Quanti tipi di coniglio domestico ci sono?

· 27 giugno 2018

Con le loro orecchie a punta e il naso piccolo, sono tra gli animali domestici più teneri che esistano. In questo articolo vi aiuteremo a conoscere meglio questi leporidi, mostrandovi i principali tipi di coniglio domestico. Vi indicheremo, inoltre, quali sono le varietà maggiormente raccomandate da tenere in casa.

Prendersi cura dei conigli domestici

Tra le oltre 50 specie di conigli di tutto il mondo, solo pochi di questi sono adatti a vivere come animali domestici. Ciò significa che sono stati addomesticati dall’uomo e possono adattarsi alla vita in un appartamento o in una casa. Certamente finché vengono tenuti e curati correttamente.

È necessario tenere conto, ad esempio, che la dieta dei conigli si basa su verdure, erbe, cortecce e alcuni frutti. Nei negozi di animali domestici è disponibile anche del mangime speciale per loro, bilanciato, che fornisce tutti i nutrienti di cui hanno bisogno.

I conigli domestici dormono spesso in gabbie, tuttavia possono anche essere lasciati liberi in un giardino recintato o in uno spazio aperto ma sicuro. Avendo abitudini prevalentemente notturne, saranno più attivi al calar del sole.

L’igiene e la salute del coniglio sono elementi fondamentali e da non sottovalutare. Si consiglia quindi di pulire la gabbia ogni giorno, dargli sempre cibo fresco, ricco di fibre e portarlo dal veterinario per vaccini ed eventuali richiami. Questo consentirà di evitare malattie mortali come la mixomatosi e la malattia emorragica virale (RHD).

Tipi di coniglio domestico

Tra tutti i diversi tipi di conigli domestici esistenti, ne abbiamo scelto quattro per via delle loro qualità come animali da compagnia. Conosciamoli assieme, con le loro caratteristiche e peculiarità:

1. Coniglio ariete nano

Il Coniglio ariete nano – nella foto che apre questo articolo – è stato creato nel 1950 in Olanda dopo aver “combinato” le qualità dell’ariete francese con quelle del nano olandese. La sua caratteristica principale è che ha le orecchie cadenti. Possiede un corpo compatto, è piccolo e giace sulle zampe anteriori come i gatti.

Il mantello di questo coniglio è abbastanza denso e di media lunghezza. Per cui richiede molta cura (come una spazzolatura settimanale, per esempio). I peli possono essere di un solo colore, di due colori o mostrare delle ‘macchie’ in bianco, grigio, arancione e beige.

2. Coniglio Testa di Leone

Come suggerisce il nome, questo coniglio presenta una specie di “criniera” sulla testa, che in realtà provoca questo effetto per essere più lunga e più folta dei peli presenti sul resto del corpo. È il risultato dell’incrocio di altre due razze (belgian dwarf e swiss fox) ed è imparentato con i conigli nani.

Coniglio testa di leone seduto con una carota davanti

Può pesare fino a due chili, le orecchie sono lunghe – fino a sette centimetri – e le sue zampe sono più forti e più spesse di quelle di altri tipi di conigli domestici. Per quanto riguarda il suo temperamento, potremmo dire che è calmo e affettuoso, ideale per le case con bambini. Ha bisogno di spazzolature periodiche, un po’ di esercizio fisico e cibo adeguato.

3. Coniglio Rex

Le grandi orecchie a punta, la robustezza, l’intelligenza e il comportamento “materno” sono senza dubbio le caratteristiche principali del coniglio rex. La sua pelliccia, liscia come se fosse camoscio alpino, è il prodotto di una mutazione genetica della razza.

Gruppo di conigli rex

Il rex è di origine francese, anche se al momento è più comune in Inghilterra. È di grandi dimensioni e può pesare fino a 4 kg. Possiede baffi ricci e può essere acquistato con pellicce di diversi colori: bianco, grigio, tabby, arancione, marrone, nero. Anche la struttura fisica può variare.

4. Coniglio Olandese nano

Grazie al suo nome è possibile risalire a due delle sue principali caratteristiche. Anzitutto, è stato creato nei Paesi Bassi e, in secondo luogo, è un coniglio di piccole dimensioni. Il suo mantello può essere di diversi colori (grigio, nero, arancione, marrone) e le orecchie sono corte, ben proporzionate con il suo corpo rotondo come se fosse una sfera.

Coniglio nano olandese bianco con occhi neri

Il Coniglio Olandese nano può arrivare a pesare un chilo nonostante sia un vero ghiottone. Ha bisogno di essere nutrito con frutta, verdura, foraggi verdi e mangimi specifici. Per quanto riguarda la cura quotidiana, non dimenticate di spazzolarlo costantemente e lasciarlo correre all’aria aperta, per permettergli di giovarsi dei raggi solari.