Il vostro cane è pigro? Ecco cosa fare

In generale, gli animali domestici possiedono molte energie e riempiono la casa di allegria e dinamismo. Ad ogni modo, ci sono esemplari con una personalità più calma e tranquilla. Altri, si adattano alla vita sedentaria, se non vengono adeguatamente stimolati. Se il vostro cane è pigro, ecco una serie di consigli per recuperare pienamente la sua vitalità.

Pigrizia nei cani: i rischi di una vita sedentaria

E’ noto che, di solito, i cani che vivono in città sperimentano uno stile di vita sedentario, caratterizzato da un’attività fisica insufficiente o assente. Questa mancanza di esercizio può essere deleteria sia per il loro benessere fisico che per quello mentale.

Infatti, i cani meno attivi diventano più vulnerabili all’obesità e a numerose malattie. Questo è il caso di problemi cardiovascolari, diabete e ipertensione.

Oltre al rischio di malattie, il sovrappeso favorisce lo sviluppo o l’aggravamento dei problemi ossei e articolari. Pertanto, se il cane è pigro, stimolarlo sarà una cura essenziale per prendersi cura della sua salute e migliorarla.

Cane pigro nella sua cuccia

Come sapere se il vostro cane è pigro?

I due principali sintomi della vita sedentaria nei vostri animali domestici sono correlati tra loro. Ciò rappresenta un rischio per la loro salute.

Da un lato, aumentano rapidamente di peso, a causa del deficit di attività fisica nella loro routine quotidiana. Inoltre, è possibile notare dei cambiamenti nel comportamento e nel temperamento. Parliamo di cambiamenti assai notevoli nei cani pigri e che finiscono vittime di una vita eccessivamente sedentaria.

Non esercitandosi regolarmente, accumulano tensione e stress, senza poterlo scaricare. In assenza di giochi, corse e passeggiate, non gli resta altro che dare vita a comportamenti distruttivi, aggressivi o depressivi.

Come le persone, ogni cane è un caso a parte e il suo modo di affrontare lo stress e l’ansia può variare. Alcuni cani possono distruggere mobili o oggetti domestici durante l’assenza del loro proprietario. Altri semplicemente dormono per lunghe ore e mostrano disinteresse totale rispetto a qualsiasi tipo di stimolo esterno.

Nei casi più gravi, i cani sedentari arrivano ad essere persino aggressivi nei confronti di altri animali o persone sconosciute. Questo comportamento deve essere corretto al più presto dai proprietari o tutori dell’animale.

Se il cane è pigro e mostra uno dei sintomi citati, è importante rivolgersi al veterinario di fiducia. La prima cosa da fare è escludere una malattia che potrebbe influenzare questi comportamenti riscontrati. Anche il parere di un etologo canino potrebbe aiutarvi a capire le cause del problema e agire seguendo un piano d’azione specifico.

Cane pigro con le zampe stirate in avanti

Come motivare un cane pigro?

Se il vostro cane è pigro, occorrerà stabilire nuove abitudini più salutari per risvegliare la sua curiosità e motivarlo a fare esercizio. Di seguito, riassumiamo alcune linee guida fondamentali per “iniettare” una buona dose di energia nella routine del vostro amico a quattro zampe.

1. Giocattoli per stimolare corpo e mente

Può succedere che l’animale domestico resti solo a casa per parecchie ore. Se non ha giocattoli né passatempi interattivi che lo stimolano, finirà per dormire o rilasciare la sua tensione in modo distruttivo. Oltre a spingerlo verso una routine sedentaria, favorirete lo sviluppo di comportamenti indesiderati.

Se è pigro e rimane a lungo da solo, vi consigliamo di usare il noto Kong per allenare la sua intelligenza e prevenire l’ansia da separazione.

Il Kong è un giocattolo totalmente sicuro, che ha una fessura che permette di aggiungere del cibo secco, umido o altri snack per cani. Il suo obiettivo è spingere il cane ad esplorare e usare questo passatempo, che nasconde un premio al suo interno.

2. Pianificate uscite regolari

Sebbene ci siano molti giocattoli per cani, per quanto utili ed efficaci possano essere, non potranno mai sostituire le passeggiate. Portare a spasso il vostro cane è fondamentale per farlo esercitare e per stimolare le sue abilità cognitive, sensoriali e sociali.

In generale, è bene portarlo fuori almeno due o tre volte al giorno. In modo che possa bruciare energie e divertirsi. Ovviamente i tempi e l’intensità variano a seconda di razza, età, stato di salute e al temperamento di ogni esemplare.

È anche interessante proporre “piccole avventure” per motivare il vostro migliore amico. Una giornata in spiaggia o in piscina, un’escursione in campagna o la visita a un parco divertimenti per cani sono sicuramente ottime alternative. L’obiettivo è interrompere la monotonia e la routine degli ambienti di sempre. Sarà un ottimo rimedio per combattere la noia e riaccendere la curiosità nel vostro cagnolino.

3. Dedicategli tempo e attenzione

Per ogni cane, l’elemento più importane è sicuramente il contatto diretto con il proprio padrone. I vostri migliori amici sono molto sensibili e hanno bisogno del vostro affetto per sentirsi felici, attivi e in salute. Un cane che si sente abbandonato o poco importante nella propria famiglia, può sentirsi triste, cadere in depressione e finire per essere pigro e apatico.

4. Una dieta equilibrata

Tutti i cani hanno bisogno di una dieta completa ed equilibrata per mantenersi attivi, allegri e sani. Scegliete sempre prodotti di alta qualità, con un adeguato contenuto di proteine. Consultate il vostro veterinario per la scelta dei mangimi più appropriati e ricordate che, ogni cambiamento a livello di alimentazione, deve essere sempre graduale, per evitare eventuali problemi all’apparato digerente del vostro amico a quattro zampe.

Categorie: Addestramento Tags:
Guarda anche