Gorilla: caratteristiche, comportamento e habitat

· 26 febbraio 2018

Chi non ricorda nella propria infanzia una visita allo zoo con la scuola e di essere rimasto affascinato dalla maestosità e dal potere del gorilla? Questo animale ha fatto parte delle nostre vite sin dall’infanzia, sebbene non sia solito vivere nei nostri paesi. Oggi vogliamo avvicinarvi di più a questo animale, farvelo conoscere e lasciarvi ammaliare come è successo a noi. 

Il gorilla è il re dei primati ed è, infatti, il più grande. Sono molte le specie di questa razza che si sono estinte. Tuttavia, al giorno d’oggi ne conosciamo due: il gorilla orientale e il gorilla occidentale.

Il suo nome gli venne dato dagli africani e significa “persona pelosa”. A quanto pare, i primi esemplari apparvero in Africa circa 25 milioni di anni fa. Tuttavia, la prima testimonianza ufficiale di osservazione dei gorilla si deve a Thomas Savage, un medico americano che si trovava come missionario nel Gabon.

Conosciamo meglio il gorilla: il re dei primati

Caratteristiche

Può raggiungere i 180 centimetri, dunque ci sono esemplari molto più alti di alcune persone. Può pesare fino a 135 chili nel caso dei maschi. Le femmine pesano solo la metà.

Gorilla con cuccioli
Fonte dell’immagine: http://elpais.com

Il gorilla ha la bocca grande, il naso molto largo e piatto e le orecchie molto piccole. Ha 32 denti come gli umani, che gli cadono quando sono da latte, per lasciare spazio a quelli definitivi. Come noi, ha le impronte digitali uniche.

Il suo pelo è nero grigiastro e ricopre tutto il corpo, ad eccezione della faccia e del petto, dove presenta solo la sua pelle spessa, porosa e rugosa. A mano a mano che invecchia, il pelo del gorilla diventa grigio.

È in grado di muoversi in forma eretta, ma di solito lo fa a quattro zampe, probabilmente perché gli risulta più facile per prendere velocità.

Comportamento

Il gorilla è un animale protettivo e diventa aggressivo se vede minacciati se stesso o qualche membro della sua famiglia. A differenza di quello che si crede, non è maschilista e mostra una tenerezza speciale con le femmine e i cuccioli. Tra di loro usano una specie di linguaggio verbale e non verbale che gli permette di comunicare.

Vivono in gruppi ristretti, ma sono senz’altro animali da branco. Vi è sempre un gorilla leader che protegge gli altri. Combatterà contro chiunque minacci l’integrità del branco.

Sebbene venga considerato un animale temibile e pericoloso, la verità è che il gorilla è uno degli animali più tranquilli che esistono. Reagisce in modo aggressivo solo quando avverte una minaccia contro se stesso, la propria famiglia o il branco.

Habitat

L’habitat naturale del gorilla è l’Africa equatoriale, in particolar modo i seguenti paesi: Camerun, Repubblica Centrafricana, Il Congo, Gabon, Guinea, Nigeria, Ruanda e Uganda.

Nel suo habitat naturale può vivere fino a 50 anni, realtà sempre meno comune a causa dei danni causati dall’uomo. Diverse associazioni lottano per i bisogni dei gorilla e, in base ad essi, cercano di preservarne la vita per più tempo e con una migliore qualità.

Cosa mangiano?

Il gorilla segue una dieta prettamente vegetariana, anche se talvolta può mangiare formiche o termiti. Tuttavia, la sua alimentazione prevede soprattutto foglie, gambi, radici, alberi e piante. È ammesso anche qualche frutto.

Gorilla e cuccioli
Fonte dell’immagine: http://elpais.com

Nonostante consumi cibi così sani, il gorilla dorme tra le 12 e le 13 ore a notte e può soffrire delle stesse malattie dell’uomo, come tumore, ebola, polmonite e altre.

Un animale quanto meno peculiare con molte somiglianze all’essere umano. È valsa la pena di ampliare le vostre conoscenze sul gorilla?