La fauna del parco nazionale di Guadarrama

05 ottobre, 2020
Nel pieno centro della penisola iberica si trova il parco nazionale di Guadarrama, dove vivono numerosi esemplari unici di animali minacciati. Scopriteli insieme a noi.

Il parco nazionale di Guadarrama, istituito nel 2012, è uno dei più giovani della Spagna. Grazie ai suoi singolari ecosistemi montagnosi, questo luogo rappresentativo ospita una grande quantità di specie uniche.

Conoscete questo luogo così speciale? Sapete quali specie potete trovare al suo interno? Se desiderate conoscere maggiori informazioni in merito al parco nazionale di Guadarrama, continuate a leggere.

La parco nazionale di Guadarrama

La sierra de Guadarrama è una formazione montuosa appartenente al Sistema Centrale della penisola iberica, nel cuore della Spagna. Situata ad appena 50 chilometri a ovest di Madrid, questa sierra separa la regione della capitale spagnola da quella di Castilla y León.

Questa zona è oggetto di protezione da molto tempo, ma è stata dichiarata parco nazionale solamente nel 2012. La sua maggiore fonte di richiamo è costituita dalle sue montagne impressionanti, tra le quali svetta il picco di Peñalara, coni suoi 2.300 metri di altitudine. La sua prossimità a Madrid lo rende un luogo molto popolare per le attività di trekking e osservazione della natura.

Per quanto riguarda la fauna, queste montagne ospitano un sistema di lagune di alta montagna unico in Europa. La sua altitudine, la posizione isolata e l’elevato grado di conservazione di queste catene montuose lo rendono un luogo perfetto per la vita di numerosi animali.

Questo parco, quindi, rappresenta la dimora di numerose specie endemiche e in pericolo di estinzione. In definitiva, questo spazio occupa una posizione privilegiata tra gli spazi naturali protetti della Spagna.

Parco nazionale di Guadarrama.

Le lagune: un sistema di acqua dolce unico

Le lagune glaciali di Peñalara, oltre a costituire un’importante meta turistica, possiedono una biodiversità che merita una protezione speciale. Queste lagune, nate da antichi ghiacciai ormai scomparsi, presentano alcune caratteristiche decisamente peculiari dovute alla loro altitudine e formazione.

La variegata fauna del parco nazionale di Guadarrama

In questo parco nazionale è presente una grande biodiversità animale. Secondo quanto afferma il sito Internet del parco, le specie animali che abitano la sierra rappresentano il 45% della fauna totale della Spagna e il 18% di quella europea.

Questa ricchezza faunistica è riflessa nelle 255 classificazioni tassonomiche censite, nelle quali si distinguono i mammiferi (57), seguiti da rettili e anfibi (36). Nelle righe che seguono vi parleremo di alcune delle curiose specie che vivono in questo parco.

Insetti

Queste montagne sono la dimora di numerose specie di insetti alpini, che nelle lagune alpine trovano un luogo perfetto per la riproduzione. Alcuni esempi sono la farfalla apollo (Parnassius apollo) e la Plebicula nivescens, che vivono solamente in zone di montagna.

La specie più rappresentativa, tuttavia, è la farfalla luna spagnola o farfalla isabella, scoperta nel XIX secolo nel parco e chiamata così in onore della regina Isabella II di Spagna.

Questa bellissima farfalla di colore verde è endemica della Spagna e si trova in pericolo di estinzione. In questa zona è possibile trovare anche una delle principali popolazioni di questo lepidottero, una delle farfalle più grandi e belle d’Europa.

Farfalla apollo su un fiore.
Una farfalla apollo posata su un fiore.

Rettili e anfibi

Esiste una grande quantità di anfibi che vivono in zone umide, alcuni dei quali, come la rana iberica (Rana iberica) e il discoglosso iberico (Discoglossus galganoi), sono seriamente minacciati.

La sierra de Guadarrama è la dimora dell’alite ostetrico (Alytes obstetricans), un anfibio simile al rospo, e ospita alcuni programmi di reintroduzione periodica di questa specie, allo scopo di combattere la chitridomicosi, una malattia che flagella gli anfibi di tutto il globo.

Parco nazionale di Guadarrama: discoglosso iberico.

Uccelli

Gli alti e ripidi versanti delle catene montuose che si trovano ai confini del parco nazionale di Guadarrama, insieme ai loro frondosi boschi di pino, costituiscono la dimora di una moltitudine di specie di uccelli, alcune delle quali sono minacciate.

Tra i piccoli uccelli si segnala il pettazzurro (Luscinia svecica), un uccello insettivoro che nel parco presenta una delle sue popolazioni principali. Altre specie di uccelli che abitano questo ecosistema sono la passera scopaiola (Prunella modularis) e il codirossone (Monticola saxatilis).

Passera scopaiola su un ramo.
Un esemplare di passera scopaiola.

L’aquila iberica

Senza alcun dubbio, la specie più rappresentativa del parco nazionale di Guadarrama è l’aquila iberica (Aquila adalberti), considerata in passato una sottospecie dell’aquila imperiale. Questo uccello, endemico della penisola iberica, trova rifugio sulle altissime rupi e massi di questa catena montuosa.

Intorno alla metà del XX secolo, in tutta la penisola iberica ne rimanevano solamente 30 coppie, ma, in seguito a un imponente impegno di conservazione, oggi si stima che fino a 49 coppie vivano solamente nella comunità di Madrid, la maggior parte delle quali all’interno del parco.

Questo uccello è minacciato, tra le varie cause, dalla presenza di cavi elettrici e dall’impiego di veleni. La sua popolazione, per quanto abbia attraversato una fase di ripresa, soffre ancora di una notevole disparità tra i sessi, dal momento che più del 70% degli animali è costituito da maschi. Sul lungo periodo, questo aspetto può rappresentare un serio problema per la riproduzione della specie.

Parco nazionale di Guadarrama: aquila iberica.

L’avvoltoio monaco, tipico del Parco nazionale di Guadarrama

Un altro dei gioielli più preziosi tra quelli che costituiscono la fauna di questo parco è rappresentato dall’avvoltoio monaco (Aegypius monachus).

Questo maestoso uccello saprofago presenta, nel parco nazionale di Guadarrama, la sua quarta popolazione più grande di tutta la Spagna. Questo enorme animale, che può arrivare a possedere un’apertura alare di tre metri, vive generalmente sulle rupi.

Avvoltoio monaco in volo.

Mammiferi

Infine, è necessario dedicare un capitolo a parte alle specie di mammiferi che vivono nel parco. Sono state censite 61 specie di mammiferi, 6 delle quali sono endemiche della penisola iberica e tra le quali risalta il desman pirenaico (Galemys pyrenaicus).

In linea generale, i mammiferi più importanti del parco nazionale di Guadarrama sono i pipistrelli, dal momento che al suo interno vivono più di 23 specie di questo animale (molte delle quali sono protette).

In questa zona, inoltre, esistono molte altre specie, tra le quali è bene segnalare il lupo iberico, che nel parco si trova in fase di espansione. Altre specie sono costituite dallo stambecco iberico (o stambecco spagnolo) e il capriolo, relativamente facili da avvistare.

Un luogo privilegiato per gli amanti della natura

Come abbiamo potuto vedere, questo spazio naturale ospita una moltitudine di animali affascinanti. Nonostante la sua vicinanza alla città di Madrid, il parco nazionale di Guadarrama si mantiene un luogo relativamente selvatico, perfetto per gli amanti della natura, del trekking o dell’osservazione della fauna.

Montesinos Jl, V. (2013). la fauna de la sierra de Guadarrama. Somera aproximación a la riqueza faunística de un nuevo Parque Nacional. Ambienta103, 26-49.

https://www.parquenacionalsierraguadarrama.es/es/

https://elpais.com/ccaa/2013/09/25/madrid/1380125892_034360.html

https://www.nationalgeographic.es/animales/aguila-imperial-iberica