L'alimentazione del gorilla, il primate più grande del mondo

Cosa mangeranno animali grandi e forti come i gorilla? L'alimentazione di questi primati è fondamentale sia per loro che per i luoghi in cui vivono.
L'alimentazione del gorilla, il primate più grande del mondo

Ultimo aggiornamento: 18 ottobre, 2021

Il genere gorilla (i primati più grandi del mondo) è composto da due specie, ciascuna con altre due sottospecie accessorie. Si può vedere ad occhio nudo che la loro somiglianza con gli umani è molto grande e non da meno, perché il loro DNA è pari al 97-98% del nostro. Con questi dati è normale che ci si ponga domande sull’alimentazione del gorilla e se sia o meno uguale a quella di noi esseri umani. 

Questi antropoidi sono considerati animali molto intelligenti, poiché alcuni hanno persino imparato le parole di base nella lingua dei segni in cattività. Sono attualmente in pericolo di estinzione e, quindi, hanno bisogno di essere protetti e conosciuti. Scoprite qui com’è l’alimentazione dei gorilla.

Caratteristiche generali del gorilla

Sapevate che tutti i gorilla condividono lo stesso gruppo sanguigno e che, come gli umani, ognuna di queste scimmie ha impronte digitali identificative univoche? I tratti fisiologici dei primati sono affascinanti e non lasciano nessuno indifferente.

Fino a poco tempo, era considerata una sola specie di gorilla con tre sottospecie: il gorilla occidentale, orientale e di montagna. Tuttavia, si ritiene che le seguenti due specie, ciascuna con due sottospecie, vivano nelle foreste tropicali e subtropicali dell’Africa:

  • Gorilla occidentale (Gorilla gorilla): comprende le sottospecie gorilla di pianura occidentale (Gorilla gorilla gorilla) e gorilla di fiume Cross River (Gorilla gorilla diehli).
  • Gorilla orientale (Gorilla beringei): comprende la sottospecie gorilla di montagna (Gorilla beringei beringei) e gorilla di pianura orientale (Gorilla beringei graueri).

Habitat

Queste scimmie vivono in gruppi da 2 a 30 individui e in ciascuno di questi nuclei sociali c’è un capo noto come Silverback. L’habitat dipende dalle specie di gorilla, ma alcuni dei luoghi in cui vivono sono in Africa equatoriale (nello specifico nella Repubblica Dominicana del Congo), Ruanda, Camerun, Gabon, Repubblica Centrafricana, Guinea, Nigeria e Uganda.

L'alimentazione dei gorilla è complessa.

Com’è l’alimentazione del gorilla?

Gli esperti dicono che la dieta dei gorilla si basa (in larga misura) sulle verdure, perché sono erbivori. Nonostante siano così grandi, si nutrono solo di foglie, steli, erbe, radici, frutti, funghi e germogli. Grazie alla loro capacità di arrampicarsi sugli alberi, questo tipo di dieta è perfetto per loro. Godono di un’ampia varietà di cibo che dipende dal periodo dell’anno.

Alcuni gorilla preferiscono le parti verdi delle piante (che danno loro il magnesio) e altri hanno una predilezione per i frutti (che danno loro lo zucchero). Nella stagione secca, i frutti sono scarsi, quindi scelgono semi e tenera corteccia d’albero.

Grazie alle grandi e forti mascelle che hanno questi primati, possono schiacciare e nutrirsi di steli molto duri. Inoltre, trascorrono circa 6 ore a cogliere e masticare le foglie per ottenere un adeguato apporto calorico, poiché queste piante hanno una qualità nutritiva molto bassa.

Nonostante siano erbivori, a volte la dieta di queste scimmie include insetti come termiti, formiche, lumache e bruchi, tra gli altri piccoli animali che forniscono ferro, grasso e proteine. Tuttavia, questo rappresenta solo l’1% della loro dieta.

L’alimentazione del gorilla in base alla specie e alla stagione

La quantità di cibo che consumano questi antropoidi è significativa, affermano i professionisti. Un maschio adulto di solito mangia circa 30 chili di piante al giorno e una femmina può consumarne 18 chili. Inoltre, i gorilla bevono raramente in natura, consumando una vegetazione lussureggiante composta da quasi la metà di acqua e rugiada mattutina.

La composizione della dieta di questi primati varia a seconda della sottospecie e della stagionalità. Riportiamo alcune delle sue peculiarità nel seguente elenco:

  • Gorilla di pianura occidentale (Gorilla gorilla gorilla): questa sottospecie consuma parti di almeno 97 specie di piante. Circa il 67% della loro dieta si basa su frutta, il 17% su foglie, semi e steli e il 3% su termiti e bruchi.
  • Gorilla di pianura orientale (Gorilla beringei graueri): questa sottospecie consuma parti di almeno 104 specie di piante.
  • Gorilla di montagna (Gorilla beringei beringei): consuma parti di almeno 142 specie di piante e solo 3 tipi di frutta (quasi nessun frutto è disponibile nel suo ambiente a causa dell’elevata altitudine). Circa l’86% della sua dieta sono foglie, germogli e steli, 7% sono radici, 3% sono fiori, 2% frutti e 2% formiche, lumache e larve.
  • Gorilla Cross River (Gorilla gorilla diehli): questa sottospecie non è così ben studiata come le altre. Tuttavia, la sua dieta è stata accertata attraverso la loro materia fecale ed è nota per includere frutti, foglie, steli, midollo e alcuni invertebrati.

L’importanza dei gorilla

Il mezzo di comunicazione El Mundo commenta che i grandi primati combattono direttamente le emissioni in eccesso di CO₂ in altre parti del pianeta. In altre parole, non ha senso proteggere le foreste e non difendere contemporaneamente gli animali che le abitano.

Queste scimmie si nutrono di frutti e piante che vengono digeriti e depositati sul terreno con le feci. I semi vitali germinano molto più facilmente nella materia fecale. Per questo motivo, molte specie di alberi e piante non esisterebbero né sopravvivrebbero senza animali come gorilla, elefanti e altri grandi mammiferi erbivori.

Le foreste assorbono le emissioni di carbonio (circa 4,8 miliardi di tonnellate all’anno). Con questa cifra ci rendiamo conto che gli animali non sono solo specie decorative o interessanti da studiare, in quanto facilitano l’espansione di alberi e vegetali con tutto ciò che questo comporta.

Stato di conservazione 

I gorilla sono attualmente in pericolo di estinzione. Sono cacciati da molto tempo e il loro habitat è sempre più ridotto. Tutto ciò è dovuto ai conflitti armati che si verificano nei paesi in cui vivono, all’estrazione mineraria, all’industria del legno e all’interesse per le carni esotiche.

Oltre a questo, anche i gorilla hanno sofferto del virus Ebola. Nel 2004 centinaia di esemplari sono morti a causa di ciò nel Parco Nazionale di Odzala nella Repubblica del Congo.

Uno degli animali in via di estinzione nel 2021.

Ora che conoscete un po’ di più le caratteristiche, lo stato attuale e la dieta di questi primati, potete apprezzare la loro meravigliosa esistenza e contribuire alla loro conservazione spargendo la voce. Non possiamo lasciare che uno dei nostri parenti più stretti scompaia dalla Terra.

Potrebbe interessarti ...
Il comportamento dei primati, affascinanti “quasi” umani
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Il comportamento dei primati, affascinanti “quasi” umani

Il comportamento dei primati è gregario, territoriale e gerarchico. Mostrano atteggiamenti affiliativi, agonistici e grande intelligenza.