Le farfalle possono cambiare il colore delle loro ali?

Ebbene sì, alcune farfalle possono cambiare il colore delle loro ali. Gli esseri viventi rispondono alle pressioni ambientali nei modi più diversi per aumentare le loro chance di sopravvivenza.
Le farfalle possono cambiare il colore delle loro ali?

Ultimo aggiornamento: 10 maggio, 2021

La vita in libertà è una lotta instancabile per la sopravvivenza per tutte le specie che compongono un ecosistema. Ecco perché alcune di loro, in particolare gli insetti, hanno sviluppato tecniche incredibili per evitare i predatori, come cambiare il colore delle ali, come avviene in alcune farfalle.

Fino a poco tempo, la variazione di colore di questi animali era un mistero che gli esseri umani non erano stati in grado di svelare. Recentemente sono state fatte delle interessanti scoperte che spiegano la plasticità delle ali di alcuni lepidotteri.

Le farfalle possono cambiare il colore delle loro ali?

Per prima cosa rispondiamo a questa domanda: sorprendentemente sì. Non è qualcosa che si osserva ad occhio nudo, quindi è difficile pensare che un essere semplice come un invertebrato possa cambiare colore.

La funzione di questa capacità è, come ci si potrebbe aspettare, quella di ingannare i predatori. Gli esperti che hanno voluto indagare su questo fenomeno si sono concentrati sulla specie Heliconius Numata, che cambia il colore delle sue ali per imitare altre specie, come la farfalla monarca, ignorata dagli uccelli.

Le specie di farfalle del genere Heliconius sono note per imitarsi a vicenda, motivo per cui sono oggetto di studio.

Questa capacità è nota come mimetismo mulleriano, in cui diverse specie con caratteristiche che respingono i predatori, come i colori vivaci o il veleno, modificano il loro aspetto per assomigliarsi. In questo modo i predatori devono conoscere un solo tipo di segnale.

Un paio di farfalle con colori diversi.

Come fanno le farfalle a cambiare il colore delle loro ali?

Per scoprire come funziona questo mimetismo, i ricercatori hanno individuato e sequenziato la regione cromosomica responsabile dei modelli alari di Heliconius numata. Lì sono stati in grado di osservare che il modello di variazione è controllato da diversi geni, la cui combinazione favorisce il mimetismo e, allo stesso tempo, impedisce combinazioni che producono modelli non mimetici.

Lo studio ha anche scoperto che 3 versioni dello stesso cromosoma coesistono nel DNA di questa specie e ogni versione controlla il modello delle ali in modi diversi. Cosa significa questo? Ebbene, il genoma permette di far nascere farfalle che sembrano completamente diverse tra loro, pur avendo lo stesso carico genetico.

Mimetismo in ambienti alterati

La specie Heliconius numata non è l’unica farfalla che cambia il colore delle ali per migliorare le proprie chance di sopravvivenza. Inoltre, questa tecnica non si basa solo sull’interazione con i predatori, ma anche con l’ambiente.

Un chiaro esempio di ciò è stata l’emergere di falene con ali nere nel periodo della rivoluzione industriale in Inghilterra, nel XIX secolo. Uno studio dell’Università di Liverpool del 2011 ha rivelato che la farfalla di betulla (Biston betularia) ha cambiato il colore delle sue ali per mimetizzarsi sui tronchi degli alberi coperti dalla fuliggine dell’industria.

Questo studio ha posto una delle basi della dimostrazione che l’interferenza dell’uomo nell’ambiente colpisce l’intero ecosistema. Queste farfalle, quando finalmente sono atterrate su betulle prive di fuliggine, erano chiaramente visibili ai predatori, con il conseguente declino della popolazione.

L’uomo può anche ribaltare l’equilibrio fenotipico di una specie nel lungo periodo.

Alcune falene con gamme di colori.

Conclusioni: conservazione delle farfalle oggi

Le farfalle, come molti altri insetti, sono essenziali per mantenere l’equilibrio dell’ambiente. La loro funzione è vitale come impollinatori e servono da cibo per altre specie. Basterebbero questi compiti a dimostrare che è essenziale lottare per la loro conservazione.

L’inquinamento e il cambiamento climatico sono i fattori che hanno maggiormente colpito le popolazioni di farfalle. Molti paesi hanno già avviato i loro programmi di conservazione per questi lepidotteri, incluso il censimento delle specie per scoprire quali potrebbero essere in pericolo di estinzione.

L’educazione ambientale e sociale delle nuove generazioni è la chiave per far sì che questi colorati lepidotteri non diventino un ricordo.



  • Brown Jr, K. S., & Benson, W. W. (1974). Adaptive polymorphism associated with multiple Müllerian mimicry in Heliconius numata (Lepid. Nymph.). Biotropica, 205-228.
  • Müller, F. (1879) Ituna and Thyridia; a remarkable case of mimicry in butterflies. (R. Meldola translation) Proclamations of the Entomological Society of London 1879:20-29.
  • van’t Hof, A. E., Edmonds, N., Dalíková, M., Marec, F., & Saccheri, I. J. (2011). Industrial melanism in British peppered moths has a singular and recent mutational origin. Science332(6032), 958-960.