Le tecniche chiropratiche più comuni per il gatto

8 Giugno 2019
I nostri animali domestici possono soffrire di problemi articolari per vari motivi. In questo articolo vi parleremo di alcune tecniche chiropratiche che aiuteranno il vostro gatto a recuperare la sua mobilità.

I gatti possono soffrire di squilibri o lesioni che vanno a influire sull’esecuzione di determinati movimenti quotidiani, proprio come noi. Per correggerli, possiamo ricorrere alle tecniche chiropratiche. In questo modo è possibile aiutarli a recuperare quella mobilità.

Scoprite le tecniche chiropratiche e le loro applicazioni più comuni per la salute dei gatti.

Cosa sono le tecniche chiropratiche?

Quando un gatto –o un altro animale– prende un colpo, cade, è sottoposto a un intenso esercizio fisico o ha problemi legati all’età, può vedere compromessa la sua mobilità generale e la possibilità di spostarsi in modo adeguato.

La chiropratica è vista come una tecnica da unire alla medicina veterinaria. Le tecniche chiropratiche sono mirate alla cura delle cosiddette disfunzioni biomeccaniche, cioè legate al movimento articolare.

Attraverso una serie di regolazioni e movimenti precisi, i chiropratici cercano di portare a uno stato ottimale lo scheletro del nostro animale domestico e migliorare la sua biomeccanica.

il gatto e il suo scheletro

Quando usare le tecniche chiropratiche

Anche se non sono sempre visibili, ci sono diversi sintomi o segnali che possono indicare i problemi di mobilità del nostro animale domestico:

  • Difficoltà a salire o scendere le scale o altri ostacoli.
  • Non solleva la coda in modo corretto.
  • La sua posizione quando è seduto sembra diversa o particolare.
  • Quando cammina, l’animale zoppica.

La chiropratica può essere utile anche se il nostro gatto ha subito un qualche tipo di intervento chirurgico. In ogni caso, prima di tutto, è importante che le tecniche chiropratiche siano indicate e applicate da un veterinario o da un professionista in chiropratica animale.

tecniche chiropratiche per gatti

Quali sono le pratiche più comuni?

Molte di queste tecniche si applicano a gatti, cani e altri piccoli animali. Le più comuni sono:

  • Lavorare i muscoli flessori dell’anca: eseguire una serie di delicati movimenti di flessione e pressione per migliorare la flessibilità dell’anca e della colonna vertebrale.
  • Allungare i muscoli delle spalle: fare questi movimenti aiuterà il vostro gatto a muoversi in modo corretto. Anche l’integrità della struttura delle spalle sarà migliore.
  • Allungare la schiena: migliorare la mobilità della schiena porterà grandi benefici al gatto. La sua mobilità generale migliorerà e la tensione del corpo sarà più bassa.

Ci sono molte altre tecniche chiropratiche che possono essere applicate. Tutte dipendono dall’area che si deve andare a migliorare. Se volete saperne di più, non esitate a consultare il vostro veterinario di fiducia per sapere bene cosa fare.

  • Kamen, D. (2013). The well adjusted cat: Feline chiropractic methods you can do. CCB Publishing.

 

  • Taylor, L. L., & Romano, L. (1999). Veterinary chiropractic. The Canadian Veterinary Journal40(10), 732.