I 5 uccelli dal canto più bello

6 Maggio 2018
La verità è che, nella maggior parte dei casi, il loro fisico accompagna la loro 'voce', in quanto tra questi esemplari se ne trovano alcuni degni di ammirazione per il colore delle loro piume.

Non c’è nulla di più bello che svegliarsi con una dolce melodia quando un uccellino si posa vicino alla nostra finestra. In questo articolo vi diremo quali sono gli uccelli dal canto più bello. Per goderveli, non rinchiudeteli in una gabbia… Meglio lasciarli sugli alberi!

Quali sono gli uccelli dal canto più bello?

Magari vivete in città e non vi è possibile piantare un albero in strada, ma non per questo dovete comprare un uccellino e lasciarlo rinchiuso in una gabbia solo per sentirlo cantare. Magari potreste fare qualche passeggiata in campagna o in un parco per godervi gli uccelli dal canto più bello. Eccoli elencati di seguito:

1. Cardellino

Il su nome scientifico è Carduelis e si tratta di un uccello –che possiamo ammirare nella foto che apre l’articolo– che abita principalmente in Eurasia, Nord America e nord e sud del mar Mediterraneo.

Di piccole dimensioni, il cardellino presenta delle piume dai fantastici colori e il suo canto è tra i più melodiosi del regno animale. Può combinare suoni gravi ed acuti e cantare mentre vola. In estate e in primavera è più attivo per quanto riguarda il canto ed ha anche la capacità di comporre cinguettii molto vivaci.

2. Usignolo

Un altro piccolo con grandi abilità musicali che non poteva mancare in questa lista. L’usignolo è un uccello passeriforme, migratorio –va in Africa durante l’inverno– e insettivoro che vive nei boschi d’Asia e d’Europa. Crea il proprio nido vicino al suolo e in arbusti fitti.

Usignolo che canta

Gli esemplari maschi sono famosi per il loro canto forte, che include tra i vari suoni gorgogli e fischiettii. Sebbene siano maggiormente attivi durante il giorno, alcuni possono ‘esibirsi’ anche durante la notte. Per molte persone questo uccello annuncia l’arrivo della primavera.

L’usignolo misura 16 centimetri. Sia il dorso delle ali che quello della coda sono color castano e il ventre è invece marrone chiaro. Non esistono differenze notevoli tra i sessi.

3. Merlo

Esistono diverse specie di merli e ognuna di esse può essere inclusa nella classifica degli uccelli dal canto più bello. Il Turdus merula, o merlo comune, vive in tutta Europa, Nordafrica, penisola araba e Asia occidentale.

Merlo

Il maschio ha il corpo ricoperto di piume nere, tra le quali spiccano solo il becco e le zampe che sono gialle. La femmina è di color marrone o bruno, mentre becco e zampe vanno più sull’arancione.

Si nutre di frutta, bacche, insetti, vermi e semi. Trova il cibo per terra, dove corre e salta. I maschi cominciano a cantare a partire dall’anno di età, da gennaio fino a luglio, per stabilire il proprio territorio.

Il suono è molto grave, melodioso e flautato. Le loro varianti melodiche e le loro improvvisazioni li distinguono da altri uccelli canterini.

4. Fringuello

Un altro uccello dal canto molto bello, che condivide gran parte del proprio territorio con i merli. Ama le aree boscose, ma possiamo trovarlo anche in giardini e fattorie. Costruisce il proprio nido sugli alberi e decora la propria casa con lichene e muschio.

Fringuello

Non migra in inverno, anche se cerca posti caldi nella vicinanze. La sua alimentazione si basa sui semi in età adulta e sugli insetti durante la gioventù.

Il suo canto è molto potente e popolare. I maschi ‘conoscono’ tre tipi di canzoni diverse e possono persino presentare dialetti a seconda della regione in cui si trovano.

5. Pettirosso

Ci sono due specie di pettirossi –una europea e l’altra americana– ed entrambe possono essere incluse nella lista degli uccelli dal canto più bello. Quello europeo è socievole ed emette una specie di ‘voce di allerta’, ma anche un cinguettio musicale e melodico simile a quello dell’usignolo.

Pettirosso

Questo uccello misura circa 20 centimetri e le piume sono simili sia nei maschi che nelle femmine: viso e petto arancioni, lati del collo e petto grigio bluastro, ventre bianco, zampe e parte superiore marroni. Quando nascono sono arancioni e bruni.

Il pettirosso si ciba di insetti, ragni e lombrichi, ha abitudini diurne ed è abituato alla presenza degli esseri umani. Depone le uova in un nido creato tra i rami o le pietre con muschio, erba e foglie. Le femmine possono deporre tre volte all’anno, tra cinque e sei uova ogni volta.