I 10 mammiferi più piccoli del mondo

La taglia di alcuni animali determina la loro forza e sopravvivenza. Tuttavia, alcuni piccoli hanno maggiori probabilità di sopravvivere.
I 10 mammiferi più piccoli del mondo

Ultimo aggiornamento: 13 luglio, 2021

Sebbene la densità muscolare e l’altezza siano generalmente considerate determinanti in natura, molti animali si adattano e sopravvivono meglio proprio grazie alle loro piccole dimensioni. Nel caso dei mammiferi, i più piccoli sono solitamente più veloci e questo li aiuta a fuggire dai loro predatori. In questo articolo vi illustreremo i 10 mammiferi più piccoli del mondo e le loro peculiarità.

I 10 mammiferi più piccoli del mondo

1. Toporagno etrusco

Questo toporagno è identificato come il mammifero terrestre più piccolo del mondo. Sebbene venga spesso confuso con i topi, la realtà il toporagno etrusco (Suncus etruscus) è un possibile parente delle talpe o dei ricci. Per questo motivo non può essere considerato un roditore. Inoltre, la sua dieta si basa su piccoli invertebrati.

A livello fisico, questo mammifero ha una lunghezza massima di 50 millimetri e un peso che non supera i 2,7 grammi. Per questo motivo è piuttosto complesso osservarlo frequentemente nel suo habitat naturale, che si estende dall’Europa meridionale all’Asia meridionale.

Le zone ricche di vegetazione sono quelle preferite dai toporagni, che sono soliti nutrirsi costantemente nell’arco della giornata. Inoltre, è interessante notare che il cuore di questo mammifero genera 25 battiti al secondo. 

Sebbene il toporagno abbia gli occhi, non ci vede molto bene, quindi si serve dei suoi baffi per muoversi con agilità nello spazio.

2. Donnola minore

Oltre ad occupare la posizione di specie più piccola delle donnole, la Mustela nivalis è anche classificata come il più piccolo essere carnivoro del mondo. Sebbene di solito non superi i 50 grammi di peso, questa specie di mustelidi è un abile cacciatore, in quanto riesce a catturare prede che superano il suo peso corporeo tra le 5 e le 10 volte.

Il suo corpo è abbastanza flessibile, grazie agli arti molto corti. E la coda non supera la metà della lunghezza del corpo. Tuttavia, la sua taglia solitamente varia a seconda dell’esemplare, ma le femmine misurano generalmente tra 114 e 204 millimetri, mentre la taglia varia tra 130 e 260 millimetri nei maschi.

Uno dei mammiferi più piccoli del mondo.

3. Gerbillo pallido d’Egitto

Un altro dei mammiferi più piccoli è il gerbillo egiziano o pigmeo (Jaculus jaculus), un roditore noto per la sua grande capacità di saltare oltre i 2 metri. Questi mammiferi vengono paragonati ai canguri per la forma delle loro zampe, che gli consentono di muoversi più facilmente nell’habitat arido in cui vivono – che comprende il Nord Africa e il Medio Oriente.

Il gerbillo egiziano ha un peso che può superare i 15 grammi. Il suo corpo misura tra 10 e 12 centimetri, aggiungendo altri 20 centimetri alla sua grande coda che funge da punto di equilibrio. Con queste dimensioni, riceve il titolo di essere uno dei roditori più piccoli al mondo.

Uno dei mammiferi più piccoli del mondo.

4. Opossum pigmeo

L’opossum pigmeo (Cercartetus concinnus ) è un marsupiale endemico dell’Australia. Sebbene sia un altro tra i 10 mammiferi più piccoli del mondo, questa specie è una delle più grandi tra gli opossum pigmei. È caratterizzato da una dimensione che va dai 5,2 centimetri ai 10 massimo. Gli adulti pesano dagli 8 ai 21 grammi e la loro coda può superare gli 8 centimetri.

Uno degli animali più piccoli del mondo.

5. Talpe toporagno

I Soricidi (Soricidae), meglio conosciuti come toporagni, sono mammiferi dell’ordine Eulipotyphla che possono abitare quasi tutto il mondo. Come il toporagno etrusco, vengono scambiati fisicamente per roditori nonostante non lo siano. Tra le sue diverse specie, il toporagno domestico (Suncus murinus) è il più grande, misura 15 centimetri di lunghezza e pesa 100 grammi.

Una delle sue specie più piccole è, invece, la talpa toporagno americana (Neurotrichus gibbsii) che, come suggerisce il nome, abita negli Stati Uniti occidentali e nella Columbia Britannica in Canada. Questo mammifero misura 7 centimetri compresa la coda, e pesa poco più di 10 grammi. È interessante notare che non trascorre molto tempo nelle tane e preferisce cercare cibo in superficie.

Un toporagno su un bastone.

6. Pipistrello calabrone

Il pipistrello calabrone o il pipistrello dal naso di maiale di Kitti, è noto per essere il più piccolo tra le specie di pipistrelli. Si potrebbe dire che, dopo il toporagno etrusco, è un altro dei mammiferi più piccoli del mondo, pesa solo 2 grammi e misura tra 28 e 33 millimetri. Il suo habitat è costituito dalle grotte della Thailandia e secondo l’IUCN è un esemplare a rischio di estinzione.

7. Topo pigmeo africano

Un altro dei roditori e tra i 10 mammiferi più piccoli del mondo è il topo pigmeo africano (Mus minuteides), che si differenzia dalle altre specie della sua famiglia misurando 7 centimetri e pesando meno di 10 grammi. Come suggerisce il nome, il suo habitat è nell’Africa sub-sahariana. A causa dell’ambiente ostile in cui vive, si idrata leccando gli spruzzi dai piccoli ciottoli. 

Un esempio di topo pigmeo africano.

8. Lemure topo

Il lemure topo (Microcebus) è un genere di primati endemici del Madagascar, di cui sono attualmente note più di 24 specie. Compresa la coda, misurano 27 centimetri, anche se il lemure topo di Berthe (Microcebus berthae) si distingue per le dimensioni ridotte di 10 centimetri e un peso di 30 grammi. Sfortunatamente, è tra i 25 primati più minacciati e secondo l’IUCN è in una situazione di pericolo critica.

Uno dei mammiferi più piccoli del mondo.

9. Planigale dalla coda lunga

Questa specie (Planigale ingrami) è un altro marsupiale incastonato tra i mammiferi più piccoli del mondo. È un animale molto ristretto, poiché il suo habitat comprende solo le pianure australiane. Il peso medio dei maschi è di 4,2 grammi, mentre è di 4,3 grammi per le femmine. La particolare testa di cui sono dotati permette loro di entrare in luoghi in cui altri mammiferi non potrebbero. Mentre per  quanto riguarda le dimensioni, gli adulti raggiungono solo i 60 millimetri.

10. Uistitì pigmeo

L’uistitì pigmeo o chichico (Cebuella pygmaea) è la più piccola specie di scimmia in America. Il suo habitat comprende la giungla amazzonica in Perù, Colombia, Ecuador e Brasile, dove la deforestazione e il traffico di specie attaccano la sua sopravvivenza in natura. La sua dieta è a base di insetti e il suo corpo misura dai 14 ai 18 centimetri. Infine, ha un peso medio di 120 grammi.

Un uistitì pigmeo su un ramo.

Come potete vedere, queste specie animali si distinguono nei loro ecosistemi per la loro facilità di movimento e la loro capacità di sfuggire con velocità ai predatori. Tuttavia, la maggior parte di loro ha una situazione complessa per quanto riguarda il proprio stato di conservazione, a causa delle minacce generate dall’uomo come la deforestazione, il traffico di specie e l’invasione dei loro habitat.

Potrebbe interessarti ...
Mammiferi volanti: caratteristiche e curiosità
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Mammiferi volanti: caratteristiche e curiosità

Può sembrare impressionante, ma esistono. In questo articolo parleremo di un gruppo di genere animale molto particolare: i mammiferi volanti.



  • Jürgens, K. D., Fons, R., Peters, T., & Sender, S. (1996). Heart and respiratory rates and their significance for convective oxygen transport rates in the smallest mammal, the Etruscan shrew Suncus etruscus. The Journal of experimental biology199(12), 2579-2584. Recogido el 6 de junio de 2021: https://journals.biologists.com/jeb/article/199/12/2579/7135/Heart-and-respiratory-rates-and-their-significance
  • Woolley, P. A., & Elliott, C. (2013). Breeding in wild populations of a small dasyurid marsupial, Planigale ingrami, in north-western Queensland using a novel method for collection of specimens. Australian Mammalogy, 36(1), 81-89.
  • Monadjem, A. (1999). Population dynamics of Mus minutoides and Steatomys pratensis (Muridae: Rodentia) in a subtropical grasslandin Swaziland. African Journal of Ecology, 37(2), 202-210.
  • Wunder, B. A. (2019). 5. Morphophysiological Indicators of the Energy State of Small Mammals. In Mammalian energetics (pp. 83-104). Cornell University Press.
  • Galal, L., Schares, G., Stragier, C., Vignoles, P., Brouat, C., Cuny, T., … & Mercier, A. (2019). Diversity of Toxoplasma gondii strains shaped by commensal communities of small mammals. International journal for parasitology, 49(3-4), 267-275.