Malattie comuni del Cavalier King Charles Spaniel

Il Cavalier King Charles Spaniel ha attraversato centinaia di anni di selezione artificiale. In questo articolo vi mostreremo le conseguenze che questo ha avuto sulla sua salute.
Malattie comuni del Cavalier King Charles Spaniel

Ultimo aggiornamento: 02 luglio, 2022

Il Cavalier King Charles Spaniel è un cane dal temperamento allegro e dall’aspetto elegante, caratteristiche che gli valsero enorme popolarità presso la nobiltà inglese a partire dal XV secolo. Tuttavia, è stato solo a partire dall’inizio del 20° secolo che questa razza ha iniziato ad essere richiesta in tutto il mondo.

Per via del numero crescente di esemplari negli ultimi anni, in questo articolo vi mostreremo quali sono le malattie comuni del Cavalier King Charles Spaniel. Se state pensando di accogliere uno di questi preziosi e fedeli cani in casa, ecco ciò che dovreste sapere sulla loro salute. Non perdetevi le prossime righe.

Quali sono le malattie comuni del Cavalier King Charles Spaniel?

Bisogna tenere conto che le razze pure sono il prodotto della selezione artificiale e che il criterio di scelta è solitamente la richiesta di determinate caratteristiche funzionali per l’uomo. Ciò significa che a volte i cani vengono incrociati per ottenere tratti caratteriali o fisici specifici senza tener conto delle conseguenze sulla salute dei cuccioli.

Ecco perché il Cavalier King Charles Spaniel è portatore di una serie di malattie congenite. Ciò non significa che sia destinato a soffrirne, ma che è più probabile che le sviluppi rispetto a cani di razze “meno pure”. Vediamo nel dettaglio le più comuni.

Una delle razze di cani più popolari nel Regno Unito.

1. Siringomielia

Se esiste una patologia per eccellenza associata a questa razza, questa è la siringomielia. Questa malattia è ereditaria e si verifica quando le dimensioni del cranio non sono sufficienti per contenere il cervello. Di conseguenza, il movimento del liquido cerebrospinale è disturbato e provoca lo sviluppo di sacche anomale nel midollo spinale.

Queste sacche, come si può immaginare, sono piene di liquido cerebrospinale e premono sul midollo spinale. Ciò provoca un grande dolore per l’animale e la comparsa di problemi motori, come mancanza di coordinazione, debolezza alle gambe o una posizione anomala della testa.

2. Degenerazione mixomatosa della valvola mitrale

Anche se le patologie cardiache sono tra le malattie comuni del Cavalier King Charles Spaniel, tra tutte spicca la degenerazione mixomatosa della valvola mitrale, che separa l’atrio dal ventricolo sinistro. Inoltre, a causa della genetica di questa razza, la propensione alle forme più gravi di questa patologia è maggiore che in altre.

La degenerazione di questa valvola porta a soffi al cuore, in cui il sangue fuoriesce nell’atrio durante la contrazione perché la valvola mitrale non si chiude correttamente. Di conseguenza, il flusso sanguigno all’aorta sarà minore, e il cuore cercherà di compensare aumentando la frequenza cardiaca. Questo, a sua volta, provoca un aumento delle dimensioni del cuore.

In sostanza, a lungo andare il cane soffrirà di insufficienza cardiaca, poiché il cuore perderà progressivamente la sua capacità di pompaggio. Sebbene questa patologia possa essere corretta attraverso un intervento chirurgico, in alcuni casi è possibile trattarla solo con i farmaci.

3. Problemi agli occhi

I grandi occhi di questa razza (altra caratteristica ricercata attraverso la selezione artificiale) non sono privi di problemi. Le patologie oculari più frequenti in questa razza sono le seguenti:

  • Nistagmo: dovuta ad alterazioni del sistema nervoso, che provocano un movimento involontario e costante dei bulbi oculari.
  • Displasia retinica: si tratta di un’anomalia congenita degenerativa che consiste nello sviluppo anomalo della retina, in cui si formano nel tempo delle pieghe. Provoca disabilità visiva progressiva.
  • Microftalmia: patologia che consiste in una dimensione ridotta e anormale del bulbo oculare.
  • Cataratta: a causa di questa malattia il cristallino, la struttura interna dell’occhio che permette di mettere a fuoco da lontano, diventa opaco. Per questo motivo, la luce che si proietta sulla retina incontra una barriera, riducendo la capacità visiva.

4. Malattie dell’orecchio

Le orecchie sono un altro punto debole del Cavalier King Charles Spaniel. Oltre ad essere inclini alle infezioni del padiglione auricolare e del condotto uditivo se non vengono pulite regolarmente, esistono altri disturbi associati a questa razza.

In particolare, una delle malattie comuni del Cavalier King Charles Spaniel è l’ipoacusia o la perdita dell’udito. Anche se è più comune che sia unilaterale (cioè che colpisce solo un orecchio), può essere anche bilaterale. Con il passare del tempo c’è la possibilità che il cane diventi sordo.

5. Sindrome della caduta episodica

È una malattia congenita che dà sintomi come perdita di equilibrio, intorpidimento, spasmi e cadute improvvise dovute alla perdita di tono muscolare. Questi sintomi sono solitamente innescati da un esercizio intenso o da una forte eccitazione dell’animale. La sua origine è neuromuscolare e le manifestazioni sintomatiche iniziano precocemente, generalmente dai 2 mesi di vita.

Il picco di incidenza della sindrome della caduta episodica si verifica tra i 3 e i 7 mesi di età.

Un Cavalier King che dorme.

Se state pensando di espandere la vostra famiglia adottando un cane, potreste imbattervi in un Cavalier King Charles Spaniel. In tal caso, è bene essere coscienti della possibilità di sviluppare le malattie sopracitate, per quanto sia possibile anche che il cane resti in buona salute per tutta la vita. L’importante è che, quando sarà il momento, vi rivolgiate subito al veterinario.

Potrebbe interessarti ...
Come prendersi cura del Cavalier King Charles Spaniel
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Come prendersi cura del Cavalier King Charles Spaniel

Ecco come prendersi cura del Cavalier King Charles Spaniel, un cane molto intelligente che ha bisogno di fare esercizio fisico per mantenersi in sa...



  • Axelsson, E., Ljungvall, I., Bhoumik, P., Conn, L. B., Muren, E., Ohlsson, Å., … & Lindblad-Toh, K. (2021). The genetic consequences of dog breed formation—Accumulation of deleterious genetic variation and fixation of mutations associated with myxomatous mitral valve disease in cavalier King Charles spaniels. PLoS genetics17(9), e1009726.
  • Comesaña dos Santos, A. (2020). Morfología y diagnóstico por imagen de la malformación de tipo Chiari y siringomielia en el perro.