I cani percepiscono la paura: è vero?

29 Aprile 2019
Se la reazione di una persona spaventata dalla presenza di un cane è di correre, è possibile che questo attacchi a causa dei movimenti bruschi e improvvisi.

Sicuramente quando eravate piccoli e c’era un cane nelle vicinanze vostra madre vi diceva: “I cani percepiscono la paura!.

Ma è vero che i cani percepiscono la paura?

È vero che i cani percepiscono la paura?

Questa affermazione fatta dalle nostre madri non sembrava così inverosimile, perché tutti sanno che l’olfatto dei cani è davvero incredibile. Lo usano come mezzo per comunicare con gli altri cani e con il loro ambiente.

Grazie a questo possono riconoscere il sesso di un altro cane, così come ottenere altre informazioni utili.

La nostra paura rientra in quelle informazioni? Sembra che quando sentiamo la paura, una scarica di adrenalina abbia luogo nel nostro corpo, motivo per cui molti credono che i cani percepiscano la paura.

Poiché i cani usano i loro feromoni per rilevare alcune cose, si è ritenuto che avrebbero potuto rilevare anche questa scarica di adrenalina. Tuttavia, la scienza ha dimostrato che non è vero.

Dopo diversi studi in cui i cani sono stati messi difronte a persone che avevano terribilmente paura di loro, hanno continuato a mostrare la propria personalità senza alterazioni nel loro comportamento.

Se il cane era calmo, amichevole e giocoso, quando si è trovato davanti una persona spaventata dalla sua presenza, ha continuato ad essere lo stesso cane calmo di sempre. Sembra che non importi quanto l’adrenalina attraversi il corpo quando abbiamo paura, i cani non sono in grado di rilevarla con l’odore.

Un cane mi attaccherà se ho paura?

È possibile che un cane abbia attaccato una persona che ne aveva paura, ma ciò sarà accaduto semplicemente perché il cane era aggressivo o perché era preparato e addestrato ad attaccare gli intrusi.

Uomo attaccato dal cane

Infatti, uno studio condotto presso la Facoltà di Medicina Veterinaria della Cornell University, ha affermato che le persone maggiormente attaccate dai cani sono coloro che sono amanti degli animali e si fidano eccessivamente di questi, credendo che ogni esemplare sia amichevole e socievole.

Sì, a volte ci fidiamo e crediamo che non accadrà nulla di male, così non seguiamo il protocollo stabilito prima di salutare o accarezzare un cane. Ci sono poi errori comuni che le persone che hanno paura dei cani commettono più di frequente. Cosa facciamo quando abbiamo paura? Scappiamo.

Se un cane vi insegue, non è perché percepisce la vostra paura, ma perché il vostro movimento improvviso per allontanarvi da lui lo agiterà e vorrà che voi vi fermiate; è possibile che se lo fate, attaccherà.

Certamente, questo è meno probabile se l’animale è affettuoso e amichevole, quindi se vi trovate di fronte a un cane aggressivo, è meglio se continuate per la vostra strada ignorandolo come se non fosse lì.

Cagnolino aggressivo

Se un cane vi attacca …

Mantenete la calma. Questa è la prima cosa che si raccomanda di fare, perché se vi agitate, vi mettete a urlare o colpite il cane, è più probabile che diventi ancora più aggressivo. Cercate di evitare di essere attaccati mettendo qualcosa tra voi e lui, ma cercate di stare calmi il più a lungo possibile.

Non guardatelo negli occhi. Il contatto visivo con i cani è un segno di sfida, che alimenterà ulteriormente il suo desiderio di mordervi. La cosa migliore è che guardiate dall’altra parte; sarebbe meglio allontanarsi come se niente fosse.

Dategli un ordine. Se conoscete già il cane, è probabile che se pronunciate gli ordini “no!” o “basta!”, l’attacco si fermerà, ma anche se non conoscete l’animale, usare queste parole potrebbe funzionare. Ricordate che questi sono degli ordini molto semplici che tutti i proprietari di cani tendono ad insegnare ai loro animali domestici. Forse vi obbedirà.

Ricordate che anche se amate i cani, se non volete essere attaccati non dovete fidarvi troppo ed essere troppo fiduciosi. Lasciate che odori la vostra mano e che sia lui ad avvicinarsi. In questo modo eviterete attacchi inaspettati.