Come fare in modo che il cane risponda al vostro richiamo

27 agosto 2017

Volete che il vostro cane venga quando lo chiamate e che sia obbediente? Allora leggete il seguente articolo in cui vi daremo alcuni consigli affinché il vostro animale non vi provochi dei problemi, disturbi le persone o si metta in pericolo per non aver ascoltato il vostro richiamo.

Come far rispondere il cane al vostro richiamo?

cane-e-padrone

Molti proprietari di cani affermano di non sapere come fare per farsi ubbidire quando chiamano i propri animali, che siano in casa, al parco o dal veterinario. Per poter raggiungere questo obbiettivo, dovete reinterpretare il termine “richiamo”. Fondamentalmente, questo dev’essere qualcosa di divertente o interessante da spingere l’animale a lasciare quello che sta facendo e a venire da voi.

Dovete pensarla in questo modo perché se gridate, facendogli capire che sta facendo qualcosa di sbagliato, sarà quasi impossibile che si avvicini.

La mente del cane è molto semplice. Ad ogni azione corrisponde una reazione. Situazione 1: “Il mio padrone mi sta chiamando in tono arrabbiato, di sicuro ho fatto qualcosa di male”. Meglio che non mi avvicini. Situazione 2: “Il mio padrone mi sta chiamando dolcemente. Di sicuro ha qualcosa di bello per me. Vado subito”. E’ una questione di logica.

Fate in modo che venga sempre da voi

A questo punto avrete più o meno capito cosa fare o non fare affinché il vostro cane vi obbedisca. Ecco le cose da non fare:

1. Chiamarlo con un tono infuriato

Chi accorrerebbe subito lasciando tutto quello che sta facendo, (soprattutto se si tratta di una cosa divertente) per andare a prendersi una sgridata? Immaginate che vi capiti sul lavoro. State tranquillamente parlando con i vostri colleghi quando il capo vi chiama gridando per dirvi che avete tardato nel consegnargli una relazione. Avreste voglia di raggiungerlo nel suo ufficio? Con i cani succede lo stesso!

2. Chiamarlo solo quando è il momento di tornare a casa

Se lo portate a passeggio lasciandolo libero di giocare con i suoi simili al parco, di sicuro non vi darà ascolto, perché questo significa tornare alla solitudine e alla noia di casa. Per evitare ciò, chiamatelo varie volte nel corso della passeggiata, semplicemente per salutarlo o per dargli un premio.

3. Chiamarlo ripetutamente

Se lo richiamate in continuazione e il cane continua a disobbedirvi, non continuate a farlo. Dategli il tempo di associare questa parola al fatto che deve tornare da voi. Con la pratica imparerà velocemente e voi non dovrete ripetervi.

4. Sgridarlo per non aver risposto al primo richiamo

Una volta che il vostro cane vi avrà raggiunto, dovrete congratularvi con lui. Non è in grado di capire che ha tardato, ed assocerà il richiamo ad una punizione; di conseguenza, la volta seguente non si avvicinerà.

Di seguito, le cose da fare affinché risponda al vostro richiamo:

1. Offritegli qualcosa in cambio

I cani reagiscono molto bene alle ricompense (e ai castighi, ma non è questo il caso). Quindi, ogni volta che fanno qualcosa di buono, dovete premiarli. Non deve essere per forza del cibo o un gioco, ma anche una semplice carezza o una coccola. 

2. Trasformate il richiamo in un gioco affinché vi ubbidisca

cane-con-gioco

L’atto del richiamo non è sempre un comando, può essere anche un gioco. Per esempio, potete nascondervi dietro ad un albero, o ad un mobile, chiamandolo affinché vi trovi.

Quando l’animale è in pericolo, non deve capire che lo state sgridando, altrimenti non vi obbedirà. Se per esempio non volete che attraversi la strada senza il vostro permesso, chiamatelo dolcemente affinché torni da voi e non si spaventi, attraversando la strada in modo brusco.

Guarda anche