Goldador o golden lab: tutto su questa razza

Tra tutti i cani risultanti dall'incrocio di varie razze, questa volta vogliamo presentare il goldador, un cane di grande bellezza, intelligenza e lealtà.
Goldador o golden lab: tutto su questa razza

Ultimo aggiornamento: 28 novembre, 2021

Non si può dire che ogni giorno emerga una nuova varietà di cane, ma ciò che è certo è che gli ultimi decenni hanno visto la nascita di molte razze ibride che vale la pena conoscere. Il goldador o golden lab è uno di quelle.

Questo cane eredita la bellezza e la bontà dei suoi due genitori, facilmente deducibili dal nome che porta la sua razza. Non sapete ancora cosa sono? Vi invitiamo a scoprire queste informazioni e molte altre sul goldador o golden lab in questo articolo.

Origine del goldador

La sua nascita è avvenuta in Europa in modo registrato una decina di anni fa. Sottolineiamo il termine “registrato” perché è noto oggi che questi incroci sono stati fatti molto prima, ma non ci sono dati ufficiali su di essi.

Per dare origine al goldador, viene fatto un incrocio tra esemplari puri delle razze golden retriever e labrador retriever. Il cane risultante è anche conosciuto come un mix di golden retriever, golden lab mix o goldador retriever.

Quando gli allevatori hanno iniziato a cercare questo cane ibrido, l’obiettivo era ottenere un cane da terapia che possedesse le condizioni più ottimali di ciascuna delle due razze che gli davano la vita, e ci sono riusciti. Tuttavia, oltre a questo, i goldador sono anche ottimi animali domestici e sono sempre più utilizzati come cani da ricerca e soccorso, grazie al loro acuto senso dell’olfatto.

Da segnalare, infine, che questa razza canina, sebbene stia raggiungendo una grande fama internazionale, non è registrata da organismi ufficiali, come l’American Kennel Club o l’International Cynological Federation. C’è ancora tempo e la normalizzazione della loro educazione per questo.

Un goldador guarda per terra.

Caratteristiche del goldador

Il goldador o golden lab è un cane classificato di taglia media, con un’altezza compresa tra 54 e 62 centimetri. Il peso può variare tra 27 e 36 chili. Si possono riscontrare variazioni sia nelle dimensioni che nel peso nel sesso (le femmine tendono ad essere più piccole).

Tuttavia, le dimensioni possono variare leggermente nelle razze ibride, poiché dipenderanno da quali geni predominano nell’esemplare.

Il corpo del goldador è muscoloso ed equilibrato, presentando un contegno molto atletico. Ha la testa allungata, ma non termina con un muso appuntito, come i golden retriever. Le orecchie sono quadrate e pendono su entrambi i lati della testa. Gli occhi, invece, sono grandi e scuri. Infine, va notato che la sua coda è media ed eretta.

Pelo del goldador

Questo cane ha un mantello a doppio strato. La parte inferiore è densa, morbida e lanosa, mentre la parte esterna è corta e liscia, anche se a volte può incresparsi un po’. I colori del pelo sono quelli delle razze che danno loro la vita, cioè oro, cioccolato o nero. Nonostante ciò, i più comuni sono gli esemplari rosso-dorati e gialli.

Temperamento

Il cucciolo di goldador è un po’ nervoso e rumoroso, in quanto ama correre e giocare senza sosta. Per questo motivo è ideale tenerlo d’occhio, poiché può subire incidenti imprevisti se i suoi tutori sono negligenti.

È importante che questi cani socializzino fin dalla tenera età e, soprattutto, vengano educati ad inibire il loro morso e a controllare la loro forza fisica. Non farlo può danneggiare involontariamente le persone con meno forza quando crescono.

In generale, quando crescono, i golden lab sono cani calmi, leali, attenti e molto pazienti. Ecco perché sono ottimi cani per le terapie e compagni di bambini. I loro livelli di empatia sono sbalorditivi.

Cura del goldador

Il golden lab richiede una dieta equilibrata e controllata, poiché può ereditare la sua gola dal labrador retriever. Oltre a dargli la giusta quantità di cibo, è importante fargli fare esercizio quotidianamente per mantenersi in forma e attivo.

Questi cani ereditano la passione per l’acqua dai genitori. Pertanto, il nuoto è un’attività che li avvantaggerà sia fisicamente che mentalmente. Sebbene non tutti abbiano una piscina a disposizione, se è possibile renderà l’animale molto felice.

Parlando del livello mentale, è anche essenziale che questi cani rimangano attivi in quell’aspetto quotidianamente attraverso l’uso di giocattoli, attività e giochi con i loro tutori. In caso contrario, il cane potrebbe finire per soffrire di stress, ansia, noia e altri comportamenti associati alla mancanza di stimoli.

Bagno e igiene

I bagni di questo cane dovrebbero essere limitati a periodi di grande sporcizia ed effettuati, al massimo, con cadenza mensile. Quello che è importante fare 2 o 3 volte a settimana è spazzolare il pelo. Questo è essenziale per mantenerlo sano, poiché i peli sciolti vengono rimossi e quello nuovo si rafforza. In tempi di muta, questo compito dovrebbe essere ancora più frequente.

Le orecchie devono essere controllate ogni 10-15 giorni e devono essere pulite per evitare l’accumulo di acari e cerume che causano infezioni. Per tale sanificazione, l’ideale è disporre di appositi prodotti per le orecchie dei cani, che si trovano nei negozi di animali.

D’altra parte, non bisogna dimenticare di lavare i denti e tagliare le unghie se necessario perché non le consumano naturalmente.

Addestramento del goldador

Il goldador è un animale intelligente, docile e attento, quindi la sua educazione è solitamente semplice. È facile per lui afferrare gli ordini e le sue risposte sono solitamente rapide.

Naturalmente, come in tutti i casi, il rinforzo positivo e la perseveranza sono gli strumenti essenziali per la tua educazione. Oltre all’addestramento, come accennato in precedenza, è importante la socializzazione precoce di questo cane.

Salute e malattie del goldador

L’aspettativa di vita del goldador o golden lab è di circa 10-12 anni ed è solitamente un cane in buona salute. Tuttavia, ciò non significa che sia immune a determinate malattie, alcune ereditate dalle razze madri. Tra le patologie che più frequentemente si verificano in questo animale ci sono le seguenti:

  • Malattie dell’udito: a causa della forma delle orecchie, tendono ad accumulare batteri e acari che causano infezioni, come l’otite.
  • Displasia dell’anca.
  • Displasia del ginocchio.
  • Lesione del legamento crociato.
  • Obesità.
  • Cataratta.
  • Atrofia progressiva della retina.

Controlli regolari da parte del veterinario, nonché l’intervento tempestivo del tutor in caso di eventuali sintomi di malattia, favoriranno la buona salute del goldador. Molte di queste condizioni sono croniche e a lenta progressione, quindi di solito vengono diagnosticate durante le visite di routine.

Il golden lab come animale domestico

Per la sua natura amichevole e pacifica, il golden lab è un animale da compagnia molto apprezzato dalle famiglie, comprese quelle con bambini. Inoltre, per il suo buon temperamento e la predisposizione all’apprendimento, è una buona scelta anche come primo animale domestico.

Naturalmente, bisogna essere responsabili della sua cura e del suo apprendimento, così come della fermezza del tutor come leader. Ricordate che essere fermi non significa essere aggressivi con il cane, ma insegnargli l’obbedienza dal rispetto.

Idealmente, se si opta per un goldador come animale domestico, questo dovrebbe vivere in un luogo con ampi spazi esterni per consentire al cane di avere mobilità. Gli appartamenti piccoli non sono consigliati per questi cani, anche se potrebbero essere adattati se vengono portati fuori più volte al giorno.

Un goldador o un laboratorio d'oro.

Infine, va notato che questo è un cane socievole che va d’accordo anche con gli estranei, quindi essere un guardiano non è la sua missione principale. Di solito ha un buon comportamento con gli altri cani, ma per garantire la loro convivenza l’ideale è che crescano insieme.

Potrebbe interessarti ...
Una Labrador cieca sopravvive una settimana in un bosco
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Una Labrador cieca sopravvive una settimana in un bosco

Oggi vi presentiamo una storia di forza, di amore e di coraggio. Una labrador cieca è sopravvissuta da sola per una settimana nel bosco.