10 animali a sangue freddo imperdibili

4 marzo 2018

A differenza dei mammiferi, gli animali a sangue freddo hanno bisogno del sole e di altre fonti di calore per mantenere la loro temperatura corporea su livelli adeguati alla sopravvivenza. Conosciuti anche come eterotherms o poikilotherms, questi esseri viventi non possono regolare i gradi del loro organismo e dipendono dall’ambiente esterno per sopravvivere. Vediamo assieme come fanno a vivere e quali sono gli esemplari più straordinari presenti in natura.

Animali a sangue freddo: come fanno a vivere?

Queste specie del regno animale, non essendo a sangue caldo, possono sopportare grandi variazioni di temperatura senza morire di ipotermia, come succede ai mammiferi. Nel caso in cui la temperatura corporea sia bassa, le attività fisiologiche diminuiscono (come il battito cardiaco).

In questo modo, le richieste di energia si abbassano e possono sopravvivere più a lungo, anche negli inverni più rigidi. La fonte di calore proviene dall’ambiente, cioè, hanno bisogno del sole perché i loro organi funzionino correttamente. Se passano molto tempo davanti a una fonte di calore, hanno un sistema di “convezione” o “conduzione” per regolare la propria temperatura.

Alcuni animali a sangue freddo passano tutto il giorno a prendere il sole. Quando la temperatura scende e diventano più lenti, risultano facili prede per i loro nemici.

Quali sono gli animali a sangue freddo più popolari?

Invertebrati, pesci, anfibi e rettili dipendono dunque dall’ambiente esterno per poter regolare la propria temperatura. All’interno di queste specie, esistono 10 animali che vale la pena menzionare. Vediamo assieme quali sono:

1. Lucertola

Ce ne sono di diverso colore e dimensioni, anche se di solito non superano mai la decina di centimetri. Vivono abitualmente in Argentina, Ecuador, Bolivia, Cile (il paese con la maggior parte delle specie), Spagna, Perù, Italia e Venezuela. A questa famiglia di squamati appartengono: gechi, tegu, lacertidi, tropiduridae e geconidi.

una lucertola verde appoggiata su un ramo

2. Sauro

Sono tipi lucertola più grandi e appartengono al sottordine dei rettili. Hanno quattro zampe, palpebre mobili e possono raggiungere i 3 metri di lunghezza, come il famoso e temibile drago di Komodo. Hanno colori brillanti e hanno la capacità di staccare la coda se catturati da un predatore.

3. Vipera

È famosa per il suo veleno, uno dei più potenti del mondo, e per avere un paio di lunghi e affilati denti, che si ritraggono contro il palato quando il serpente ha la bocca chiusa. Quando aprono le fauci, adottano una posizione preparatoria per l’attacco, preparandosi per iniettare il liquido letale nel corpo della preda. La maggior parte di questi serpenti è originaria dell’Africa.

4. Camaleonte

È un rettile dotato di squame la cui capacità principale è quella di cambiare colore a seconda della circostanza o del luogo in cui si trova. Questi animali a sangue freddo hanno una lingua molto veloce e allungabile che permette loro di catturare gli insetti a buona distanza, sfruttando la propria saliva appiccicosa. Inoltre, il camaleonte è in grado di muovere gli occhi in modo indipendente.

5. Iguana

Questo rettile diurno vive principalmente negli Stati Uniti, in Messico, nei Caraibi e in Sud America. Ci sono anche specie nelle isole Figi e in Madagascar. Mangiano verdure e piccoli invertebrati. Ultimamente sta diventando uno degli animali domestici esotici più richiesti.

6. Granchio

Ha quattro paia di zampe e una coppia di chele, che usa come armi. A questo gruppo appartengono anche crostacei più grandi, come gamberetti, aragoste e gamberi. Nuotano nelle profondità dei mari e si riproducono sulle coste. Perde l’esoscheletro man mano che cresce.

7. Coccodrillo

È uno degli animali più antichi che esistano ancora oggi sulla terra. Si pensa che abbia iniziato a vivere circa 80 milioni di anni fa ed è il più grande rettile del mondo. Possiede zampe corte, un corpo robusto, muso allungato e una coda che può avere le stesse dimensioni del busto. Sono più veloci in acqua che a terra. Le sue squame fungono da veri e propri pannelli solari, garantendo all’animale il corretto fabbisogno di calore.

un coccodrillo africano vicino ad un guado

8. Formica

Un altro degli animali a sangue freddo che si sono evoluti per milioni di anni. Le formiche vivono in colonie formate da migliaia di esemplari e sono perfettamente organizzate. Le femmine sterili lavorano come operaie e solo una è quella fertile, chiamata comunemente “regina”. Si riproduce lasciandosi fecondare da diversi maschi.

9. Rospo

Sia i rospi che le rane sono esseri viventi a sangue freddo e appartengono al gruppo degli anfibi. Attualmente, ne esistono più di 6000 specie diverse. Le rane hanno una pelle umida e liscia, sono ottime saltatrici e possono nuotare o anche arrampicarsi su fogli e arbusti. I rospi hanno la pelle secca e ruvida, sono più grandi e robusti, meno agili e di solito vivono in terreni umidi, in cui scavano piccoli buchi per nascondersi.

10. Squalo

Nella maggior parte dei casi sono animali a sangue freddo. Vivono in acque tiepide e temperate in tutti gli oceani e si sono evoluti dal Miocene. Sono animali robusti, con una grande bocca a forma di arco e con una mascella 300 volte più forte di quella umana.

Guarda anche