Ogni quanto va cambiata la lettiera del gatto?

Cambiare la lettiera del gatto è una cosa importante che deve essere fatta nel modo corretto per non generare disagio o stress nel felino. Ricordate che i gatti sono animali molto esigenti per quanto riguarda la pulizia e l'igiene.
Ogni quanto va cambiata la lettiera del gatto?

Ultimo aggiornamento: 30 ottobre, 2021

La lettiera è essenziale nella vita del vostro animale domestico felino. Il trattamento riservato a questo elemento può contribuire a mantenere l’igiene del vostro gatto e persino influire sul suo comportamento. Pertanto, è importante sapere con precisione ogni quando cambiare la lettiera del gatto, come pulirla e anche dove posizionarla.

Allo stesso modo, è necessario che sappiate che tipo di lettiera il vostro animale domestico utilizza per fare i suoi bisogni, poiché non tutte funzionano allo stesso modo. Idealmente, il gatto dovrebbe sentirsi a proprio agio, ma anche non soffrire di alcuna reazione allergica da contatto con i materiali della lettiera. Il seguente articolo vi darà delle linee guida su questo argomento.

L’importanza della lettiera per gatti

La pulizia è un aspetto molto importante nella vita dei gatti, quindi mantenere una buona igiene della loro lettiera non è qualcosa da tralasciare. Chi ha un felino in casa dovrebbe imparare quando cambiare la lettiera del gatto, che tipo di materiale usare e la quantità adeguata per la vaschetta dove fa i bisogni.

In generale, i gatti imparano a usare la lettiera fin da piccoli. Per questo motivo, questo contenitore deve sempre avere buone condizioni igieniche. Altrimenti, il vostro animale domestico potrebbe ammalarsi, sviluppare disturbi comportamentali o fare i propri bisogni altrove.

Oltre a quanto sopra, pulire costantemente la lettiera del gatto vi aiuterà a tenere traccia delle urine e delle feci dell’animale. Cioè, sarete in grado di identificare la frequenza con cui il felino urina e se presenta diarrea o qualsiasi altro problema relativo alle feci. Inoltre, rimuovere quotidianamente le feci dalla lettiera aiuterà a prevenire malattie come la toxoplasmosi.

Un gatto nella sua lettiera.

Quante lettiere dovrebbe avere un gatto?

Si raccomanda che ogni felino abbia due lettiere. Come accennato in precedenza, i gatti sono esigenti quando si tratta di toelettatura, quindi la maggior parte preferisce avere una lettiera per urinare e un’altra per defecare. Fortunatamente, questo facilita anche la pulizia delle vaschette e garantisce una migliore igiene.

Inoltre, va notato che l’ideale è che le lettiere siano ad uso esclusivo. In altre parole, lasciare che solo un gatto le usi. Pertanto, se avete più gatti in casa, dovrete disporre diverse lettiere in casa. Inoltre, la quantità di substrato che mettete nelle scatole dovrebbe essere sufficiente ma non esagerata, quanto basta perché il vostro gatto possa seppellire le sue feci.

Tipi di lettiera per gatti

Attualmente sul mercato ci sono diverse lettiere per gatti ed è importante imparare a identificare ognuna di esse. Il tipo di sabbietta determina anche la frequenza con cui va cambiata, infatti non tutte le offerte presenti a vostra disposizione funzionano allo stesso modo.

Si consiglia inoltre di avere il parere di un veterinario quando si sceglie la lettiera ideale per il proprio gatto. Alcuni felini possono essere allergici a determinate sabbie a causa della loro composizione. Per questo motivo, di seguito vi mostriamo le opzioni che il vostro animale domestico ha a disposizione per quanto riguarda il substrato sanitario.

Sabbia assorbente

Sebbene questa sabbia sia la più economica, non ha un effetto agglomerante, il che può costituire uno svantaggio. In altre parole, l’urina non agglomerata filtra su tutta la lettiera, rendendola facile da macchiare e più difficile da pulire. Di conseguenza, questo tipo di substrato vi costringerà a rimuovere feci e urina più di una volta al giorno.

Sabbia agglomerante

La sabbia agglomerante è più costosa, ma contrariamente alla assorbente, riesce a trasformare l’urina in piccole palline. In altre parole, è un supporto più pratico perché compatta i rifiuti e facilita la pulizia della lettiera.

Sabbia in perle o cristalli

La sabbia in perle o cristalli è molto costosa ed è composta da silice. Questo tipo di sabbia è assorbente ma anche agglomerante e può eliminare anche i cattivi odori. È una sabbia bianca che diventa gialla a contatto con l’urina, il che consente di identificare facilmente quando rimuovere le evacuazioni del gatto. Sebbene sia molto pratica, alcuni gatti non la sopportano.

Sabbia ecologica

Questo tipo di sabbia non è solo la più costosa, ma anche la più innovativa, in quanto composta da fibre vegetali, oltre ad avere un effetto agglomerante. Tuttavia, può attaccarsi alle zampe e alla coda del vostro animale domestico e il suo odore tende a causare il rifiuto in alcuni gatti.

Quando cambiare la lettiera per gatti?

Il cambio della lettiera per gatti dipende da quanto è sporca, quindi non c’è una risposta esatta a questa domanda. Tuttavia, è consigliabile raccogliere i bisogni del vostro animale ogni giorno, indipendentemente dal tipo di lettiera che usate.

In generale, se si tratta di sabbia non agglomerante, si consiglia di cambiarla da 1 a 2 volte a settimana. Nel caso delle sabbie agglomeranti, invece, il cambio può avvenire una volta al mese, ma sempre a seconda di quanto è sporca. Ricordate che i gatti di solito scelgono di fare i bisogni fuori dalla lettiera se questa non presenta buone condizioni igieniche.

Pulizia della lettiera

D’altra parte, anche la pulizia completa della lettiera è essenziale per il comfort e il benessere del vostro animale domestico felino, soprattutto se il vostro gatto usa una lettiera assorbente, perché l’urina può facilmente fuoriuscire attraverso la lettiera. Quando si cambia completamente il substrato, l’ideale è lavare la vaschetta con acqua tiepida e utilizzare un sapone delicato che non dia fastidio al vostro animale domestico.

Infine, tenete presente che anche la lettiera si consuma, quindi non appena iniziate a notare un suo deterioramento, sarà necessario sostituirla. Se state anche considerando di cambiare il tipo di sabbia che usa il vostro animale domestico, dovrete prestare molta attenzione a questo aspetto. Ricordate che qualsiasi cambiamento nella routine del vostro gatto può causargli stress.

In base a quanto sopra, potete scegliere di incorporare gradualmente nella lettiera la nuova sabbia insieme alla sabbia che il vostro gatto era già abituato a usare. Quando il gatto inizia ad accettarla senza problemi, potrete premiarlo.

Un gatto seduto nella sua lettiera.

In conclusione, il vostro gatto dovrebbe sempre avere a disposizione una lettiera in un luogo sicuro. La cosa ideale è che si senta a suo agio quando si tratta di fare i bisogni e che la lettiera non rappresenti alcun rischio per la sua salute.

Potrebbe interessarti ...
Cosa fare se il gatto smette di usare la lettiera
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Cosa fare se il gatto smette di usare la lettiera

I gatti sono animali molto ordinati, quindi è raro che un gatto smette di usare la lettiera. Perché lo fa e cosa potete fare?