Le razze di cani del Giappone più famose

Sono molti i cani provenienti dall’Asia e, in questo articolo, vi parleremo delle più famose razze originarie del Giappone. In questo affascinante paese dell’Estremo Oriente, la maggior parte di loro viene chiamato con il termine “Inu” che significa letteralmente “cane”, nella lingua nipponica. Scopriamo assieme caratteristiche e curiosità sulle razze di cani del Giappone più interessanti.

Quali sono le razze più famose di cani del Giappone?

Se state pensando di adottare un cane e avete una grande passione per tutto ciò che è esotico e orientale, non perdetevi queste 7 meravigliose razze di cani del Giappone:

1. Akita Inu

È il più popolare tra i cani giapponesi ed è stato creato nella prefettura di Akita per cacciare, come cane da guardia e da guerra, in supporto agli antichi guerrieri locali. In paesi come la Spagna, tuttavia, questo animale è considerato potenzialmente pericoloso. È una razza antica (si ritiene che i primi esemplari risalgano a 3000 anni fa) e che fu poi incrociata con il Mastino inglese e il Tosa Inu, per renderla più aggressiva e più grande.

Profilo dell'Akita Inu

L’Akita Inu è stato nominato cane simbolo del paese nipponico (National Dog and Monument of Japan). È di costituzione forte, manto spesso (di colore bianco, soriano, rosso o sesamo), occhi piccoli, orecchie a punta e zampe palmate come i gatti. È un nuotatore eccellente, dal carattere riservato, silenzioso, protettivo, cauto e molto leale.

2. Shiba Inu

È il cane più piccolo del Giappone, agile, e originariamente creato per la caccia in terreni montuosi. Apparentemente simile all’Akita, è una razza ancora più antica. Il kanji (simbolo) usato per il suo nome, Shiba, significa “piccolo cespuglio”. Ha una stretta vicinanza al lupo in termini di DNA, tuttavia è un animale domestico eccellente. Affettuoso, guardiano, intelligente e ideale per la vita in famiglia.

3. Spaniel giapponese

Chiamato anche Chin, è un tipo di cane da grembo e, sebbene il suo nome possa indicare origini cinesi, la verità è che è un altro dei cani più caratteristici del Giappone. Una teoria afferma che il primo esemplare sia arrivato nel paese come regalo dal sovrano della Corea nel 732 a. C. per l’allora imperatrice giapponese. Tra i suoi antenati, annoveriamo il pechinese e il tibetano. Pesa al massimo 10 kg, è molto intelligente e indipendente. Preferisce riposare su superfici elevate come una sedia, un tavolo o il divano.

4. Tosa Inu

Appartiene alla famiglia dei molossoidi, è di grandi dimensioni e con aspetto alquanto imponente. È emerso a metà del XIX secolo dopo l’incrocio tra diverse razze: Bracco tedesco, Bulldog, San Bernardo, Mastino inglese e Alano, ottimo per la lotta e come cane da guardia. In Spagna e Colombia è considerata una razza pericolosa, e bisogna possedere una licenza speciale per adottarla e allevarla. E’ un cane a pelo corto, in genere di colore marrone chiaro, rosso o tabby. Un maschio adulto può pesare 100 kg.

5. Japanese Terrier

Chiamato anche Nippon Terrier, è abbastanza difficile da trovare anche nel suo paese d’origine. Si ritiene che sia sorto dopo l’arrivo di cani Terrier grazie ai mercanti olandesi che sbarcarono a Nagasaki. È stato sviluppato esclusivamente come animale domestico e rapidamente è diventato il favorito in quel porto e in altri, come quello di Yokohama. È alto, ha il manto bianco, la testa nera e occhi a mandorla. Per quanto riguarda la sua personalità, è allegro e, allo stesso tempo, un guardiano eccezionale. Si dice che abbia la capacità di reagire alle espressioni facciali dei suoi proprietari.

6. Spitz giapponese

È uno dei cani più eleganti del Giappone e, in termini di aspetto, è simile al Pomerania, al Samoiedo e all’Eskimo americano. Lo Spitz ha una testa arrotondata e larga, orecchie triangolari erette, manto bianchissimo e lungo (ad eccezione del viso e delle gambe) con una coda arrotolata come una piuma. È un cane molto attivo, attento al proprietario: un buon animale domestico, che si adatta all’ambiente familiare e ha bisogno di una buona routine di spazzolatura.

Spitz giapponese seduto sul prato

7. Hokkaido

Ha diversi nomi: Shita, Seta e Ainu-Ken, ma è popolarmente chiamato Do-ken. È emerso nella prefettura di Hokkaido, da cui prende il nome. È di taglia media, con orecchie triangolari e piccole, pelo lungo e duro a due strati, di vari colori. È una razza nota per la sua fedeltà, il coraggio e la sua capacità di resistere al freddo. Inoltre, ha un grande senso dell’orientamento, può combattere con un orso senza temerlo e va molto d’accordo con i bambini.

Le altre razze di cani del Giappone sono:

  • Shikoku Inu
  • Kishu
  • Kai
  • Husky di Sakhalin.

Immagine principale per gentile concessione di: Susihurtan e Yuliya Strizhkina

Categorie: Curiosità Tags:
Guarda anche