Il comportamento dei conigli

Scopri i dettagli sul comportamento dei conigli, su come comunicano verbalmente e non verbalmente, e su come dovresti interpretare ogni gesto e suono.
Il comportamento dei conigli

Ultimo aggiornamento: 04 luglio, 2021

Comprendere il comportamento dei conigli, così come il modo in cui comunicano, è di vitale importanza se scegli di averne uno come animale domestico. Oltre ad essere carini, questi animali sono anche molto amichevoli e intelligenti, cosa che si può osservare più facilmente comprendendo la loro natura.

Sono socievoli e richiedono una stimolazione mentale costante per essere felici. Inoltre, possono sviluppare problemi a lungo termine in cattività se non ricevono cure minime in base al loro comportamento.

Caratteristiche dei conigli

I conigli sono animali da preda e, quindi, il loro comportamento tende ad essere molto calmo, per evitare di attirare l’attenzione di altri animali. Sebbene vengano spesso confusi con i roditori, sono mammiferi lagomorfi. Come spiegano gli studi, svolgono un ruolo vitale nel mantenimento dei processi ecologici. Condividono anche l’ordine con la lepre e la pika.

I conigli sono erbivori e i loro periodi di attività sono l’alba e il tramonto. Essendo animali da preda, hanno l’impulso di fuggire e nascondersi quando si sentono in pericolo. Per questo motivo, noterai spesso che il tuo coniglio sembra nervoso nella sua gabbia, ma in realtà è semplicemente in allerta.

Le sue grandi orecchie gli permettono di percepire molte le cose che gli accadono intorno. Inoltre, ha un campo visivo abbastanza ampio che gli consente di identificare i predatori in più direzioni. Il suo olfatto è un altro dei sensi più sviluppati.

Il comportamento dei conigli è molto curioso.

Il comportamento dei conigli

I conigli selvatici sono neofobici, cioè tendono a fuggire e nascondersi prima di qualsiasi stimolo. Tuttavia, gli esemplari domestici hanno perso gran parte di questi comportamenti istintivi. Sono più calmi e meno timorosi, sebbene mantengano molto del loro istinto, aspetto che ci consente di costruire relazioni di fiducia con loro.

Secondo alcune prove scientifiche, i conigli sono animali socievoli che amano la compagnia dei genitori durante il periodo di riposo. In effetti, avere un solo coniglio lo renderà distruttivo e aggressivo, poiché questi piccoli mammiferi si annoiano facilmente.

Questo è il motivo per cui dovresti considerare di avere più di un esemplare dentro casa. Naturalmente, non devi mai lasciare due conigli maschi nella stessa gabbia, poiché possono finire per farsi del male nel tentativo di stabilire una gerarchia. Quando si tratta di femmine, sono più pacifiche e tendono a convivere più facilmente.

La comunicazione dei conigli

I conigli usano il linguaggio verbale e non verbale per comunicare tra i membri del loro gruppo.

Il linguaggio verbale

Sebbene i conigli non parlino, possono emettere suoni, qualcosa noto come comunicazione verbale. Ciascuno dei toni emessi ha un significato: fame, paura, dolore e persino felicità. Ecco alcuni esempi:

  • Suoni di corteggiamento: per far fissare la femmina sul maschio, il coniglio emette suoni diversi – come ronzii e fischi – combinati con determinati movimenti.
  • Grugniti e piagnucolii: sentendosi alle strette, nervoso o a disagio, il coniglio cercherà di scappare. Se non può farlo, piagnucolerà per esprimere i suoi sentimenti e ringhierà per avvertire che, se non viene rilasciato, attaccherà mordendo.
  • Fischio: un suono acuto che spesso associamo a un sibilo. Viene emesso quando un coniglio vuole espellerne un altro dal suo spazio.
  • Urlo: questo suono straziante viene emesso per esprimere la loro intensa sensazione di paura. Tendono a farlo quando vengono inseguiti da un predatore o cacciati. Oltre ad esprimere la paura, in questo modo comunicano la situazione pericolosa ad altri conigli.
  • Fare le fusa: simile ai gatti, i conigli emettono le fusa lavandosi delicatamente i denti. Lo fanno quando sono felici, calmi o si godono le tue carezze.
  • Clucking: quando il coniglio si diverte a masticare qualcosa come del cibo o un oggetto, emette questo suono ridacchiante.

Il linguaggio non verbale

I conigli non solo emettono suoni per esprimersi, ma esprimono anche i loro sentimenti attraverso il linguaggio non corporeo. Successivamente, ti diremo quali sono questi comportamenti più comuni e come puoi interpretarli:

  • Tranquillità: i conigli esprimono questa sensazione sdraiandosi sulla pancia o su un fianco, con le gambe distese. Sì, un’altra coincidenza con i gatti. Inoltre, abbassano anche le orecchie e le palpebre, dimostrando di aver abbassato la guardia.
  • Rabbia: se vedi che il tuo coniglio sta colpendo il terreno con le zampe, stai lontano, perché è quello che vuole dirti. Provare a mordere è un altro modo per dire che si sente arrabbiato.
  • Paura: il coniglio tira indietro le orecchie quando ha paura, abbassa anche la testa e nasconde le zampe anteriori. Inoltre, i suoi occhi sono più sporgenti del solito, il suo respiro è più veloce e il suo corpo sembra rigido.
  • Gioia: i conigli mostrano la loro gioia giocando, saltando e correndo da un posto all’altro. Le loro orecchie rimangono erette e sono molto rilassate. Se sei in giro, ti cercheranno e ti faranno sapere che vogliono che li coccoli.

La socievolezza del coniglio

Come abbiamo detto, gli studi spiegano che i conigli sono socievoli. In natura vivono in branchi da 2 a 9 individui, poiché è così che si proteggono dalle minacce e dai predatori. Poiché hanno gerarchie molto marcate, di solito c’è un solo maschio per gruppo, perché se ce n’è un altro, ci saranno continue dispute per la leadership.

Nei branchi di solito si coccolano a vicenda: si puliscono a vicenda, dormono insieme e creano legami fraterni. Questo è il motivo per cui un coniglio addomesticato avrà la necessità di replicare questi comportamenti con l’uomo e gli altri animali con cui convive.

Esistono molti tipi di giocattoli per conigli.

Il comportamento dei conigli nel quotidiano

I conigli hanno comportamenti di routine, cioè che replicano ogni giorno. Alcuni di loro sono i seguenti:

  • Rosicchiare: questo è uno dei comportamenti più abituali dei conigli, poiché rosicchiano tutto ciò che gli capita davanti e che trovano interessante. Non solo cibo, ma anche qualsiasi altro oggetto con cui pensano di poter fare il nido.
  • Spruzzare l’urina: questo è il tipico comportamento di marcatura della sua zona. Lo fa anche usando le feci, soprattutto il maschio.
  • Scavare: poiché nel loro habitat naturale vivono in tane che di solito si scavano, in casa è assolutamente normale vedere che il tuo coniglio cerca di fare lo stesso.
  • In piedi su due zampe: quando il coniglio percepisce intorno a sé qualcosa che non può vedere ad occhio nudo, si mette in piedi sulle due zampe posteriori, in modo da avere un campo visivo più ampio.
  • Mangiare escrementi: sebbene questo comportamento possa sembrare scomodo, è normale nel coniglio. Lo fa con l’obiettivo di riutilizzare i nutrienti.
  • Toelettatura: i conigli sono abbastanza puliti, quindi vedrai i tuoi toelettarsi molto spesso. Quando noti che il tuo coniglio ha smesso di toelettarsi, dovresti consultare un veterinario. Potrebbe essere stressato o ammalato.
  • Strofinare il mento sugli oggetti: i conigli marcano il territorio anche attraverso i loro feromoni. Per impregnarli, strofinano il mento su tutti gli oggetti che si trovano nel loro territorio.

Il comportamento quotidiano dei conigli dipende dai loro bisogni fisiologici come specie.

Il comportamento anomalo dei conigli

Finora abbiamo parlato dei comportamenti quotidiani dei conigli e avrete sicuramente capito molto del carattere di questi animali. Ora parleremo di quei tratti che sono anormali e dovrebbero avvisarti dello stato del tuo animale domestico:

  • Suoni strani: quando ci sono problemi di salute, come difficoltà respiratorie, i conigli emettono suoni piuttosto strani.
  • Mancanza di toelettatura: se il coniglio interrompe la sua routine di toelettatura, il comportamento può essere interpretato come una bandiera rossa. Il coniglio lo farà quando è malato o stressato. Puoi facilmente identificarlo, perché il suo pelo sarà sporco e opaco.
  • Iperattività: se il coniglio si annoia, diventerà iperattivo, rosicchierà ciò che trova sul suo cammino e scaverà compulsivamente.
  • Cambiamenti nell’alimentazione: se il tuo coniglio smette di mangiare e bere acqua – o se lo fa a intervalli molto lunghi – consulta il veterinario per cercare di identificarne le cause. Oltre ad essere un chiaro segno che qualcosa non va, l’animale può disidratarsi rapidamente e peggiorare.
  • Riduzione dell’attività: i conigli tendono a muoversi molto, quindi fai attenzione quando il tuo esemplare è molto fermo e svogliato.
  • Irritabilità: non è normale che il tuo coniglio diventi irritabile e tenda a morderti regolarmente.
  • Digrignare i denti: questo comportamento nei conigli è un segno di angoscia, quindi consulta un medico se lo osservi nel tuo animale domestico.

Il corteggiamento nei conigli

Quando un coniglio maschio identifica che c’è una femmina in calore, farà del suo meglio per attirare la sua attenzione. Per fare ciò, emetterà suoni molto particolari e comincerà ad inseguirla. Se riesce a suscitare l’interesse della femmina, parteciperà alla corsa facendo una pausa e saltando.

Durante questo processo, gli ormoni vengono rilasciati dalle ghiandole inguinali, quindi i conigli avranno la coda eretta e, come dimostrato dagli studi, il maschio spruzzerà la femmina con l’urina. Va notato che il comportamento sessuale dei conigli domestici è molto simile a quello dei conigli selvatici.

Se l’interesse è reciproco, inizierà un rituale di toelettatura tra la coppia, e si leccheranno le orecchie e il muso. Anche la testa e il mento verranno strofinati.

L’addestramento dei conigli

I conigli sono piuttosto intelligenti. Per questo motivo sarà possibile che, seguendo alcune tecniche di allenamento, riescano ad apprendere trucchi e seguire istruzioni. Tieni a mente i seguenti punti:

  • Dagli delle istruzioni: dare al tuo coniglio ricompense salutari, come cereali dolci, verdure fresche e frutta, ti aiuterà a insegnargli a prestare attenzione alla tua chiamata. I conigli di solito sono un po’ insicuri al primo contatto, quindi se questo è il tuo caso, insegnagli a stare con te e sii paziente. Usa i premi per costruire una relazione di fiducia. 
  • Presentazione di un nuovo membro: quando porti un nuovo coniglio in casa, non aspettarti che il vecchio lo accetti subito. Lasciali in gabbie separate, ma consenti primi piani e brevi sessioni di gioco, in modo che si riconoscano gradualmente. Se c’è un litigio devi fermarlo, per evitare di farti male.
  • Insegnagli ad usare il vassoio: il coniglio sceglierà un muro per urinare e defecare. Posiziona un vassoio lontano dalla zona di alimentazione e confina il coniglio nel suo spazio in modo che si abitui ad andarci. Addestrare il coniglio a usare il vassoio è più facile quando è sterilizzato o in età adulta.
Il comportamento del coniglio può essere affascinante.

I conigli hanno un comportamento affascinante, che li rende ottimi compagni di casa. Se trovano un ambiente sicuro, si adattano a condividere il loro spazio con altri animali domestici come cani e gatti. In compenso, li troverai compagni divertenti e morbidissimi che potrai allenare per condividere momenti preziosi.

It might interest you...
Pet therapy con i conigli: la terapia più tenera che c’è
I Miei AnimaliLeggi in I Miei Animali
Pet therapy con i conigli: la terapia più tenera che c’è

Vi invitiamo a proseguire con la lettura e scoprire tutto quello che c'è da sapere sulla pet therapy con i conigli. Soprattutto per i bambini.



  • Velázquez, Alejandro. (2012). El contexto geográfico de los lagomorfos de México. Therya. 3. 223-238. 10.12933/therya-12-81.
  • G. Xiccato, A. Trocino. Condiciones de bienestar animal en la especie cunícola, últimos avances. XXX Symposium de Cunicultura: Valladolid, 19 y 20 de mayo de 2005, 2005, págs. 45-62.
  • Fusi, A. El comportamiento sexual del conejo. Universidad Autónoma de Barcelona. Coniglicoltura, 31: 7/8, 31-33. 1 994).