Per quanto tempo può vivere un cane?

· 29 novembre 2018
Le cure, l'ambiente, l'alimentazione e la medicina preventiva che offriamo ai nostri amici a 4 zampe influiscono direttamente sulla loro longevità.

Per quanto tempo può vivere un cane? Per rispondere a questa domanda si devono considerare la razza, le dimensioni e anche le cure che riceve nel corso della sua vita.

Oggi vi diremo per quanto tempo può vivere un cane. Prima di adottarne uno, inevitabilmente si pensa alla sua aspettativa di vita, perché logicamente vogliamo che i nostri migliori amici stiano con noi per molti anni.

Nonostante ciò, la morte fa parte del ciclo di vita di tutti gli animali e dobbiamo goderci ogni istante insieme al nostro amico peloso. Scopriamo per quanto tempo può vivere un cane.

E’ possibile stimare per quanto tempo può vivere un cane?

Predire per quanto tempo può vivere un cane è complesso così come calcolare la sua età approssimativa in anni umani. Per questo, si devono considerare alcune variabili inerenti all’organismo, ai geni, al lignaggio, alla razza e alle dimensioni.

Per calcolare per quanto tempo può vivere un cane, si deve considerare la sua qualità di vita. Le cure, l’ambiente, l’alimentazione e la medicina preventiva che offriamo ai nostri amici a 4 zampe influiscono direttamente sulla loro longevità.

Inoltre, ogni cane è unico e quindi presenta delle caratteristiche speciali. Per questo, alcuni possono superare tutte le aspettative sulla durata della loro vita.

L’esempio più evidente è stato Bluey, un Australian Shepherd che è vissuto per 29 anni; le aspettative di vita calcolate per questa razza vanno dai 13 ai 15 anni. Questo animale è ancora il cane più longevo della storia.

Cane anziano sdraiato sulla coperta pavimento

Per tutti questi motivi, è impossibile definire esattamente per quanto tempo può vivere un cane. 

Calcolo approssimativo delle aspettative di vita dei cani di razza

In linea generale, i cani di piccole e di medie dimensioni vivono di più di quelli di taglia grande o gigante. 

Le aspettative di vita di un Chihuahua, di uno Shih Tzu o di uno Lhasa Apso si trovano tra i 17 e i 20 anni. Molti esemplari possono vivere anche per più anni.

Per quanto riguarda i cani di taglia media, come lo Shar Pei, il Chow Chow e l’Australian Shepherd, la loro longevità oscilla tra i 13 e i 15 anni.

I cani di taglia grande come il Rottweiler e il Golden Retriever invece possono vivere tra i 10 e i 13 anni. I cani di taglia gigante come il San Bernardo e il Terranova tra gli 8 e gli 11 anni.

E’ vero che i cani meticci vivono di più?

Si crede che i meticci siano più sani e che vivano di più dei cani di razza. Di fatto, la maggior parte dei meticci mostrano una notevole resistenza fisica e possono vivere per lunghi anni.

I cani puri sono stati sottoposti a numerosi incroci selettivi durante il processo di creazione e standardizzazione della razza. 

Il principale obiettivo consisteva e consiste ancora nel rafforzare o enfatizzare certi attributi fisici e capacità istintive.

Cani meticci

Durante questo processo si ottengono degli esemplari sempre più perfetti secondo gli standard stabiliti dalle antiche società cinofile. Sfortunatamente, molti creatori ricorrono a degli incroci endogamici, tra razze imparentate geneticamente, per migliorare la purezza del lignaggio.

Incroci selettivi e l’incidenza sulla longevità

In pratica, quest’alta consanguineità ha delle conseguenze negative sulla salute delle cucciolate. 

Malformazioni, sistema immunitario debole, problemi di fertilità, patologie degenerative e difficoltà di apprendimento.

A loro volta, i meticci non sono stati sottoposti a degli incroci endogamici o selettivi, quindi godono di una grande diversità genetica. 

In questo modo, dimostrano una bassa predisposizione a sviluppare delle malattie ereditarie e degenerative che colpiscono severamente la maggior parte delle razze canine.

Questa è una delle principali ragioni per le quali i cani meticci sono più longevi di quelli di razza. Però anche se sono più resistenti, non significa che non debbano ricevere delle cure per preservare la loro salute.

E’ necessario portarli ogni sei mesi dal veterinario e rispettare il calendario delle vaccinazioni e degli antiparassitari.

Un’alimentazione equilibrata, attività fisica giornaliera e una stimolazione mentale adeguata saranno elementi cruciali per la qualità della loro vita, insieme all’amore e alla dedizione.