Il glaucoma nei cani

Il glaucoma nei cani è una malattia che colpisce gli occhi e che porta ad una progressiva perdita della vista. Molto spesso è asintomatica, e per riconoscerla diventa necessario fare attenzione ai più piccoli cambiamenti di atteggiamento che vedete nell’animale.

Gli occhi sono delle sofisticate e delicate strutture che permettono di inviare al cervello gli stimoli esterni e di interpretare le immagini. Questa è quella che chiamiamo comunemente visione.

La parte visibile dell’occhio rappresenta solo una parte della struttura ottica. La parte anteriore è formata dalla sclera (parte bianca), l’iride (parte colorata),  pupilla (il punto nero), da canali di drenaggio e dal corpo ciliare.

Nella parte posteriore e non visibile si trova la cornea, il cristallino, la retina, ossia la copertura interna dell’occhio. Anche i nervi e il disco ottico.

Il meccanismo di azione congiunta di tutti questi elementi rende possibile il senso della vista. Un’alterazione di una qualsiasi  di queste strutture può portare a cecità e pregiudicare il sistema nervoso.

Il glaucoma nei cani è una delle malattie oftalmologiche più frequenti, e saperla riconoscere per tempo può salvare il vostro miglior amico.

Cos’è il glucoma nei cani?

Il glaucoma colpisce i cani in modo simile a come colpisce l’essere umano. Si tratta di un accumulo di liquidi che porta ad un aumento progressivo della pressione intraoculare.

husky seduto sul pavimento

La parte anteriore dell’occhio è imbevuta in un liquido trasparente denominato umore acqueo o fluido intraoculare. È prodotto dai corpi ciliari e la sua funzione è quella di fornire un’idratazione protettiva. La perdita del liquido potrebbe generare diverse ferite o irritazioni.

Un occhio sano possiede un sistema di circolazione dinamico. Il fluido è espulso dall’interno della cavità intraoculare attraverso la pupilla. Quasi immediatamente, deve poi essere assorbito dalla maglia di canali che compongono il sistema di drenaggio dell’occhio. Così arriva al sangue.

Può capitare che i canali di drenaggio si otturino e ostruiscano il flusso dell’umore acqueo. L’eccesso di questo liquido all’interno dell’occhio genera l’aumento progressivo della pressione intraoculare. Quando questo fenomeno riguarda gli occhi del cane, è denominato glaucoma nel cane.

L’aumento della pressione intraoculare accelera il processo di degenerazione del nervo ottico e della retina. La conseguenza più comune è la perdita parziale della visione o la cecità.

Quali sono le cause del glaucoma?

Il glaucoma nei cani può essere cronico o acuto. Generalmente presenta un forte fattore ereditario. Per questo, la principale causa di questo disturbo è di solito l’eredità genetica.

Bisogna anche tenere conto del fatto che il glaucoma può derivare da altre malattie che attaccano l’organismo dell’animale.

Quali sono i sintomi del glaucoma nei cani?

Nella maggior parte dei casi, i padroni si accorgono della malattia soltanto quando l’animale ha già perso gran parte della vista. In questa fase l’occhio assume un aspetto appannato ed assume un tono leggermente azzurrognolo.

La cecità del glaucoma deriva dalla perdita graduale della visione, ed è normale che il cane abbia difficoltà nell’indicare che sta perdendo la sua capacità visiva.

Primi sintomi del glaucoma nei cani

  • Dolore o maggior sensibilità negli occhi e/o alla testa
  • Vomito e/o ansia da vomito
  • Apparizione di aloni azzurrognoli e/o aspetto annebbiato negli occhi (specialmente quando esposti alla luce)
  • Difficoltà di localizzazione spazio-temporale.
cane bianco sul prato

Il glaucoma nei cani tende ad essere una malattia silenziosa. I cani dimostrano di avere problemi alla vista quando cominciano a camminare con difficoltà, inciampando o andando a colpire oggetti. Lo fanno perché non ci vedono bene e non fanno in tempo ad evitare gli ostacoli che incontrano.

Esiste un trattamento per il glaucoma nei cani?

Il glaucoma nei cani è simile a quello degli umani anche per quanto riguarda il trattamento, che varierà a seconda della gravità del disturbo. Tuttavia, è sempre molto importante che sia il veterinario ad indicare il trattamento adeguato per il vostro animale.

Generalmente viene applicato un collirio per riequilibrare il sistema di drenaggio e controllare il fluido intraoculare. Contemporaneamente si somministra di solito dell’analgesico e/o antiinfiammatori per alleviare il forte dolore agli occhi e il mal di testa.

Nei casi più avanzati, si raccomanda di procedere con la chirurgia. In particolare, viene usato un laser per drenare in maniera artificiale la cavità intraoculare.

Sebbene non ci sia un metodo specifico per prevenire il glaucoma nei cani, prendersi cura con responsabilità del proprio cane è il miglior modo di preservare la salute dell’animale. Mantenere aggiornato il libretto di vaccinazioni e di deparassitazione così come fornirgli un’alimentazione bilanciata e fargli fare esercizio fisico, sono misure che potranno salvargli la vita.

Categorie: Salute Tags:
Guarda anche