Infezioni estive nei cani: ecco le più frequenti

· 27 luglio 2018

Le giornate piene di sole e caldo sono perfette per svolgere diverse attività e sport all’aria aperta assieme al vostro amico a quattro zampe. Ma, con le alte temperature, possono presentarsi tutta una serie di infezioni estive nei cani dovute proprio alla maggior esposizione agli agenti atmosferici.

Diventa quindi importantissimo aumentare l’igiene e mantenere alta la routine di pulizia su tutto il corpo dell’animale. E’ il modo migliore per prevenire, o limitare, le più frequenti infezioni estive nei cani che vi aiuteremo a conoscere meglio nel seguente articolo.

Quali sono le principali infezioni estive nei cani?

Quando arriva l’estate, molti proprietari cambiano la routine dei loro cani e aumentano la loro esposizione all’aria aperta. Viaggi, passeggiate, escursioni in aperta campagna, bagni in mare o in piscina, corse e rotolamenti nell’erba… Sono tutte attività che si ripetono continuamente.

Queste uscite sono il modo migliore per passare il tempo assieme, dal momento che i cani amano muoversi e giocare accanto a voi. E ancora meglio se possono scoprire nuovi luoghi con i loro cari.

Tuttavia, è essenziale prendere alcune misure preventive, in modo che tutto questo divertimento non rappresenti un rischio per il loro benessere. La vita all’aria aperta garantisce intrattenimento sano, ma significa anche esposizione a vari agenti patogeni. Pertanto, i problemi di salute degli animali domestici si moltiplicano durante la stagione più calda dell’anno.

Nelle prossime righe, vi parleremo delle tre principali infezioni estive nei cani e di come prevenirle. Vi consigliamo di consultare il veterinario di fiducia in presenza di qualsiasi anomalia o cambiamento nel comportamento o nell’aspetto del vostro amico a quattro zampe.

1. Otite

Le infezioni e infiammazioni dell’orecchio sono particolarmente comuni nei cani, durante l’estate. La maggior parte dei proprietari aumenta la frequenza dei bagni, poiché i loro animali domestici tendono a sporcarsi più facilmente all’aperto. Inoltre, molte razze amano tuffarsi in mare o in piscina, rimanendo costantemente bagnati.

Veterinaria controlla le orecchie di un cane

Tutto ciò favorisce l’accumulo di umidità nella regione delle orecchie e la proliferazione di batteri, funghi e lieviti. Questi microrganismi possono causare infiammazioni e infezioni nella regione esterna ed interna del canale uditivo. Per questo motivo, i casi di otite aumentano notevolmente durante l’estate.

Per prevenire questo fastidioso e pericoloso problema, ricordate di asciugare bene le orecchie dopo ogni bagno o giornata passata in piscina. Usate garze asciutte o un panno pulito, per ottenere un’asciugatura ottimale.

Una buona pratica è quella di controllare le orecchie del vostro cane ogni due o tre giorni per identificare eventuali sintomi. Inoltre, serve anche una pulizia approfondita ogni 15 giorni per mantenere una buona igiene in quest’area.

2. Problemi alla pelle

La pelle dei cani è molto sensibile e, durante l’estate, è esposta a numerosi rischi. Tra questi fattori vi sono l’intensità dei raggi solari, la proliferazione degli ectoparassiti, il sale del mare, le sostanze chimiche della piscina, ecc.

Un cagnolino si rinfresca in un fiume

Tutto ciò può favorire lo sviluppo di scottature, allergie, infiammazioni e infezioni cutanee che interesseranno i vostri migliori amici. Di seguito, vedremo alcune misure preventive per evitare che queste condizioni danneggino la salute del cane:

  • Applicate creme solari per evitare le scottature: l’esposizione eccessiva alla luce solare è molto pericolosa per gli animali domestici. Oltre a causare bruciature, aumentano le probabilità di cancro alla pelle. Va ricordato che i protettori solari per le persone non vanno usati. Nei negozi specializzati troverete prodotti realizzati appositamente per cani.
  • Evitate che si accumuli umidità: dovrete asciugare la pelle e la pelliccia del cane con premura, per evitare che restino umide. La proliferazione di batteri, funghi e lieviti favorisce lo sviluppo di infezioni e infiammazioni cutanee. Dopo una giornata in piscina o in spiaggia, l’animale avrà bisogno di una buona asciugatura.
  • Sverminazione: gli ectoparassiti si riproducono intensamente con l’arrivo di alte temperature. Questo aumenta la probabilità che il vostro cane entri in contatto con pulci, zecche, acari e zanzare. Oltre a causare intenso prurito e infiammazione della pelle, possono trasmettere gravi malattie all’animale domestico. Pertanto, è essenziale ripetere la sverminazione con l’arrivo dell’estate.

3. Infezioni gastrointestinali

Le variazioni di temperatura, il calore e i cambiamenti nella dieta possono causare problemi gastrointestinali ai vostri animali domestici. Per evitare ciò, dovrete prestare particolare attenzione alla loro alimentazione e garantire sempre una corretta idratazione ai cani, durante i mesi estivi.