Arriva la primavera: quando tosare il cane?

20 aprile 2018

Quando la primavera si avvicina, molti proprietari si preparano ad accorciare il pelo al proprio cane. Altri sono convinti che sia meglio aspettare l’arrivo dell’estate e le alte temperature. Se non sapete quando tosare il cane, non perdetevi questo post. Vi mostreremo una serie di consigli pratici e suggerimenti per farlo nel momento giusto e senza commettere errori.

Tutti i cani devono essere tosati?

Molti esperti affermano che la tosatura del pelo non è obbligatoria e, anzi, in alcuni casi può essere persino dannosa. Specialmente nel caso di alcune razze. I peli dei cani sono la sua più grande protezione contro tutte le possibili minacce dall’esterno. Quindi, se lo private di questo strato naturale, potrebbe mostrarsi più vulnerabile alle varie malattie e agli agenti atmosferici.

I cani a pelo corto non hanno bisogno di andare dal parrucchiere canino. Il loro leggero strato li protegge dalle radiazioni solari e dal freddo, prevenendo possibili ustioni e il cancro della pelle.

Un’opzione molto usata è quella di accorciare i peli solamente nelle zone intorno agli occhi, sul muso, sulle gambe e vicino ai genitali.

Gli esemplari a pelo lungo vanno portati, una volta all’anno, a fare la classica toeletta canina. Quegli animali con abbondante pelo sul viso e sulle orecchie, si gioveranno notevolmente di questa tosatura.

Si tratta di aree più sensibili e che possono accumulare umidità, essendo in costante contatto con vari microrganismi. Pertanto, il taglio di solito aiuta a prevenire la proliferazione di agenti patogeni sul corpo del vostro amico a quattro zampe.

L’importanza della spazzolatura

Tutti i cani hanno bisogno di una spazzolatura settimanale. Serve per rimuovere i peli morti e le impurità dalla loro pelliccia. Logicamente, la frequenza della spazzolatura varia in base al tipo di pelliccia di ciascun animale. I cani a pelo corto possono essere spazzolati una o due volte alla settimana. Quelli con un manto più folto e abbondante, di solito, richiedono un minimo di quattro spazzolature ogni settimana.

veterinaria pettina un cagnolino piccolo

Inoltre, i cani che perdono molti peli devono essere spazzolati ogni giorno e due volte al giorno durante i periodi di muta. Bisogna chiarire che non solo i cani a pelo lungo sono portati a rilasciare più peli. Il Carlino, ad esempio, è una delle razze più piccole, ma dotato di peli sensibilmente lunghi.

Inverno e autunno: le stagioni meno adatte

Sicuramente, l’inverno non è il momento giusto per privare i cani della loro abbondante pelliccia. È proprio durante la stagione più fredda dell’anno che i loro peli sono più utili e necessari. Forniscono isolamento termico e protezione dalle avversità climatiche.

Inoltre, non è consigliabile tosare un cane durante l’autunno, poiché i peli non farebbero in tempo a ricrescere prima dell’arrivo dell’inverno. Poi, le temperature stanno iniziando a scendere e il vostro cane si troverebbe sprovvisto del suo “cappotto naturale”.

Primavera o estate: quando va tosato il cane?

Questa è una delle domande che, più spesso, i proprietari di cani si fanno. In generale, il miglior momento per tosare un cane è l’estate. Ma molti scelgono di anticipare il taglio per evitare problemi di parassiti esterni.

Il cambiamento climatico è una realtà globale e le temperature stanno aumentando sempre più velocemente, anno dopo anno. Anche se il calore è sicuramente benvenuto dopo i mesi invernali, le alte temperature favoriscono la proliferazione di numerosi agenti patogeni.

toeletta a un barboncino

Quando la primavera si avvicina e porta calore, le zecche e altri parassiti cominciano ad apparire e a riprodursi velocemente. Sebbene possano interessare tutti i cani, di solito preferiscono nascondersi sulle pellicce più folte, che offrono maggiore ombra e protezione. Inoltre, quando i peli di un cane sono molto lunghi, diventa più difficile verificare la presenza di questi ectoparassiti.

Attualmente, si consiglia di tagliare i peli del cane a marzo o ad aprile, nei due primi mesi della primavera. Cioè, quando notate che le temperature stanno già aumentando e cresce anche il rischio che gli animali presentino parassiti esterni.

Quando tosare il cane: alcuni consigli

  • Controllate quotidianamente il corpo del vostro cane, per identificare la presenza di qualsiasi parassita. Se riscontrate la presenza di pulci o zecche, dovreste portare l’animale subito dal veterinario. Il medico analizzerà la situazione e vi suggerirà il trattamento adatto. Può darsi che vi suggerisca di tosare il cane.
  • Verificate se il cane ha sofferto un colpo di calore. I cani tendono a bere molta acqua e ansimano eccessivamente quando sentono caldo. Possono anche sdraiarsi con la pancia sul pavimento o dormire con le zampe posteriori allargate e il ventre in alto. In questi casi è meglio tosare l’animale il prima possibile.
  • Consultate il veterinario prima di tosare il cane. Alcuni esemplari sono molto sensibili alla luce solare e altri possono sentire molto freddo. In entrambi i casi, la tosatura potrebbe essere dannosa per la sua salute. Chiedete un consiglio allo specialista e lui saprà dirvi se questa operazione sarà vantaggiosa o nociva per il vostro amico a quattro zampe.
Guarda anche