrà sempre essere pacifico, lasciando da parte qualsiasi tipo di possibile disturbo.
  • Sterilizzate l’animale. Molti dei problemi comportamentali possono essere corretti castrando il vostro cane. Oltre a renderlo più sottomesso, il vostro animale domestico godrà di grandi benefici a lungo termine, in termini di salute.