Malattie dell'iguana: quali sono e come curarle

Malattie dell'iguana: quali sono e come curarle

Ultimo aggiornamento: 02 maggio, 2018

I rettili stanno diventando i nuovi animali da compagnia del XXI secolo. Tra questi spiccano sicuramente le iguane, a causa della stravaganza della loro pelle. Nonostante il loro aspetto che le fa sembrare quasi invincibili, anche questi esseri viventi hanno i loro punti deboli. Spesso sono soggette a infezioni, ustioni, possono soffrire di stress e di altri disturbi spesso persino irreparabili.

Tenere in casa questo animale domestico richiede preparazione, cura e la manutenzione di un ecosistema in miniatura che si regge su un fragile equilibrio, che va sempre controllato. Lo stato di salute e il benessere della vostro iguana, infatti, dipenderà da fattori esterni dell’ambiente. Come il livello di pulizia, la temperatura, il cibo…

Proprio per tutti questi motivi, dovete sapere quali sono le malattie più frequenti nell’iguana e i sintomi che possono aiutarvi a identificarle.

Le malattie infettive possono essere molto pericolose

Innanzitutto, virus, parassiti e batteri possono causare gravi danni al vostro animale domestico. La combinazione di luce, acqua, minerali, cibo e rifiuti sono il terreno fertile per la propagazione di questi nocivi protozoi.

un iguana verde appoggiato sulla pietra di un terrario

Inoltre, anche amebe e vermi possono colpire questo rettile. Infezioni letali come la salmonella causerebbero gravi danni all’iguana e potrebbero persino mettere a repentaglio la vostra stessa salute.

Pertanto, a fare la differenza sarà il sistema immunitario dell’animale e il suo livello di stress. In caso di infezioni gastrointestinali, che sono le più comuni, i sintomi premonitori sono vomito e diarrea. Se notate questi fattori nella vostro iguana, è meglio andare subito dal veterinario.

La mancanza di calcio può danneggiare le iguane

Uno dei problemi caratteristici della specie ha a che fare con le difficoltà nell’assorbire il calcio dal cibo. Tutto ciò ha origine nel metabolismo e le conseguenze possono essere note.

Un’altra causa di questa condizione ha a che fare con la mancanza di luce ultravioletta di tipo B. Fondamentalmente, il sintomo di questo quadro clinico appare sulle zampe posteriori dell’animale. Fate attenzione se si gonfiano e se sembrano un po’ più smagrite del normale.

Come soluzione, ci sono un paio di alternative: integrare l’alimentazione dell’esemplare con integratori di calcio e fornire la fluorescenza e la luce solare all’habitat in cui vive. Ciò consentirà di prevenire fratture e debolezza ossea.

Ustioni

Come abbiamo visto, la luce artificiale e solare sono indispensabili per il corretto sviluppo di questo tipo di rettile. Ma attenzione: quando installate le fonti di illuminazione e di calore nel terrario, esiste un rischio di ustioni per la vostra iguana.

Pertanto, l’ideale è che le fonti di luce e calore vengano tenute lontane dalla portata di questi animali. La pelle delle iguane può bruciarsi e diventare nera, grigiastra o rossa nelle zone colpite.

Le ustioni lievi guariscono da sole. Al contrario, quelle di maggiore gravità richiedono cure mediche specifiche, soprattutto se producono ulcere sulla pelle dell’animale.

Prolasso nei rettili

Il prolasso è, in termini medici, il decadimento o la caduta di qualche organo interno. Questo quadro clinico colpisce le iguane a livello del colon, delle tube di Falloppio, della vescica e, addirittura, nel loro organo riproduttivo, l’emipene.

Il problema è noto perché gli organi che devono essere all’interno del suo organismo escono improvvisamente fuori e diventano visibili dall’esterno. In questo caso, la cosa corretta è mantenere pulita la protuberanza e recarsi subito dal veterinario.

Dovete tener presente che le complicazioni derivanti da questa condizione sono di tipo infettivo. Generalmente, l’uscita dell’organo è prodotta da parassiti o agenti patogeni, ma il quadro clinico può anche peggiorare. Questa emergenza in iguane e lucertole deve essere trattata rapidamente.

Dita rotte: un problema frequente

In altri casi può capitare che la vostra iguana si rompa dita e unghie. In generale, la ragione di questo tipo di infortuni sono gli incidenti nel terrario. L’animale cade dall’alto o mette il piede tra due rocce, per esempio.

iguana verde chiaro riposa appoggiata su un ramo

La paura che l’animale finisca con perdere l’uso di una zampa gioca un ruolo cruciale, in situazioni del genere. La cosa principale è valutare la profondità e la gravità della ferita. Ci sono ferite, infatti, che anche se premute, non causano dolore al vostro animale domestico.

Ma se per caso c’è una ferita aperta ad occhio nudo, bisogna andare dal veterinario. Come si capisce, quasi tutte le malattie dell’iguana sono curabili se vengono diagnosticate in tempo, ma solo se viene agevolato l’intervento dello specialista.

Lo stress è la peggiore malattia dell’iguana

Questo rettile è un esempio perfetto di quanto possa essere importante, in un animale, il fattore psicologico. Se un’iguana non viene tenuta in modo adeguato e ha problemi di adattamento nell’ecosistema, le possibilità di cadere in una situazione di stress sono altissime.

Questa situazione di malessere influisce notevolmente a livello biologico. Pertanto, è essenziale che facciate tutto il possibile per creare un ecosistema adeguato e prestiate attenzione a qualsiasi comportamento strano. Se volete evitare che la vostra iguana si ammali, ricordatevi di offrirgli sempre le migliori condizioni di vita possibile.

Potrebbe interessarti ...
Come tenere un’iguana in casa come animale domestico
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Come tenere un’iguana in casa come animale domestico

Se avete deciso di accoliere un'iguana in casa, in questo articolo vi daremo informazioni e consigli utili per prendervi cura di questo animale eso...