Il trattamento della distichiasi nei cani

La distichiasi è una patologia oculare che si manifesta con la crescita anomala delle ciglia in determinati punti delle palpebre.
Il trattamento della distichiasi nei cani

Ultimo aggiornamento: 18 aprile, 2021

Gli occhi sono uno degli organi più importanti del corpo: sono essenziali per il senso della vista, quindi bisogna prendersi cura di loro e proteggerli. In questo articolo vi diciamo come prevenire un’anomalia congenita degli occhi, la distichiasi nei cani.

Cos’è la distichiasi?

Le ciglia sono i peli che crescono intorno alla palpebra. La loro funzione principale è quella di proteggere l’occhio dall’ingresso di agenti esterni e favorire l’umidità della pupilla. Il problema nasce quando le ciglia iniziano a crescere in modo anomalo in luoghi insoliti.

La distichiasi è una malattia degli occhi caratterizzata da una crescita anormale delle ciglia. In particolare, le ciglia possono crescere in aree rare, come le ghiandole di Meibomio. Queste ghiandole sebacee si trovano sul bordo delle palpebre inferiore e superiore. La secrezione che producono contiene diverse sostanze, inclusi lipidi e steroli, tra gli altri.

Questa patologia può essere confusa con la trichiasi. La differenza fondamentale tra loro è che la trichiasi è un’anomalia della palpebra in cui si manifesta una crescita atipica delle ciglia verso l’interno del bulbo oculare. Invece nella distichiasi, si verifica una crescita anormale nelle palpebre.

Cane che si stropiccia gli occhi.


Cause ed effetti della distichiasi nei cani

Gli occhi sono uno degli organi più importanti del corpo del cane, quindi bisogna prendersi cura di loro. Altrimenti, possono sorgere delle malattie.

Come abbiamo visto, la distichiasi nei cani consiste nella crescita delle ciglia nelle regioni atipiche delle palpebre. Ad esempio, più di una ciglia di solito nasce dallo stesso punto: queste sono chiamate ciglia ectopiche.

Le ciglia ectopiche non possono causare alcun sintomo. Tuttavia, provocano irritazione e dolore a causa del continuo sfregamento delle ciglia con la superficie dell’occhio. Nei casi più gravi possono svilupparsi ulcere corneali.

Quando le ciglia crescono nella regione della ghiandola di Meibomio, rendono difficile anche la vista. Queste ghiandole producono una secrezione che consente la lubrificazione dell’occhio.

Questa malattia degli occhi può verificarsi come conseguenza di diversi fattori. Tra i fattori responsabili ci sono:

  • Ciglia rigide.
  • Tendenza a strofinare gli occhi.
  • Può essere un sintomo causato da una puntura di zecca.
  • Spasmo palpebrale anormale (chiamato anche blefarospasmo).
  • Lacrimazione frequente.
  • Gonfiore dei vasi sanguigni nella cornea.
  • Cambiamenti nella pigmentazione dell’iride.
  • Ulcere corneali.

Tuttavia, la maggior parte delle volte i sintomi menzionati non sono visibili. Inoltre esistono diversi livelli di gravità a seconda dei fattori coinvolti, come l’età del cane o la direzione della crescita del pelo.

L’età del cane è un fattore di rischio, soprattutto quando è anziano, perché tende a lacrimare di meno. Pertanto, la lesione è più grave.

Un altro sintomo osservabile è il cambiamento nel comportamento dell’animale. Il cane inizia a sentirsi a disagio e irritato, si stropiccia spesso gli occhi e mostra segni di malessere generale.

veterinario che esamina un cane.

Nel momento in cui il cane è a disagio o irritato e non si riesce a stabilire la causa, è consigliabile portarlo dal veterinario. In questo modo, sarete in grado di determinare la causa e stabilire la diagnosi e il trattamento più corretti per prendervi cura degli occhi dei vostro animale domestico.

Qual è il trattamento per la distichiasi nei cani?

Questa malattia può essere curata in vari modi. Il trattamento è simile sia per la distichiasi che per la trichiasi, poiché l’obiettivo è rimuovere i follicoli piliferi dalle ciglia atipiche.

A seconda della gravità del problema, può essere utilizzato un approccio meno invasivo o più invasivo. Tra le opzioni a disposizione ci sono:

  • Lacrime artificiali prescritte dal veterinario.
  • In alcune occasioni si suggerisce l’uso di lenti a contatto per proteggere la cornea.
  • Depilazione periodica delle ciglia atipiche, con l’obiettivo di estrarre completamente il follicolo pilifero senza rompere le ciglia.
  • Eseguire una cauterizzazione laser di Argon o la criocoagulazione. Questi due metodi vengono applicati solo quando le ciglia non sono troppe.

Nei casi in cui le ciglia abbiano causato lesioni alla cornea, come cheratiti o ulcere, potrebbe essere necessaria la loro rimozione chirurgica. Si tratta della rimozione completa del follicolo pilifero da ciascuna ciglia, situata in punti estranei sulla palpebra, necessaria per riparare il danno alla cornea.

In sintesi, la distichiasi nei cani è il nome dato alla comparsa di peli nelle regioni anormali delle palpebre. Ci sono fattori che possono aggravare questa anomalia, come l’età dell’animale. Pertanto, di fronte a qualsiasi comportamento insolito del vostro animale domestico, è meglio consultare un professionista.

Potrebbe interessarti ...
Infezioni oculari nei cani adulti: come curarle
I Miei AnimaliLeggilo in I Miei Animali
Infezioni oculari nei cani adulti: come curarle

Le infezioni oculari nei cani vanno prevenute attraverso un'igiene corretta e l'osservazione dei sintomi che possono apparire nel vostro cane.